Articoli

Kacper Wróblewski al via in Polonia con la Fabia Rally2 Evo

Kacper Wróblewski e Jakub Wróbel correranno il settantasettesimo Rally di Polonia con una Skoda Fabia Rally2 Evo dell’Orlen Team gommata Michelin. L’evento polacco, che si terrà nei pressi di Mikołajki dal 18 al 20 giugno, sarà valido per il FIA ERC oltre che per il Campionato Polacco Rally.

“Il calendario di quest’anno sembra buono, ci sono sette gare di cui due su terra”, ha detto Wróblewski. “Durante l’inverno ci siamo preparati bene con il team e correremo con l’ultima evoluzione della Fabia Rally2 Evo. Devo ammettere che il pacchetto di miglioramenti introdotto dalla Skoda Motorsport sembra impressionante”.

“Il software del motore, il collettore dello scarico, l’intercooler, i set-up diversi per il differenziale, gli ammortizzatori, l’impianto di raffreddamento dei freni e tante altre componenti sono state migliorate. Pare essere una macchina veloce e più stabile. Prima di tutto, oltre ad una buona preparazione, vogliamo regalare ai nostri tifosi tanto spettacolo”.

Wróblewski e Wróbel, che nel 2020 hanno vinto il Masters 2020 Pro in Polonia e si sono classificati secondi nel Campionato Slovacco Rally, correranno la prima gara dell’anno al Świdnicki-Krause Rally di Świdnica dal 23 al 25 aprile.

“Ci siamo allenati bene con i nostri collaboratori e pensiamo di poter andare forte, combattendo per la vittoria ad ogni evento sfruttando quello che abbiamo. Vogliamo regalare spettacolo e far bene specialmente al Rally Poland, dove competeremo contro gli equipaggi dell’European Rally Championship”.

Wróbel ha aggiunto: “L’anno scorso abbiamo dovuto accorciare la stagione causa pandemia. Oggi siamo davvero affamati di competizioni e, a parte i momenti difficili, abbiamo avuto modo di fare esperienza e migliorare. Durante l’inverno abbiamo lavorato tantissimo e bene, quindi ora ci dobbiamo concentrare sui prossimi mesi”.

Nil Solans punta l’ERC con la Skoda Fabia Evo

Nil Solans, campione dello Junior WRC e del WRC3 nel 2017, è vicino nel confermare la sua presenza nel Campionato Europeo Rally con la Skoda Fabia Evo. Il rallista di Matadepera ha confermato queste voci durante un intervista per DiarideSabadell.

“L’obiettivo di quest’anno è quello di correre nel FIA European Rally Championship. L’intenzione è di fare tutto il campionato e lottare per il titolo, dal momento che avrò il supporto tecnico di Calm Competición, la Skoda Fabia R5 Evo e tutto il supporto del grande marchio e leader di pneumatici che è la Michelin”.

Il pilota spagnolo dovrebbe essere navigato ancora dall’esperto Marc Marti: “Se tutto va bene, Marti dovrebbe navigarmi. Stiamo solo terminando di quadrare i nostri calendari, ma sarebbe un piacere avere di nuovo Marc al mio fianco”. Il binomio promette bene, poiché nello scorso anno sono riusciti a conquistare il Campionato Spagnolo Rally Terra con la Fabia R5.

Solans ha speso belle parole anche per la vettura della casa automobilistica di Mladà Boleslav: “La Fabia è attualmente è una delle migliori auto nella categoria R5. La conoscenza e l’esperienza che abbiamo già con essa la rendono la nostra scelta migliore anche per questo 2021”.

In conclusione, Nil Solans ha parlato e ricordato il suo debutto nel Mondiale Rally: “Sette anni fa non avrei mai immaginato di correre nei rally, figuriamoci vincere due titoli mondiali. Quello che ho imparato di più come persona è il lavoro e la motivazione che ci si impone mettendosi coinvolti in un obiettivo”.

“Tutto lo sforzo e il sacrificio a volte porta a una ricompensa, e questo mi riempie molto di gioia. L’esperienza maturata mi ha fatto migliorare molto come pilota e come persona, ma credo che siano stati gli errori commessi in questi anni che mi hanno fatto migliorare molto e raggiungere i miei obiettivi”.

Rassegna stampa internazionale 20-27 marzo 2021

Ecco a voi una rassegna stampa internazionale, dedicata ai principali giornali europei. Nella settimana che va dal 20 al 27 marzo, i media europei hanno parlato delle prestazioni di Gaetan Rolland nel talent FFSA, dell’approdo nei rally dell’ex pilota di Formula 1 Heikki Kovalainen, dei piani 2021 del rallista spagnolo José Antonio Suárez e del rallista tedesco Dominik Dinkel. Infine in Estonia, è stata messa in vendita su un sito d’aste la tuta di Markko Martin utilizzata nel World Rally Championship nel 2004.

Francia

GAETAN ROLLAND SUL PODIO DEL TALENT FFSA

La finale giovanile della Federazione francese di sport motoristici (FFSA) si è svolta non molto tempo fa a Lédenon nel Gard. Il giovane Gaetan Rolland si è classificato terzo. Queste finali promuovono ogni anno due piloti iscritti al Campionato Francese di Rally Junior, con un budget consistente e una formazione specifica. Tra i piloti più noti di questo settore, il giornale segnala l’attuale Campione del Mondo, Sébastien Ogier, Sébastien Loeb (due volte finalista), Bryan Bouffier, Nicolas Bernardi, il promettente Adrien Fourmaux e Yohan Rossel. L’obiettivo della FFSA è seguire i vincitori per metterli nelle condizioni di raggiungere il livello più alto. In questo contesto, Gaetan Rolland, un giovane meccanico di Saint-Chély-d’Apcher e road marshal come i suoi genitori, si è ritrovato a combattere per le posizioni di vertice. Le qualificazioni del 2020 sono state molto combattute, con quasi 1.000 candidati di età inferiore ai 25 anni. Dopo aver attraversato agevolmente questa fase, il giovane francese si è avvicinato alle semifinali. “Mi sentivo a mio agio. Penso di aver fatto bene in questo secondo giro”, ha detto Gaetan Rolland. Ufficiosamente, ha fatto segnare il miglior tempo dei dodici finalisti e si è ritrovato tra i quattro piloti qualificati per le finali. Successivamente ha preso il volante della Fiesta R2. “Ho avuto poco tempo per abituarmi alla frenata o al cambio sequenziale. Ho le mie possibilità di far bene”. Il giorno della competizione, lo stress stava aumentando. Un po’ troppo preso per la posta in gioco, Gaetan ha sbagliato tre volte e non stava attaccando quanto avrebbe dovuto. La gara è andata al giovane Thibault Cellier. “Non ho rimpianti, ho passato due giorni eccezionali”, specifica Gaetan. Mettendo a punto le sue traiettorie e controllando le sue emozioni, il francese può provare a vincere l’evento nel 2021.

Per leggere la notizia clicca qui

ALCUNE MODIFICHE PER IL RALLY ROUERGUE

Un nuovo parco chiuso, una nuova speciale e alcune modifiche. Il Rally Rouergue, in programma dall’8 al 10 luglio, subirà un piccolo restyling con il trasferimento del centro nevralgico nella Val de Bourran. Il Rouergue 2021 ospiterà anche il Clio Trophy, la Alpine Cup e il nuovo trofeo Philippe Bugalski. Gli organizzatori prevedono un minimo di 160 partecipanti. Anche il percorso del rally cambierà. Venerdì la prova speciale “Campouriez – Le Nayrac” subirà alcune modifiche. La speciale di Moyrazès non cambia, mentre quella di Lévezou verrà rielaborata. La speciale nel centro di Rodez non verrà percorsa per gli stessi motivi del trasferimento del parco chiuso: il centro della città di Rodez sta affrontando lavori di riqualificazione.

Per leggere la notizia clicca qui

Finlandia

HEIKKI KOVALAINEN, DALLA FORMULA 1 AI RALLY

L’ex pilota di F1 Heikki Kovalainen è saltato al volante di un’auto da rally per un fine settimana ed è riuscito a celebrare la vittoria di classe allo Shinshiro Rally in Giappone. Kovalainen ha ottenuto il successo nella classe JN-2 con la sua Toyota GT86 CS-R3. Nella competizione generale, la stella finlandese si è classificata quinta. Kovalainen e il navigatore giapponese Sae Kitagawa hanno finalmente battuto Hironao Ishi, secondo in classifica con 32 secondi di distacco. Ishii ha guidato la gara dopo le prive tappe di sabato, ma nella prima prova speciale di domenica mattina Ishii ha perso più di un minuto contro Kovalainen. “La gara di apertura della serie di rally giapponese e la prima vittoria della stagione”, Kovalainen ha scritto sul suo profilo Twitter. Le ultime due prove speciali dello Shinshiro Rally non si sono svolte a causa delle condizioni difficili. Le strade erano diventate pericolose a causa delle forti piogge. “Ieri era asciutto, ma oggi ha piovuto molto e il giro pomeridiano è stato cancellato a causa delle cattive condizioni. Non correremo quindi un paio di manches. Fortunatamente nessuno è rimasto ferito gravemente”. Toshihiro Arai era davanti a suo figlio Hiroki Arai, che conosce anche le prove speciali finlandesi. Hiroki Arai ha fatto parte del programma di sviluppo della Toyota per molto tempo e ha gareggiato con l’equipaggiamento di Tommi Mäkinen Racing in Finlandia e all’estero fino ai Campionati del Mondo. Kovalainen era poco più di un minuto dietro il pilota della Subaru Toshihiro Ara.

Per leggere la notizia clicca qui

Estonia

LA TUTA DI MARKKO MARTIN E’ IN VENDITA

Sul sito d’aste estone osta.ee, è in vendita per 3000 euro la tuta con cui Markko Märtin ha gareggiato nel Campionato del Mondo di Rally 2004. Questo campionato del mondo è stata la stagione di maggior successo della sua carriera: ha vinto tre rally e si è classificato terzo in campionato. Secondo la descrizione del venditore, questa tuta è stata vinta dal fortunato grazie ad un concorso. “La tuta è stata usata da un atleta ed è quindi un po’ usurata, ma come oggetto da collezione è in ottime condizioni”.

Per leggere la notizia clicca qui

Spagna

SUAREZ E SKODA UNISCONO LE FORZE PER L’S-CER

José Antonio Suárez Miranda, noto anche come “Rocket” Suárez, è uno dei rallisti più veloci in Spagna. Nel 2020, insieme a Skoda, si è classificato secondo nel Campionato Spagnolo di Rally su asfalto. In precedenza, è stato Campione Spagnolo di Rally su terra nel 2017, vincitore della Volant Peugeot in Francia nel 2015, secondo classificato del WRC Academy nel 2012 e secondo nel Campionato Asturiano nel 2010. Il suo copilota continuerà ad essere l’asturiano Alberto Iglesias Pin. “È un anno in cui devi fare uno sforzo. Sono molto grato a tutte le persone che supportano il nostro progetto e continuerò a dare il 100%. Devi attaccare e correre. L’auto è molto competitiva e aggiungeremo miglioramenti nelle prossime settimane”, spiega “Rocket” Suárez. In questa stagione, in cui José Antonio Suárez è ambasciatore Skoda, la protagonista sarà ancora una volta la Fabia Rally2 EVO. Questa è l’auto da corsa della casa ceca progettata per competere nella categoria Rally2 e che si basa sull’ultima generazione della fortunata Fabia. In conformità con le normative FIA, è dotata di un motore 1.6 turbo migliorato con un nuovo sistema di raffreddamento. Per questa stagione, Skoda Spagna si unisce ancora una volta agli sponsor del team guidato da Recalvi, che comprende anche Kimoa, RallyCar, Turini Magazine e RACC.

Per leggere la notizia clicca qui

JUAN JOSE ABIA AL SIERRA MORENA CON UNA FABIA R5

L’ultimo a confermare la sua partecipazione al Rally Sierra Morena è stato Juan José Abia. Lo spagnolo inizierà la stagione al Rally Sierra Morena, debuttando con la Skoda Fabia R5 acquistata da RaceSeven alla fine del 2020. David Fernández sarà il suo nuovo navigatore. Bisogna tornare al 2019 per trovare l’ultima, e unica, partecipazione di Abia all’appuntamento dell’Automobile Club di Córdoba. Il pilota di Valladolid ha una corso dodici eventi nazionali, dieci delle quali al volante di una Porsche 997 GT3. Due stagioni fa ha corso due volte nella categoria Rally2 nelle Asturie, alla guida della Volkswagen Polo di ARVidal. Ha vuto modo di gareggiare e testare anche le diverse versioni della Fiesta. Juan José Abia ha preso parte ai test MRF Tyres e RaceSeven in Cantabria a dicembre, dove ha provato per la prima volta la sua nuova vettura: la Fabia R5 ex Domingo Molinos. Al momento, il team Abia Motorsport non ha confermato quali saranno i loro piani sportivi per questa stagione 2021 e se li vedremo regolarmente nel Campionato Spagnolo Rally Asfalto.

Per leggere la notizia clicca qui

IL PRIMO CONTATTO DI ORIOL GOMEZ CON LA SUBARU

Le squadre del Campionato Spagnolo Rally Terra stanno già preparando l’inizio dell’evento di Lorca. Una delle squadre che sta già lavorando duramente è quella del duo formato da Oriol Gómez e José Murado . Il team ha svolto ieri una giornata di test nelle Asturie, dove ha avuto un primo contatto con la Subaru WRX STi N16. E’ stata una giornata di test nuvolosa, dove hanno fatto la loro comparsa anche la pioggia e la nebbia. Oriol Gómez ha potuto correre per la prima volta in questa stagione su ghiaia con la vettura giapponese. Il catalano ha approfittato della giornata per adattarsi all’auto oltre che cogliere l’occasione per lavorare su sospensioni e gomme. Ha avuto modo di provare gli pneumatici del marchio indiano MRF Tyres . Quasi 200 chilometri sono stati quelli che Oriol Gómez è riuscito a percorrere in una giornata intensa, dove il bilancio è stato positivo. Il rallista catalano ha mostrato un buon adattamento. Sicuramente è stata un’esperienza molto preziosa in vista del Rally Tierras Lorca che si terrà a fine aprile.

Per leggere la notizia clicca qui

Germania

DOMINIK DINKEL PUNTA AL DRM CON LA FIESTA RALLY2

Dominik Dinkel correrà nel Campionato Tedesco di Rally. Dopo il terzo posto nel 2016 e il secondo posto nel 2018 e nel 2019, il titolo potrebbe arrivare quest’anno. Nell’attacco al titolo DRM, Dinkel ha scelto una nuova formazione. Pirmin Winklhofer prenderà il posto di copilota, mentre la vettura che guiderà è una Ford Fiesta Rally2. A gennaio, Dinkel ha lavorato come ricognitore per Hermann Neubauer al Rally di Monte-Carlo. Per coordinare le note, si sono incontrati durante gli ultimi test. Hermann Neubauer fece sedere anche Dominik Dinkel al posto del co-pilota e poi gli fece la domanda importante: “Ti piacerebbe prendere il volante?” Dinkel si è subito sentito a casa nella Ford Fiesta Rally2, si è trovato bene ed è rimasto positivamente sorpreso. Durante il Monte-Carlo c’è stata anche un’ottima impressione sui metodi di lavoro del team ZM Racing. “Si può solo sperare che le cose inizino presto”, ha commentato Dinkel.

Per leggere la notizia clicca qui

JONAS ERTZ AL VIA CON LA TOYOTA GT86

La Toyota GT86 di Gassner-Motorsport sarà affidata a Jonas Ertz, vincitore del campionato promozionale HJS DRC Junior. Con la vettura a trazione posteriore, Ertz correrà in tutte le tappe del Campionato Tedesco Rally 2021 e dovrebbe essere presente anche in alcune gare della Mitropa Cup. Philipp Sommermann avrà il compito di dettargli le note. I due continueranno a preparasi grazie ad un primo test pratico che si terrà l’8 maggio a Sulingen.

Per leggere la notizia clicca qui

IL CIMBERN RALLY ENTRA NEL DRM 2021

Il Cimbern Rally entra a far parte del Campionato Tedesco Rally (DRM). Allo stesso tempo, il Rally della Sassonia diventa l’evento finale di stagione del DRM, dell’ADAC Rallye Masters e della nuova ADAC Opel e-Rally Cup. L’11 settembre, l’elite nazionale dei rally inizierà la corsa al titolo intorno allo Schleswig-Holstein Süderbrarup. La corsa, svolta nel nord della Germania, è il quarto di sei eventi del calendario DRM. Il Cimbern Rally si svolgerà per l’ottava volta. L’anno scorso, Christian Riedemann ha vinto il rally più settentrionale della Germania con la Skoda Fabia R5 EVO. Il Rally di Cimbern sostituisce in calendario il Rally dell’Erzgebirge, che è stato annullato a causa della pandemia da Covid-19 e non può essere riprogrammato entro la fine dell’anno. Per lo stesso motivo, il Rally della Sassonia previsto per la fine di maggio sarà rinviato in autunno.

Per leggere la notizia clicca qui

Kajetan Kajetanovic al via del WRC3 con la Fabia

Kajetan Kajetanowicz alla fine ha deciso, il forte driver polacco darà l’assalto al titolo WRC3 in questo 2021. Il tre volte campione Europeo disputerà un programma di sette eventi, portando in gara la Skoda Fabia Rally2, preparata dal team iberico RaceSeven. Il programma scatterà dal Croatia Rally, che si disputerà dal 22 al 25 aprile attorno a Zagabria, mentre resta ancora sconosciuto il resto del programma.

Il pilota del Lotos Rally Team è sicuramente uno dei favoriti alla conquista del titolo, alla pari di Nicolas Ciamin e Yoan Rossel. Per Kajto questa sarà la quarta stagione di fila nel Mondiale Rally. Lo scorso anno il pilota polacco navigato dal confermatissimo Maciej Szczepaniak ha concluso terzo assoluto nel WRC3 alle spalle del campione del mondo Jari Huttunen e del giovane boliviano Marquito Bulacia.

Il polacco si è detto pronto per questa stagione, fissando come obiettivo da raggiungere la conquista del titolo iridato: “Partirà dalla Croazia la nostra stagione nel WRC3, questo sarà il primo di sette round che affronteremmo in questa stagione. Sappiamo che sarà una stagione molto difficile, per affrontarla abbiamo deciso di puntare sulla Skoda Fabia rally2 che nella scorsa stagione mi ha dato tante soddisfazioni. Mi sento molto fiducioso, abbiamo un’ottima esperienza con questa vettura è sono sicuro che alla fine questa pagherà. Al nostro fianco ci sarà RaceSeven, un team che ci ha fatto sempre avere pieno sostegno”.

“Siamo reduci da un secondo e un terzo posto nella classifica generale, quindi è chiaro a cosa punteremmo quest’anno. Inutile nascondersi e far molti giri di parole, l’obiettivo è quello di portare a casa il titolo. Per raggiungere questo obiettivo dovremmo lavorare duramente e dare il nostro meglio in tutte le gare in cui correremo.”

Intervista Stefano Albertini: ”Ok Ciocco, ora testa su Sanremo”

Ad una settimana di distanza dal Rally del Ciocco e Valle del Serchio, prima prova del Campionato Italiano Rally Sparco 2021, abbiamo scambiato quattro chiacchiere con il pilota bresciano Stefano Albertini, tra i grandi protagonista della 44° edizione della gara toscana. Il driver di Gavardo, al volante della Skoda Fabia Rally2 Evo di Munaretto, ha messo in mostra tutta la sua indubbia classe riuscendo a lottare ad armi pari per quasi metà gara contro un certo Thierry Neuville, cinque volte vice campione del mondo.

Alla fine il pilota della Skoda ha portato a casa una seconda posizione di assoluto valore, che lo proietta in vetta alla classifica provvisoria del CIR e del CIRA. Ora dopo le splendide ed insidiose prove del Ciocco, il Campionato Italiano farà tappa in Liguria per il Rally di Sanremo (10-11 aprile), dove sicuramente Albertini cercherà di replicare, insieme alla squadra e al suo navigatore Danilo Fappani, quanto fatto di buono in terra toscana.

Partiamo dal recente Rally del Ciocco, gara che ti ha visto concludere in seconda posizione (primo tra gli iscritti al CIR) alle spalle di un certo Thierry Neuville. Che cosa ci puoi raccontare della tua gara?

 “Sono molto soddisfatto della gara che io e Danilo abbiamo fatto al Rally del Ciocco. Sapevamo che non sarebbe stato facile dato l’altissimo livello degli avversari, ma abbiamo fatto un bel lavoro insieme alla squadra facendo sempre la scelta giusta di gomme grazie ai consigli di Pirelli. Questo mi ha permesso di avere subito un buon feeling con la macchina, consentendomi di essere veloce fin dall’inizio”.

Come sappiamo per Neuville al momento non sono previste altre partecipazioni nel CIR, ma nelle prossime gare ci sarà nuovamente al via un pilota di valore come Craig Breen. Sicuramente per voi è un bel punto di riferimento

“Sicuramente sì, Breen è un grande pilota con molta esperienza e sicuramente sarà velocissimo in qualsiasi gara del campionato a cui prenderà parte”.

Il tuo obiettivo principale nel 2021 sarà la riconferma del titolo nel CIRA, ma dopo la splendida prestazione del Ciocco possiamo dire che per la lotta al titolo assoluto bisognerà fare i conti anche con te.

“Per ora abbiamo in programma le prime tre gare del Campionato, ovvero fino al Targa Florio, ma speriamo di trovare gli aiuti per poter proseguire per tutto il resto della stagione. Adesso pensiamo al Rally di Sanremo poi si vedrà”.

Il 2021 però ti ha riservato qualche novità, come il passaggio dalla Tam Auto alla MS Munaretto, ma sempre al volante della Skoda Fabia Rally2 Evo. Cosa ci puoi dire a riguardo?

“Sì, quest’anno corriamo con Munaretto, ma sempre con la Skoda Fabia gommata Pirelli. Conosco già la squadra perché ho avuto modo di correre con loro in passato e sono fiducioso di poter fare un bel lavoro insieme. Ringrazio Luca Zonca che stimo molto e tutta la Tam Auto per i risultati che abbiamo ottenuto insieme negli ultimi 5 anni.”

Abbiamo assistito ad un avvio di campionato italiano bello ed incerto con diversi giovani piloti di belle speranze a bordo di vetture di classe R5. Finalmente dopo tanti anni possiamo dire di assistere all’atteso cambio generazionale?

“Al Ciocco senza ombra di dubbio abbiamo visto diversi giovani piloti essere molto veloci. Personalmente penso che in particolare De Tommaso e Andolfi faranno un grande Campionato.”

Jan Kopecký gioca in casa con Agrotec-Skoda

Anche quest’anno si ripresenterà ai nastri di partenza del Campionato Ceco l’esperto Jan kopecký, navigato da Jan Hloušek. Il pilota di Opočno, campione europeo nel 2013 e vincitore del WRC2 nel 2018, punterà con decisione alla conquista del suo ottavo titolo nazionale, dopo quelli vinti nel 2004, 2012, 2015, 2016, 2017, 2018 e 2019. Nella passata stagione il trentanovenne aveva dovuto inchinarsi di fronte alla grande prova di forza di Václav Pech e della sua vecchia Ford Focus WRC06, ma in casa Skoda non sono rimasti con le mani in mano.

A Kopecký verrà messa a disposizione una performante Škoda Fabia Rally2 Evo gestita dal neonato Agrotec Skoda Rally Team. Un progetto nato grazie al supporto di Skoda ČR e da un pool di sponsor tra i quali campeggia l’Agrotec Group. Il campionato prenderà il via con il 39° Kowax Valašská Rally ValMez (27-28 marzo), gara che prevede la disputa di 10 prove speciali per un totale complessivo di 140,94 km.

Al pilota della Škoda, secondo le prime voci che sono trapelate, non mancheranno di certo gli avversari. Tra questi Václav Pech con la Ford Focus WRC, Nikolay Gryazin su Volkswagen Polo, Albert von Thurn und Taxis e Roman Popovič sulla Fabia Evo, Vladimír Hanuš con la Hyundai i20, Michał Tochowicz con la Citroën C3 Rally2 e Erik Cais su Ford Fiesta Rally2.

Torna Francesco D’Ambra e a fianco Federico Boglietti

Storie di corsi e ricorsi storici che, a volte, come in questo caso, romanticamente si intrecciano. Dopo otto anni, Francesco D’Ambra, figlio di Mario, torna a correre nei rally. Il digiuno è stato persino lungo. Quindi, avendo l’imbarazzo della scelta nel team di famiglia ha “pescato” una Skoda Fabia R5 Evo 2021, quella usata da Elwis Chentre e Fulvio Florean, è ha deciso di iscriversi al test rally di Monteu Roero, quello organizzato da Piero Capello.

Federico Boglietti

Di per sé è già una piacevole notizia quella del ritorno di Francesco nei rally, ma a renderla più pregiata c’è il nome del copilota scelto da D’Ambra. Federico Boglietti. Proprio lui. Copilota di Stefano Giorgioni e una trentina d’anni fa circa navigatore di Mario D’Ambra, sarà alle note del figlio Francesco. Si parte dal Test Day Michelin per rodare l’equipaggio e poi si proseguirà con altre gare spot selezionate in zona.

Ciocco: Meteco schiera Filip Mareš al posto di Marco Bulacia

Gioca d’attacco Meteco Corse nel 2021. La scuderia piemontese, al prossimo Rally Il Ciocco, schiera una punta di diamante presa in “prestito” dal Campionato Europeo Rally: Filip Mareš sarà al via della prova inaugurale del CIR in sostituzione di Marco Bulacia che, invece, sarà presente nella serie Tricolore da Sanremo in poi.

Il campione Europeo Junior Under 28 2019, l’anno passato ha corso con la Skoda Fabia R5 Evo 2. La vettura sarà gestita dalla Kresta Racing, struttura di proprietà di Roman Kresta, al suo fianco nel ruolo di co-driver troviamo il connazionale Jan Hloušek. Quest’anno, in vista di altri impegni più prestigiosi, sarà al via della prima gara del CIR 2021.

Filip è un simpatico ragazzo della Repubblica Ceca, classe 22 agosto 1991, nato a Mladá Boleslav. Nel 2019, oltre ad essere risultato il migliore Under dell’ERC, è stato anche vice campione della Repubblica Ceca e primo assoluto al Rally di Hustopeče.

Basso si accorda con Delta Rally: sfuma l’Europeo

Giandomenico Basso sarà al via del Rally del Ciocco con la Skoda Fabia Evo R5 e per i colori del team bassanese Delta Rally. Se è vero che l’appetito vien correndo, la prova inaugurale del Campionato Italiano Rally 2021 potrebbe non rappresentare l’unica gara del massimo Campionato a cui Giandomenico parteciperà. Ma per il momento non c’è un programma concreto, anche se c’è l’intenzione di disputare quasi tutto il CIR. Ovviamente, Basso avrà al suo fianco Lorenzo Granai.

Come abbiamo scritto nelle settimane scorse, tra l’altro, Basso sta pensando anche all’organizzazione del Rally della Marca. L’accordo di Basso è stato chiuso ieri e la notizia è stata diffusa oggi, dopo che per il driver trevigiano è sfumato il “sogno” Europeo: “Quell’occasione è sfumata dopo il Rally di MonteCarlo: l’idea di partecipare al Ciocco è più recente”, ha ammesso il campione italiano 2007, 2016 e 2019 al quotidiano La Tribuna di Treviso.

Basso aveva avuto abboccamenti anche con HK Racing, che nel 2020 gli ha fornito la Volkswagen Polo con cui ha sfiorato il titolo. “Intanto andiamo al Ciocco: in questi giorni cercheremo di chiudere un progetto per le altre gare del campionato, ma intanto pensiamo alla prima”, ha riferito il pilota al giornale veneto.

A tutto CIR: Liberato Sulpizio e Alessio Angeli

Altra graditissima new entry nel Campionato Italiano Rally 2021. Si tratta di Liberato Sulpizio e di Alessio Angeli, che porteranno in gara la Skoda Fabia Rally2 preparata dalla Turbocar Sport Italia. Il programma del pilota laziale scatterà dal Rally del Ciocco e dovrebbe comprendere tutti i round su asfalto in calendario.

In carriera Sulpizio non ha mai corso nel CIR, ma può vantare una buona esperienza nel CIWRC e nell’International Rally Cup, vincendo in entrambi i campionati le classi disputate. Nel CIWRC nel 2019 porta a casa la classe riservata alle R2 mentre nell’IRCup nel 2018 porta a casa la classe S2000/K11. Al suo fianco Alessio Angeli, esperto navigatore (classe 1986) con oltre 140 gare in carriera.

Norbert Herczig al via dell’ERC 2021

Norbert Herczig prenderà il via della stagione 2021 dell’ERC con una Skoda Fabia Rally2 Evo. “Pare proprio che non riesca a staccarmi da questo marchio. Ho iniziato a correre con la Škoda dal 1997 e ho vinto 3 titoli nazionali con una Fabia, centrando poi due podi europei con una Fabia R5”, ha affermato Herczig.

La vettura dell’equipaggio mangiaro sarà gestita dalla Skoda Rally Team Hungary e dalla Topp-Cars Rally Team. Il team ungherese fornì nella scorsa stagione europea la vettura ceca ad Andreas Mikkelsen ed Ola Fløene. “Il grande cambiamento sarà il team perché dopo 9 anni in BRR, passiamo ora al Topp-Cars. Abbiamo imparato moltissimo in questi anni con loro, ma avevamo deciso di avere una macchina preparata in Ungheria per l’ERC e sappiamo che qui non manca l’esperienza”, conclude Herczig.

Il tetra-campione ungherese di rally (2009, 2015, 2016 e 2017) sarà coadiuvato alle note ancora una volta da Ramón Ferencz, esperto navigatore ungherese. Attualmente Herczig e Ferencz, con la Baumschlager Rallye & Racing, hanno conquistato due podi nell’ERC: un secondo posto all’Acropolis Rally e un terzo posto al Cyprus Rally.

Ecco la Skoda Fabia Rally2 Evo 2021 di H Sport

Il team H Sport di Borgaro Torinese è tra i primi in Italia a ricevere la Skoda Fabia Rally2 Evo 2021. La vettura, splendida, attende ora il pilota in grado di domarla. Siamo sicuri, vista anche la curiosità che si sta tirando dietro, che finirà in qualche programma importante, ma al momento non c’è alcuna conferma su nomi.

H Sport è un team professionale in grado di curare qualsiasi programma sportivo e ha voglia di avere per la sua Fabia Rally2 Evo 2021 un pilota di spessore che ne esalti tutte le capacità. Non resta a questo punto che attendere il nome o i nomi di chi la porterà al debutto.

Fau Zaldivar nel WRC3 con Toksport e Skoda

È stata svelata poche ore fa la livrea della Skoda Fabia Rally2 EVO di Fau Zaldivar, pilota paraguaiano messo sotto contratto dalla Toksport WRT. Il team tedesco, vincitore del titolo costruttori 2020 nel World Rally Championship 3, sostiene anche Andréas Mikkelsen e Marco Bulacia nel medesimo campionato.

Il ventenne prenderà il via nell’Arctic Rally Finland e sarà navigato dall’esperto Carlos del Barrio, ex copilota di Dani Sordo. Zaldivar dovrebbe correre sette gare e presto sarà stilato e svelato il programma completo.

Il paraguaiano ha all’attivo 10 gare nel WRC, tutte svolte nel Campionato Mondiale Rally Junior. Nello scorso, con la Ford Fiesta Rally4, hanno ha conquistato due secondi posti al Rally Italia Sardegna e all’ACI Rally Monza.

Motorsport Italia riparte dal MERC con Al-Thani

Inizia con il FIA Middle East Rally Championship (MERC) la stagione 2021 di Motorsport Italia che schiererà una Skoda Fabia R5 nel Manateq Qatar International Rally in programma dal 29 al 31 gennaio.

Per il team italiano sarà non solo una grande sfida sportiva, ma anche un importante onore, dato che la vettura sarà condotta dallo sceicco Sh. Suhaim Al-Thani, attualmente a capo del comitato organizzatore di Doha 2030, ventunesima edizione degli Asian Games, l’evento multisportivo che si terrà proprio nella più importante città qatariota. Sh. Al-Thani sarà al debutto assoluto nei rally, verrà navigato da Hamad Al-Yafei e porterà in gara una livrea celebrativa proprio di Doha 2030 con il numero #9.

Gara dall’importante tradizione nel Golfo Persico, che si era disputata l’ultima volta nel 2019, il Manateq Qatar International Rally è uno degli appuntamenti più popolari e impegnativi della serie, con le sue prove speciali principalmente desertiche ed alcuni tratti che somigliano più ad un rally-raid che ad un rally vero e proprio.

L’edizione 2021 farà base alla Losail Sports Arena e prevedrà una prova spettacolo di apertura in programma venerdì 19 sulla spiaggia di Katara a seguito della cerimonia di partenza e due tappe con dieci prove speciali per un totale di 208,76 chilometri cronometrati e quasi 600 chilometri di percorso. Al via, oltre a Nasser Al-Attiyah (QA) recentemente secondo assoluto alla Dakar 2021, anche il già pilota WRC Kris Meeke (GB) e tutti i protagonisti della serie Middle East

Pronto l’aggiornamento della Skoda Fabia Rally2 Evo

Arrivano due giorni prima della Befana gli aggiornamenti della Skoda Fabia Rally2 Evo (omologazione FIA 1 gennaio 2021). La casa Ceca si è portata avanti col lavoro e mentre i dirigenti di Volkswagen Motorsport decidevano di chiudere gli stabilimenti, loro pensavano ad evolvere un ottimo prodotto che in Italia e in altri Paesi risulta essere in testa alle classifiche di gradimento.

Un lavoro continuo di affinamento, portato avanti da Jan Kopecký, Oliver Solberg, Kris Meeke, Pontus Tidemand, Andreas Mikkelsen ed Emil Lindholm. Gli aggiornamenti 2021 riguardano diversi aspetti tecnici. Nuove componenti disponibili prima del Rally di MonteCarlo del 21-24 gennaio.

Tra le novità della Fabia Rally2Evo 2021 c’è la nuova mappatura del motore turbo da 1.600 cc più un intercooler e un collettore di scarico interamente ridisegnati e grazie ai quali si è potuto ottenere molti benefici sulla potenza e sulla sua erogazione. C’è ora un cambio dai rapporti più lunghi, ideale per i rally veloci, che fa passare la velocità di punta da 187 a 202 km/h.

Mai in dubbio la stabilità su tutti i tipi di superficie, grazie alla “solita” trazione integrale e a una nuova specifica degli ammortizzatori ZF. Su questa versione aggiornata viene adottato un controtelaio sull’asse posteriore, che riduce al minimo il rischio di danni sulle strade sconnesse.

Scheda tecnica Skoda Fabia Rally2 Evo

Dimensioni

Lunghezza: 3999 mm Larghezza: 1820 mm Peso: 1230 kg Serbatoio di carburante: 82,5 l Consumo: 0,6 l / km SS

Motore

Motore: Quattro cilindri turbo, iniezione diretta Cilindrata: 1620 cm³ Max. potenza di uscita: 212 kW Max. coppia: 425 Nm Guidare: 4×4  Differenziali meccanici dell’asse (anteriore, posteriore) Trasmissione: Sequenziale a 5 velocità Elettronica: Magneti Marelli

Telaio

Dischi: 18 “(asfalto)  15 “(ghiaia) Freni: Alcon Dischi freno: 355 mm (asfalto)  300 mm (ghiaia) Sospensione: McPherson Pneumatici: Michelin