Articoli

Pollara-Mangiarotti vincono il Rally di Tindari

La sesta edizione del Tindari Rally è stata vinta da Marco Pollara e Daniele Mangiarotti. Gli alfieri Aci Team Italia, già vincitori della Aci Sport Rally Cup Under 25, hanno meritatamente conquistato la terza vittoria stagionale in Sicilia grazie ad una prova senza sbavature, impreziosita da una perfetta scelta di gomme sul bagnato del secondo giro di prove.

L’equipaggio siculo-lombardo ha così spodestato dal trono di Tindari Totò Riolo, quattro volte vincitore della gara organizzata dalla CST Sport, giunto secondo al traguardo dopo aver provato, senza fortuna, a ricucire il gap con il 25enne di Prizzi. Con quattro scratch su sei prove speciali programma, Marco Pollara, per l’occasione in gara sulla Skoda Fabia Evo R5 della MM Motorsport gommata Pirelli, ha conquistato la sesta vittoria in carriera facendo segnare il miglior tempo su quattro delle sei prove speciali in programma

“Con questa splendida vittoria si conclude il nostro 2021.” – ha dichiarato Pollara a fine gara – “Sono molto contento del risultato ottenuto, specie se l’avversario è un osso duro come Totò Riolo. La Skoda messa a disposizione da MM Motorsport è stata perfetta, come perfette sono state le Pirelli sul difficile fondo umido del secondo giro. Ringrazio Daneiele, Aci Team Italia, Pirelli e l’intera squadra per l’ottimo lavoro svolto e per avermi dato la possibilità di mettere a segno la terza vittoria stagionale.”

Seconda piazza a 7.2 secondi per Totò Riolo e Maurizio Marin, sulla Polo R5 della Pool Racing: il forte driver cerdese dopo aver vinto la P.S.1 ha provato più volte ad insidiare Pollara senza fortuna. Terzi al traguardo i giovani Salvatore Lo Cascio e Michele Castelli, alla seconda gara sulla Skoda Fabia R5. I due nisseni hanno provato a riscattare il tempo perso durante il primo giro di prove azzardando una scelta full wet per le P.S. 3 e 4. L’audace decisione ha pagato a metà con lo scratch sul secondo passaggio della San Piero Patti; per i nisseni il podio sulla Fabia R5 di Colombi Racing è comunque maturato con il distacco di 42.5 secondi da Pollara.

La gara ha vissuto momenti intensi nella seconda parte di oggi quando le strade, rese viscide da uno scroscio d’acqua, hanno mietuto numerose vittime illustri come Andrea Licata e Gianfranco Rappa, terzi fino al momento del ritiro. Il buio dell’ultima prova speciale è invece costato caro ad Angelucci-Cambria e Nastasi-Rappazzo, entrambi usciti di strada.

Vittoria di Pierluigi Fullone e Alessandro Failla sulla BMW M3 E30 fra le vetture storiche. I portacolori della Island Motorsport hanno regolato la Porsche 911 di secondo raggruppamento dell’esperto Natale Mannino. Terzi al traguardo Farris e Giglio. Le vetture storiche non hanno percorso l’ultima prova speciale a causa degli incidenti fra le vetture moderne.