Articoli

Riparte il Campionato Rally Liguria 2020: ecco il regolamento

La sabbia nella clessidra continua a scendere e scandire il suo tempo. Saranno trascorsi esattamente 210 giorni, sette mesi esatti, da quando si spensero i motori sulla pedana di arrivo della settima edizione della Ronde della Val Merula, gara di apertura del Campionato Rally Liguria, a quando si riaccenderanno domenica 6 settembre a Santo Stefano d’Aveto per affrontare le prove speciali del 36° Rally della Lanterna-4° Rally Val d’Aveto, secondo appuntamento della serie ligure.

Nel mezzo tante speranze andate deluse, tanti sforzi resi vani dalla pandemia, ma anche una grande voglia di ricominciare, di riportare le auto in prova speciale, per ritornare alla normalità o per lo meno a quello che più le assomiglia. E il 36° Rally della Lanterna-4° Rally Val d’Aveto è un piccolo ma significativo tassello in questo senso, e il Campionato Rally Liguria un ulteriore rafforzamento di questa volontà.

Il campionato riprende dal punto in cui lo si era lasciato, con la classifica congelata alla gara di Andora che vede 70 piloti e 62 navigatori in graduatoria. Al comando fra i piloti c’è Fabrizio Carabetta con un vantaggio di 66 punti su Antonio Annovi inseguito da Gian Antonio Bianco. Dominio rosa fra i navigatori con Laura Peragallo (che al Val Merula ha dettato le note a Carabetta) che precede Ciro Lamura (al Val Merula in macchina con Antonio Annovi) e Jessica Bianco, navigatrice del padre Gian Antonio,

Con il 36° Rally della Lanterna-4° Rally Val d’Aveto il Campionato Rally Liguria riprende la sua attività che sarà particolarmente intensa in questo fine stagione con un triplo appuntamento il 3 ottobre a San Remo per il 67° Rallye Sanremo, 12° Sanremo Leggenda, 35° Sanremo Rally Storico, cui faranno seguito il 2° Giro dei Monti Savonesi Storico, per poi concludere l’annata con la decima Ronde delle Valli Imperiesi. Nel frattempo tocca alla gara di Santo Stefano d’Aveto dare uno scossone alla classifica.

La segreteria del Campionato Rally Liguria è affidata al delegato Regionale ACI Sport per la Liguria, Sergio Maiga, che curerà la stesura delle classifiche e il regolare svolgimento della Serie. Il Campionato Rally Liguria è iniziato lunedì 13 gennaio nel cielo di Genova, all’ultimo piano della Terrazza Colombo, con un brindisi di augurio, per arrivare poi al mese di gennaio del prossimo anno, quando fra le stelle della “Superba” nel cielo della Terrazza Colombo saranno premiati i primi tre classificati (piloti e navigatori, sia delle storiche, sia delle moderne) del Campionato Rally Liguria.

Estratto dal regolamento Campionato Rally Liguria

PUNTEGGI PROVE SPECIALI

In base alla posizione nella classifica di classe in ogni prova speciale e al numero dei partenti di ogni classe ammessi alla gara, ai conduttori classificati nelle posizioni previste dalle tabelle, verranno assegnati i seguenti punti:

sino a 5 partenti per classeRally int.Rally naz.Ronde e RDY
primo classificato654
oltre 5 partenti per classeRally int.Rally naz.Ronde e RDY
primo classificato12108
secondo classificato1086
oltre 12 partenti per classeRally int.Rally naz.Ronde e RDY
primo classificato141210
secondo classificato12108
terzo classificato1086

Nel caso delle ronde saranno ritenute valide, ai fini della classifica del Campionato, tutte le prove speciali effettuate. Il conduttore può partecipare, acquisendo punti, in ogni classe di appartenenza, anche se diversa di gara in gara.

COEFFICIENTE CHILOMETRICO

I punti acquisiti in ogni prova speciale di ogni Manifestazione saranno moltiplicati per un coefficiente corrispondente ad ogni chilometro intero di lunghezza della stessa prova speciale.

PARTECIPAZIONI

Dopo la quarta partecipazione verrà attribuito un “premio partenza” di 40 punti che verrà aumentato di 10 punti ad ogni successiva manifestazione a cui il conduttore prenderà la partenza. Tale, premio partenza, verrà incrementato del coefficiente chilometrico complessivo relativo alla singola gara in cui verrà attribuito.

CLASSIFICHE DEI RALLIES

Al termine di ogni rally verrà compilata una classifica di classe sommando tutti i punti acquisiti nelle prove speciali disputate.

Saranno assegnati i punti anche nelle prove interrotte con assegnazione del tempo fittizio calcolato con la norma di cui all’art. 21.15 della NG Rally.

Anche In caso di ritiro i punti acquisiti fino al momento del ritiro saranno validi agli effetti della classifica del Campionato.

In caso di esclusione dalla classifica finale con decisione del Collegio dei Commissari Sportivi, i piazzamenti saranno annullati ed i relativi punteggi cancellati, “premio di partenza” escluso.

CLASSIFICHE DEL CAMPIONATO

Al termine della stagione, verrà stilata la classifica che terra conto dei punteggi ottenuti:

a) Rally auto moderne per ognuna delle classi costituite sulla base di quelle previste nel Regolamento particolare di gara;

b) Rally auto storiche per ognuna delle classi costituite sulla base di quelle previste nel Regolamento particolare di gara

Per ogni conduttore che ha raggiunto il numero minimo di partecipazioni per aver diritto al “Premio partenza” verranno sommati:

· il totale dei  punteggi ottenuti nella singola classe di ogni rally e/o ronde, con un massimo di risultati (totale dei punteggi) pari al numero di rallies e ronde organizzati meno 2;

· i punti dei “premi di partenza” anche se ottenuti con vetture appartenenti a classi diverse;

· i punteggi ottenuti nelle classi ammesse solo in alcune tipologie di rally, saranno sommati a quelli conteggiati in un’altra classe per la classifica del “Campionato”.

In caso di parità sarà proclamato vincitore il pilota che, nell’ordine, ha vinto il maggior numero di PS, ha partecipato al numero maggiore di gare e, in caso di ulteriore parità, risulterà vincitore il pilota più giovane.

PREMI

Il Challenge è dotato di premi d’onore messi a disposizione da ACISport, dalla Delegazione Regionale ACI Sport.

Saranno inoltre attribuiti premi speciali messi a disposizione da Primocanale Motori e saranno assegnati:

– ai 3 (tre) primi e secondi conduttori vincitori delle classifica assoluta che sarà redatta sulla base del precedente regolamento.

– ai 3 (tre) primi e secondi conduttori della speciale classifica Rally Storici

La premiazione del “Challenge Rally Liguria 2020” verrà effettuata a fine stagione, nel mese di gennaio 2021 in data che verrà comunicata presso la Terrazza Colombo a Genova.

L’assenza ingiustificata alla premiazione farà perdere diritto al premio.

NORME REGOLAMENTARI

Per quanto applicabili al presente regolamento, valgono le norme del R.S.N. e Regolamenti di settore emanati dal ACI Sport.

L’applicazione del presente Regolamento spetta alla Commissione composta dai Delegati Sportivi degli AA.CC. Liguri e da 2 rappresentanti dei Comitati Organizzatori all’uopo designati e sarà presieduta dal Delegato Regionale, il cui giudizio è inappellabile.

SEGRETERIA

La Segreteria del Campionato è curata dall’Arch. Sergio Maiga, Delegato Regionale ACI Sport per la Liguria.

Il presente Regolamento è stato deliberato dagli Organizzatori nella Riunione per il Calendario del 15 novembre 2020 in Albenga.

Dalla Val Merula ad Adria, PA Racing corre sempre

La Ronde della Val Merula è stato il terzo appuntamento stagionale della PA Racing, che si è presentata ai nastri di partenza con due Skoda Fabia R5 gommate Pirelli. La prima vettura della casa Ceca era affidata al veloce Loris Ghelfi che, in coppia con il bravo Gianluca Marchioni (nella foto di Erik Corsini), ha chiuso in un’ottima settima piazza assoluta. Dopo un anno di inattività, è tornato in gara il locale Renzo Grossi, che accompagnato alle note dalla figlia Alice ha colto il primo posto nella speciale classifica riservata ai piloti Over 55, conquistando anche una buona undicesima posizione nella graduatoria assoluta.

“Sono stati entrambi bravissimi – commenta Alessandro Perico, Team Principal di PA Racing – anche perché gli avversari erano molti, ed assai agguerriti. Ghelfi si è migliorato di prova in prova, abbassando sempre il suo tempo. Grossi, purtroppo nell’ultimo passaggio è stato vittima di un testa coda che gli ha fatto perdere secondi preziosi, altrimenti la nona posizione assoluta sarebbe stata sicuramente sua. Sono comunque molto soddisfatto anche di lui, che era un anno esatto che non saliva sulla Skoda. Ancora una volta la squadra ha lavorato in maniera perfetta, quindi i miei complimenti vanno anche a tutto il team”.

Non c’è tempo di riposare per la PA racing, che questo fine settimana sarà impegnata all’Adria Rally Show con due vetture. Sulla Volkswagen Polo R5 gommata Pirelli ci sarà Alessandro Perico, in coppia con il fido Mauro Turati, mentre con la Skoda Fabia R5 – Pirelli ci sarà Sergio Tettamanti che dividerà l’abitacolo con Guido Pulici. Perico, è già un ottimo conoscitore del circuito Veneto, in quanto nel 2013, su una Subaru Impreza WRC, alternandosi alla guida con l’amico Piero Longhi, colse il primo gradino del podio assoluto.

Stefano Albertini a ‘forza 4’ alla Ronde della Val Merula

Con il successo in tutte e quattro le prove speciali in programma i lombardi Stefano Albertini e Danilo Fappani (Skoda Fabia R5) si sono aggiudicati meritatamente la 7^ edizione della Ronde della Val Merula, organizzata dalla locale Asd Sport Infinity e valida quale prima prova del neonato “Campionato Rally Liguria Primocanalemotori”.

Terzi lo scorso anno e in gara anche per fare un test completo di vettura e pneumatici in vista del loro prossimo impegno in seno al Campionato italiano rally, sul traguardo finale di Andora i portacolori della Mirabella Mille Miglia hanno preceduto l’analoga vettura dei giovani e sorprendenti francesi Mathieu Franceschi – Lucie Baud, che hanno abbinato una prova veloce e di tutta sostanza alla loro “prima volta” in Italia e a bordo della Fabia.

In terza posizione finale la Ford Fiesta WRC degli spezzini Claudio Arzà – Simona Righetti, indicati come i maggiori antagonisti di Albertini ma penalizzati dalla rottura di un semiasse nel corso della seconda prova speciale. Dietro al trio di testa hanno chiuso, nell’ordine, i monegaschi Bruno Riberi e Florian Labourdette Haut (Vw Polo R5), sempre nel vivo della gara, e gli interessanti e veloci Luca Tosini e Roberto Peroglio (Fabia R5). Hanno concluso la gara 77 dei 103 equipaggi ammessi alla partenza.

In gruppo A si è registrato un nuovo successo del sempreverde imperiese Danilo Ameglio (Peugeot 106 1600), che è giunto dodicesimo assoluto ed ha portato all’esordio come navigatore la figlia Michelle; in gruppo N, invece, vittoria di Antonio Annovi – Ciro La  Mura (Renault Clio RS), ventiduesimi. L’attesa classe R2B ha visto svettare la Peugeot 208 di Loris Mattia Ronzano e Gloria Andreis, sedicesima forza della gara. Successi platonici sia tra le Super 1600, dove hanno primeggiato Vigo – Lavagno (Renault Clio), quattordicesimi, che tra le Super 2000, dove ad imporsi è stato l’editore genovese Maurizio Rossi, con Marta De Paoli e la Peugeot 207, quarantacinquesimo ma attardato dall’accidentale apertura del cofano anteriore in prova speciale.

Positive indicazioni, inoltre, dal debutto agonistico sulle quattro ruote dell’eroe della Dakar 2020, il centauro imperiese Maurizio Gerini che, in coppia con Antonello Moncada ed al volante della Ford Fiesta di classe R2B, ha chiuso l’esperienza in ventitreesima posizione,  riportando entusiasmo e divertimento al punto da lasciare intuire che questa partecipazione non resterà un fatto isolato.

La 7^ edizione della Ronde della Val Merula è stata seguita dall’emittente Primocanale che ha trasmesso in diretta tutte le fasi salienti – verifiche, shakedown, cerimonia di partenza, passaggi sulla prova speciale “Passo del Ginestro”, arrivo e premiazione – di questa gara, caratterizzata da una notevole presenza di pubblico lungo il tratto cronometrato e da un elevato seguito a livello di social network.