Articoli

Totò Riolo e Alessandro Floris vincono il Vallate Aretine con la Subaru Legacy RS Turbo

Il Campionato Italiano Rally Auto Storiche si apre con il successo di Totò Riolo e Alessandro Floris su Subaru Legacy. Nel 9° Historic Rally Vallate Aretine, prima di campionato organizzata da Scuderia Etruria Sport, il siciliano è riuscito ad avere la meglio nel duello all’ultimo chilometro con l’equipaggio campione in carica “Lucky”-Pons su Lancia Delta Integrale 16V.

Riolo è passato in testa sin dalla prima speciale e, dopo aver perso la leadership per problemi d’assetto e una penalità di 10’’, ha riconquistato il comando sulla penultima piesse lanciandosi verso la vittoria. Un rally avvincente e movimentato da diversi colpi di scena, ultimo quello accusato da “Lucky”, che recupera il primo posto sulle lunghe “La Verna” e “Rassinata”, sembra in pieno controllo della gara, ma per un problema all’idroguida si vede costretto a cedere il passo chiudendo secondo per 8 secondi.

Alle sue spalle terzo posto e prestazione da sottolineare per Alberto Battistolli, insieme a Luigi Cazzaro, che arricchisce il suo podio assoluto con lo scratch sulla PS5 al debutto su Delta Integrale nel 4° Raggruppamento. A ridosso del podio conquista la prima vittoria nel 2°Raggruppamento il senese Alberto Salvini, affiancato da Davide Tagliaferri sulla Porsche 911 RS di Gruppo 4, che riesce ad avvicinarsi alle posizioni che contano nonostante un banale problema di alimentazione sulla PS4 che gli fa perdere 1’.

Dietro di lui non riesce quindi a completare la rimonta, ma può comunque vantare il quinto posto assoluto e il secondo di raggruppamento, il biellese Marco Bertinotti con Andrea Rondi su Porsche 911 RSR. Ma questo rally ha proposto molti altri protagonisti proiettati al successo: come il toscano Valter Pierangioli sulla Ford Sierra Cosworth ritirato sulla PS2 per un capottamento, il pilota di Marostica Giacomo Costenaro, su stessa vettura, ritirato all’intervallo di gara per un problema all’idroguida, ma soprattutto Elia Bossalini.

Il piacentino vincitore dell’ultima edizione del Vallate abbandona il rally sul più bello, dall’alto della terza posizione assoluta, per problemi di assetto alla sua Porsche 911 SCRS Gruppo B. Sesto assoluto Riccardo Bianco al volante di Ford Sierra Cosworth, davanti Sergio Mano settimo con la Toyota Celica ST 165. Guadagna la vittoria nel 3° Raggruppamento Roberto Rimoldi, ottavo assoluto e sempre costante alla guida di Porsche 911 SC. Nona posizione per l’adriese Matteo Luise sulla Fiat Ritmo130, davanti al primo degli aretini Marco Bertelli che chiude la top ten assicurandosi la seconda piazza in 3° Raggruppamento su Opel Ascona 400.

Per quanto riguarda il 1° Raggruppamento la vittoria va al torinese Antonio Parisi affiancato da Giuseppe D’Angelo a bordo della Porsche 911 S. Soddisfazione anche per il novarese Dino Vicario e Marina Frasson, che qualche problema elettrico alla Ford Escort RS a metà giornata trovando il primo posto tra le Gruppo 2 in 2° Raggruppamento. Con il Campionato Italiano Rally Auto Storiche è andato in scena anche il Trofeo A112 Abarth Yokohama. La serie ufficiale ACI organizzata dalla Scuderie Etruria, riparte dalle certezze dell’ultima edizione, ovvero dal nuovo successo del giovane vicentino Raffaele Scalabrin, già vincitore lo scrso anno della gara e del trofeo, oggi in coppia con Giulia Paganoni.

Totò Riolo balza al comando della classifica al Historic Rally Vallate Aretine

Partenza lanciata per Totò Riolo su Subaru Legacy nel 9° Historic Rally delle Vallate Aretine. La prima gara valida per il Campionato Italiano Rally Auto Storiche si apre con l’affondo del pilota di Cerda, affiancato da Alessandro Floris, che prende subito il comando del rally dopo i primi chilometri. L’intensa giornata di gara è iniziata con la prova corta “Ponte alla Piera” (9.94 km), indirizzando la flotta di vetture storiche verso il nord di Arezzo.

Riolo è stato subito il più veloce dimostrando di aver trovato subito il buon assetto e il giusto equilibrio della sua Legacy preparata dal team Balletti. Il siciliano si piazza davanti a tutti i migliori equipaggi di di 4° Raggruppamento, con un vantaggio di ben 4.4’’ su Valter Pierangioli, secondo in prova con alle note Giancarla Guzzi sulla Ford Sierra Cosworth. Terzo posto assoluto sulla PS1 per il campione in carica “Lucky”, con Fabrizia Pons sulla Lancia Delta Int 16v, che paga un ritardo già consistente di 7 secondi netti dal leader Riolo. Appena 3 decimi alle spalle di “Lucky” c’è Elia Bossalini, con Harshana Ratnayake sulla Porsche 911 SCRS Gruppo B, attualmente quarto assoluto.

Dietro alle prime della classe si fa avanti il senese Alberto Salvini, insieme a Davide Tagliafferri su Posche 911 SC di Gruppo 4. Il vincitore dell’Historic nel 2015 è ora quinto assoluto a +8.5’’, ma nettamente in testa al 2° Raggruppamento con un margine di ben 12.1’’ dal rivale Marco Bertinotti, comunque ottavo assoluto insieme ad Andrea Rondi, anche loro sulla 911 SC. Un po’ di margine dai primi per i giovani piloti in corsa nel 4° Raggruppamento, comunque autori di un buon primo passaggio. Molto cauto Alberto Battistolli sulla Lancia Delta Integrale 16v. a +9.3’’, mentre il vicentino del CIRT Giacomo Costenaro è settimo dopo la prima speciale sulla Ford Sierra Cosworth a + 10.4.

Buona prova per GianMarco Marcori sulla Porsche 911 SC, attualmente nono assoluto e in testa nel 3° Raggruppamento con un vantaggio di 10.5’’ su Marco Bertelli al volante della Opel Ascona 400. Partenza piuttosto sfortunata per Andrea Zivian e Fabio Ceschino che accusano subito problemi importanti alla frizione della loro Audi quattro, già durante la partenza da piazza Grande, trovandosi costretti al ritiro prima ancora di entrare nella prima prova speciale.

Riparte il Campionato Italiano Rally Storici: al via Historic Rally Vallate Aretine

Il Campionato Italiano Rally Auto Storiche è pronto a ripartire dal 9° Historic Rally delle Vallate Aretine, gara organizzata da Scuderia Etruria Sport, in programma per venerdì 8 e sabato 9 marzo ad Arezzo. La stagione 2019 per la serie tricolore si prospetta quantomai interessante, già dall’esordio, soprattutto guardando i piloti di spicco che firmeranno le 8 tappe del calendario. Molti dei nomi annunciati nella pre season si presenteranno sin dal via sulle speciali aretine. Presenti i migliori piloti dei rally storici pronti a difendere il titolo conquistato lo scorso anno.

Non poteva mancare alla chiamata il grande protagonista dell’ultimo Ciras“Lucky”, nuovamente affiancato da Fabrizia Pons sulla Lancia Delta Int 16V gruppo A per tornare sul gradino più alto del podio in piazza Grande, come nel 2017. Il pluricampione vicentino proverà a confermare la supremazia mostrata nel 4° Raggruppamento, ma dovrà vedersela con i rivali noti e diverse new entry. Ad oggi nessun pilota è riuscito ad aggiudicarsi due volte il Vallate Aretine nel CIRAS, quindi ci proverà anche il piacentino Elia Bossalini, vincitore dell’ultima edizione, con Harshana Ratnayake a bordo della Porsche 911 SCRS di Gruppo B del Team Guagliardo. Punterà la vetta anche il driver di Cerda Salvatore “Totò” Riolo con alle note Alessandro Floris sulla Subaru Legacy gruppo A curata da Balletti Motorsport.

Un 4° Raggruppamento dai nomi importanti come testimoniano le presenze del pilota di Montalcino Valter Pierangioli con Giancarla Guzzi su Ford Sierra Cosworth, di Riccardo Bianco anche lui su Sierra Cosworth Gruppo A insieme a Fabrizio Hendel, ma anche di Alberto Battistolli affiancato da Luigi Cazzaro, che proverà il salto sulla Lancia Delta Int 16v, come papà “Lucky”. Questione di famiglia anche per i Costenaro, con l’esordio tra le storiche per il vicentino protagonista del CIRT 2018 Giacomo Costenaro, sempre affiancato da Justin Bardini, su Sierra Corsworth, oltre al fratello Giovanni Costenaro con Elia Ometto su Lancia 037 Gruppo B.

Altri due piloti si presenteranno allo start al volante di Sierra Cosworth come il veneto Nicola Patuzzo e il toscano Pier Giorgio Barsanti, quindi Fabio Nassani alla guida di Delta Int 16v e il veneto Paolo Baggio su Delta Integrale. Proveranno a ritagliarsi spazio tra le vetture di Gruppo A anche Edoardo Valente su Subaru Legacy, Sergio Mano su Toyota Celica ST165 e l’adriese Matteo Luise su Fiat Ritmo 130 come la migliore pilota 2018 Fiorenza Soave.

Interessante la battaglia tra le molte Porsche 911 SC di Gruppo 4 in gara: quella di Gian Marco Marcori, che punterà la vetta del 3° Raggruppamento dopo il terzo posto dell’ultimo campionato, del biellese campione 2017 Roberto Rimoldi e del pilota di Cefalù Angelo Lomardo, entrambi supportati dal Team Guagliardo, oltre a “MGM”, Alessandro Russo e Giulio Guglielmi su stessa vettura. In corsa tra le Gruppo 4 anche Marco Bertelli al volante di Opel Ascona 400 e “Zippo” su Audi Quattro.

Fari puntati necessariamente su Alberto Salvini. Il senese campione in carica per il 2° Raggruppamento, fresco dell’accordo con la Scuderia Palladio Historic, si lancerà nuovamente alla ribalta in questo CIRAS 2019 partendo proprio dalla gara che lo vede da anni protagonista. Salvini farà il suo nuovo debutto con Davide Tagliaferri sulla Porsche 911 RS Gruppo 4. Proverà a farsi avanti nel 2° Raggruppamento Marco Bertinotti, ancora con Andrea Rondi su 911 RSR di gruppo 4, oltre a Dino Vicario, Rino Righi e Valter Anziliero chiamati alla sfida tra Ford Escort RS di gruppo 2.

Grande atteso anche il varesino Marco Dell’Acqua, con Alberto Galli sulla Porsche 911 S del Team Guagliardo, che vorrà allungare la sua serie di successi e titoli consecutivi nel 1° Raggruppamento. Proverà a dire la sua anche Antonio Parisi, secondo assoluto nella stagione 2018 e ancora ai nastri di partenza insieme a Giuseppe D’Angelo su 911. Nuovamente in corsa su Alpine A110 Luigi Capsoni, che se la vedrà ancora con Massimo Giuliani su Lancia Fulvia Rally.

Con il Campionato Italiano Rally Auto Storiche ripartirà anche il Trofeo A112 Abarth Yokohama. La serie ufficiale ACI organizzata dalla Scuderie Etruria e dedicata alle Autobianchi, giunta quest’anno alla sua decima edizione, si articolerà su sette appuntamenti affiancandosi alla massima serie nazionale anche nel Rally Campagnolo, nel Rally Lana Storico e nel Rallye Elba Storico. A difendere il primato ci sarà nuovamente il vicentino Raffaele Scalabrin in coppia con Giulia Paganoni.

Il Team Bassano alla carica del Rally Vallate Aretine tra Ciras e Trofeo A112

Sta per scadere il conto alla rovescia verso il Rally Vallate Aretine del prossimo 9 marzo, apertura del Cir Auto Storiche e del Trofeo A112 Abarth al quale il Team Bassano sarà presente con sedici equipaggi, cinque dei quali nella Serie dedicata alle Autobianchi. Tra i portacolori dall’ovale azzurro i veronesi Nicola Patuzzo e Alberto Martini, freschi vincitori del 2° Benacus Historic Rally con la Toyota Celica Gruppo A, e che invece ad Arezzo si schiereranno con la Ford Sierra Cosworth 4×4 Gruppo A in una classe che si preannuncia molto combattuta dove troveranno i compagni di scuderia Paolo Baggio e Flavio Zanella al debutto con la nuova Lancia Delta Integrale 16V.

E parlando di esordi, va citato quello di Giacomo Costenaro al suo primo rally storico, che affronterà in coppia con Justin Bardini alla guida della Ford Sierra Cosworth 4×4; quarta trazione integrale del gruppo, la Subaru Legacy 4×4 di Edoardo Valente e Jeanne Françoise Revenu e restando nel 4° Raggruppamento, dal palco di Piazza Grande inizierà l’esperienza nei rally storici per il secondo Costenaro, Giovanni fratello di Giacomo che sarà affiancato dall’esperto Pietro Ometto.

Con la Porsche 911 SC Gruppo 4 saranno della partita “MGM” e Marco Torlasco, mentre con la Fiat Ritmo 130 TC Gruppo A totalmente rivista, Matteo Luise e Melissa Ferro cercano quel risultano consono alle loro doti velocistiche; immancabili anche Rino Righi e Mauro Iacolutti sull’inseparabile Ford Escort MK I Gruppo 2 e altrettanto dicasi di Fausto Fantei con l’Alfa Romeo Alfasud TI Gruppo A che dividerà con Elisa Filippini. Nuova stagione al via per Luigi Capsoni e Denis Masin con la Renault Alpine A110 Gruppo 4 del 1° Raggruppamento e, infine, debuttano coi colori del Team Bassano Nicola Tricomi e Roberto Genovese con un’Opel Kadett Gt/e Gruppo 2.

Cinque gli sfidanti azzurri nel Trofeo A112 Abarth, con Scalabrin-Paganoni, Canetti-Senestraro, Battistel-Rech, Cazzaro-Brunaporto e Baldo-Marcolini. Mentre ci si prepara per il Vallate Aretine, altri tre equipaggi sono in viaggio verso la Corsica dove si correrà il Rally Storico Cap Balagne al quale parteciperanno Maurizio Elia e Pippo Racca con la Ford Escort RS, Luisa Zumelli e Paola Valmassoi su Porsche 911 RS e Massimo Giudicelli con Paola Ferrari su Volkswagen Golf Gti.

Dal fronte della regolarità, bel quinto posto conseguito da Andrea Giacoppo e Daniela Grillone Tecioiu alla Winter Race di Cortina d’Ampezzo, con la Mercedes 190 SL; il duo si è poi cimentato, domenica scorsa, alla Regolarità dei Colli Isolani dove hanno realizzato la terza prestazione assoluta con una Fiat Cinquecento Giannini, ma come previsto dal regolamento che considera “trasparenti” i Top Driver, non sono stati classificati. Classificati al ventesimo posto, Mirko Corradi e Mauro Castagna su Opel Manta Gt/e.

Lucio Da Zanche va con la scuderia Rally Club Team Isola Vicentina: i programmi

Lucio Da Zanche è il nuovo pilota della scuderia Rally Club Team Isola Vicentina per la stagione 2019. Il pluricampione italiano ed europeo rally auto storiche si è accordato con la compagine veneta presieduta da Renzo De Tomasi diventandone portacolori dopo anni di reciproca vicinanza e i continui apprezzamenti espressi a vicenda, culminati con le quattro vittorie che Da Zanche ha riportato al Rally Campagnolo (2009, 2011, 2012, e 2016), unico pilota a riuscire nell’impresa in uno degli eventi stagionali più attesi, organizzato proprio dal club veneto.

Il forte pilota valtellinese difenderà per la prima volta in carriera i colori della scuderia di Isola Vicentina (vincitrice del titolo scuderie 2018) e parteciperà al Campionato Italiano Rally Auto Storiche 2019 con esordio in gara previsto al Sanremo Rallye a metà aprile sulla Porsche 911 Gruppo B gestita dal team Pentacar del patron Maurizio Pagella. La nuova partnership sarà comunque “in azione” fin dai test che in marzo precederanno l’esordio nel Tricolore e che vedranno impegnato il driver di Bormio nello sviluppo del nuovo esemplare Porsche in fase di completamento nella factory Pentacar a Colico.

Da Zanche commenta: “Potrei dire che l’Isola Vicentina per me è sempre stata una vera e propria ‘Isola felice’. Sono l’unico pilota che vanta un poker di vittorie al Campagnolo e quindi questa nuova collaborazione per me ha un significato molto profondo, in primis è un onore. La iniziamo dopo tanti anni di conoscenza e amicizia con la soddisfazione di entrambe le parti e un ringraziamento particolare che devo al presidente De Tomasi. Sono davvero contento e da ora posso concentrarmi in tutto e per tutto sul lavoro di messa a punto che ci attende in vista di un Campionato Italiano che si annuncia impegnativo quanto esaltante sulla Porsche by Pentacar. Abbiamo tutte le intenzioni di essere grandi protagonisti insieme”.

De Tomasi sottolinea da par suo: “Con Lucio c’è sempre stato uno stretto legame di amicizia. Ha il record di primi posti al Campagnolo, gli siamo sempre stati affezionati e lui ha sempre ricambiato. Già lo scorso anno c’era l’idea di collaborare, ma poi non era stato possibile. Ora non si è persa l’occasione di accordarci per il 2019 con la volontà di realizzare qualcosa di importante insieme. E’ una grande gioia per la scuderia poter contare su un pilota così veloce. Basta guardare ai risultati raccolti in carriera: sarà un punto di riferimento, il nostro pilota di punta”.