Miele-Beltrame vincono il WRC2 Masters

Con una prestazione superlativa l’equipaggio italiano porta a casa la vittoria nel WRC2 Masters e i primi punti iridati, grazie ad una power-stage da applausi.

Sventola alto il Tricolore sui cieli del Giappone, grazie alla grandissima impresa portata a segno dal nostro equipaggio formato da Mauro Miele e dal suo navigatore Luca Beltrame. Un’impresa di grande portata quella dell’equipaggio DreamOne, se si tiene conto che ha battuto avversari di altissimo livello come Freddy Loix, Armin Kremer e Oliver Burri, tutti piloti con alle spalle un passato di successi ad altissimi livelli.

Classe 1956, Mauro Miele da Varese ha iniziato la sua carriera nel mondo dei motori dalle due ruote tassellate vincendo molto a livello internazionale nella gare di cross e enduro, firmando nel 1979 la prima vittoria di un pilota italiano in una gara iridata. L’anno successivo (1980) concede il bis e vince una gara di cross indoor, anche in questo caso diventando il primo italiano a riuscire in questa impresa. Una passione quella per i motori fortissima, anche dopo il passaggio dalle due alle quattro ruote con i successi che arrivano anche nel mondo dei rally.

Dal debutto ad oggi sono tredici le vittorie ottenute in carriera dal varesino, dalla prima ottenuta nel 1986 al Rally di Varese al volante della Lancia 037 all’ultima ottenuta lo scorso anno in Toscana al Rally della Valdinievole al volante della Skoda Fabia Rally2. Non solo vittorie assolute, ma arrivano anche i primi titoli dal CRZ 2° zona nel 2019 alle coppe di classe conquistate nel CRZ e nell’Italiano WRC.

L’amore con il Mondiale WRC scocca nel 2018, quando disputa il Tour de Corse al volante della Citroen DS3 WRC con al suo fianco il compagno di mille avventure sportive, Luca Beltrame. Un debutto semplicemente fantastico condito da tempi interessantissimi e un sedicesimo assoluto che spinge Mauro e Luca a cimentarsi l’anno successivo in tre prove iridate: Montecarlo chiusa al trentesimo posto assoluto, Finlandia che per Mauro rappresentava il debutto assoluto nei rally su sterrato chiuso in venticinquesima posizione (10° di RC2) e la Spagna chiusa anzitempo per incidente. Le due stagioni successive, soprattutto quella 2021 serve all’equipaggio Azzurro per conoscere al meglio nuove gare come Croazia, Sardegna e togliersi lo sfizio di correre l’Arctic Rally e il nostro ACI Monza Rally.

Quando nel 2022, la FIA istituisce il WRC2 Masters si capisce fin da subito che quello sarà l’obiettivo numero 1 per il varesino in questo 2022. La partenza è da applausi con la vittoria netta ottenuta al Montecarlo alla quale fanno seguito i due secondi posti ottenuti in Svezia e Croazia. In Sardegna arriva un ritiro, ma questo viene subito riscattato dalla vittoria sulle strade estoni e dal secondo assoluto in Spagna. Con un risultato ancora a disposizione e con la caccia al titolo ancora aperta, arriva la decisione di disputare il Giappone.

Sulle difficili strade del “Sol Levante” il nostro equipaggio confeziona una gara superlativa, vincendo quindici speciali (su sedici disputate) e segnando un clamoroso secondo tempo assoluto sulla power-stage finale, preceduto dal solo Craig Breen. Un risultato che garantisce oltre al titolo assoluto WRC2 Master, quattro punti nella classifica generale del Mondiale WRC.

Ricevi le nostre notizie su Google News, seguici: basta un clic

Google News