Thierry Neuville, Rally Sanremo 2011

IRC, Rally Sanremo 2011: Thierry Neuville in Paradiso per 1″5

Un secondo e mezzo, poca roba. Ma molto di più dei tre decimi di vantaggio che separavano i due di testa prima dell’ultima prova speciale del rally Sanremo 2011. Un secondo e mezzo, la distanza fra il paradiso e non proprio l’inferno, ma qualcosa che gli somiglia. Ride Thierry Neuville, grandissimo, che ha vinto al Rally di Sanremo 2011 e sorride amaro Andreas Mikkelsen che ha perso. Non sorride proprio Freddy Loix che ha perso tutto nel terz’ultimo impegno, il primo della seconda boucle, andando a sbattere. Capita, ma il veterano aveva veramente fatto un pensierino all’attico più alto del podio.

Dopo le vittorie di Kris Meeke e Paolo Andreucci, la Peugeot 207 Super2000 torna a trionfare a Rally Sanremo 2011 con Therry Neuville, che conquista la sua seconda vittoria stagionale. In seconda posizione un Andres Mikkelsen in gran forma sugli asfalti italiani, che torna ad utilizzare la testa e porta a casa 18 punti molto importanti. Ultimo gradino del podio per il pilota di Peugeot Sport Bryan Bouffier. Infine quarto Jan kopecky, che consolida la sua leadership in campionato.

La chiave di Volta della gara sono stati ancora una volta i quarantaquattro chilometri della “ronde” notturna del Sanremo si sono rivelati decisivi per la classifica. Il belga Freddy Loix ha attaccato fin dai primi metri, infliggendo 7”2 al compagno di squadra Andreas Mikkelsen, che ora si trova al secondo posto con un distacco di 2”7.

Il giovane norvegese Mikkelsen si è dovuto arrendere all’esperienza del rivale e nonostante abbia comandato la classifica dalla prima alla sesta prova speciale ha concluso la giornata alle spalle del Belga che lo ha inseguito a pochi secondi fino all’attacco finale che gli permetterà di partire leader il giorno dopo. La ronde è stata sospesa dopo il passaggio dell’equipaggio Basso-Dotta che, usciti di strada dopo il fine prova, hanno colpito due auto del pubblico.

Per sicurezza la direzione gara ha inviato un’ambulanza per controllare le condizioni delle persone coinvolte, che non hanno riportato conseguenze. Verrà assegnato un tempo imposto che verrà calcolato per ogni singolo pilota sulla base della media dei tempi di ciascuno.

Quindi, Andreas Mikkelsen, ancora in testa alla corsa prima delle ultime due speciali, ha visto sfumare l’opportunità di incassare il massimo dei punti. Il pilota della Skoda ha infatti perso lo scontro diretto, arrivando al traguardo 1 secondo e mezzo dopo Neuville. Ennesima beffa per lui, dopo l’errore in Ungheria, e tanta delusione. Terzo posto per Marc Bouffier, seguito dal leader della classifica piloti Jan Kopecky, autore di una gara regolare e priva di rischi.

Fuori dai giochi invece il secondo in classifica Freddy Loix, dopo un incidente durante la PS11 che lo ha costretto al ritiro ed annullato la speciale, perchè la sua vettura bloccava la sede stradale. Il divario tra Kopecky e Loix si allunga: il pilota ceco (132 punti) vede avvicinarsi sempre di più il titolo 2011, mentre il diretto inseguitore perde l’occasione di chiudere in vittoria una gara ben giocata (almeno fino al momento dell’incidente) e viene raggiunto a quota 103 punti da Neuville.

Da segnalare infine il sesto e il settimo posto dei due italiani, Alex Perico su Peugeot e Umberto Scandola su Ford Fiesta.