Andreas Mikkelsen, Rally di Scozia 2011

IRC 2011: il colpaccio di Andreas Mikkelsen in Scozia

La fortuna è una ruota che gira. È così da sempre e dal 9 ottobre 2011 anche Mikkelsen lo ha capito bene. Persa una gara che pareva vinta in Ungheria, e perso il Sanremo per poco più di un secondo, con l’urlo strozzato in gola al termine dell’ultima PS, il ventiduenne norvegese con le stimmate del campione in Scozia ha finalmente raggiunto il traguardo prestigioso della prima vittoria nell’IRC. Un piccolo record perché nessuno vi era riuscito prima di lui alla stessa età.

Ma certo non è stata una vittoria facile. E questo se possibile non fa che aumentare i meriti di questo ragazzone del nord. La pioggia del sabato ha infatti reso delle strade già di loro difficili al limite dell’impraticabile. Difficoltà quindi aumentate in maniera esponenziale e che, in diverse occasioni, hanno costretto piloti anche più esperti a gettare la spugna o portato ad errori che li hanno messi fuori classifica.

Ad emergere quindi non potevano essere che i più bravi come, per esempio, Juho Hanninen che, nell’anonimato fino al riordino di metà giornata del sabato, è poi riuscito a cambiare completamente la sua guida arrivando a metà della tappa conclusiva a insidiare la leadership del pilota norvegese.

Il secondo posto conclusivo rimane comunque un bel punto esclamativo per il campione in carica che ha fatto un bel bottino di punti in un a gara dal coefficiente 1,5, e ora sarà interessante vedere la decisione dei vertici della Skoda in vista dell’ultima gara a Cipro, visto che Jan Kopecky non è andato più in là di un anonimo quinto posto.