Articoli

Andreas Mikkelsen trova un volante e un sedile per allenarsi

Andreas Mikkelsen ha trovato un volante e un sedile. Infatti, l’ex pilota di Hyundai Motorsport ha ufficialmente annunciato di essersi di nuovo unito alla famiglia OMP Racing per le sue gare di karting. Certo, una WRC Plus è tutta un’altra cosa, ma il karting per tenersi in allenamento ed evitare di perdere i riflessi ha sempre il suo perché, ancor di più se gli allenamenti in go-kart li fai con il team Tony Kart.

Vincitore di tre prove del Campionato del Mondo Rally e campione della serie Intercontinental Rally Challenge nel 2011 e nel 2012, Andreas Mikkelsen ha gareggiato dal 2017 nel WRC per Hyundai Motorsport. La sua sfortuna, se così possiamo chiamarla, è stata quella di approdare nella serie iridata nell’Era Ogier. Ma il pilota norvegese non si arrende e continua a sperare.

Nel 2019, Andreas Mikkelsen ha saltato tre gare iridate ma è riuscito comunque a concludere la stagione al quarto posto finale, alle spalle di Ott Tanak, Thierry Neuville e Sebastien Ogier, con tre podi conquistati e ulteriori cinque piazzamenti a punti, contribuendo inoltre alla conquista del primo titolo Costruttori nella storia della casa Sudcoreana.

Il Monza Rally Circuit ritrova la sua appetibilità

Il Monza Rally Circuit che si corre oggi venerdì 6 fino a domenica 8 dicembre, con l’assenza di Valentino Rossi, sembra aver recuperato appetibilità. I partenti nella classe R5 sono cinquantanove, tra di loro ci sarà il vincitore assoluto del rally monzese. Le vetture di classe WRC 1.6 T, con un trofeo dedicato, sono cinque. Diciotto invece sono le auto storiche iscritte al Monza Rally Show Historic, divise tra quattro raggruppamenti differenti a seconda dell’anno di costruzione. Al Masters’ Show, la sfida finale sul rettilineo dell’Autodromo di Monza, parteciperanno anche quattro WRC del mondiale rally appena concluso.

Il Monza Rally Circuit di quest’anno ha una forte partecipazione di piloti del mondo rally. Hyundai Motorsport schiera tre vetture guidate da equipaggi che hanno corso nel mondiale. Si tratta di Dani Sordo-Carlos Del Barrio, Andreas Mikkelsen-Anders Jaeger e Craig Breen-Martijn Wydaeghe, tutti con i20 R5.

Nella quota di partenti stranieri al Monza Rally Cicuit, troviamo anche l’irlandese Josh McErlean navigato da Keaton Williams su i20 NG: il 20enne è Junior British Rally Champion 2019. Con Ford Fiesta MK2 corre l’inglese Rhys Yates (con Catie Munnings come navigatrice), 27enne con una stagione alle spalle nel WRC 2. Niclas Grönholm-Antti Linnaketo conducono invece una Skoda Fabia, il pilota è figlio d’arte del due volte Campione del Mondo finlandese Marcus Grönholm.

Tra i connazionali, parte con il numero 1 sulla portiera di una Volkswagen Polo il due volte campione italiano Piero Longhi navigato da Gianmaria Santini. Porta in pista una Citroen C3 il tre volte Campione Europeo e Campione Italiano Luca Rossetti, navigato da Eleonora Mori. Su Skoda Fabia, l’equipaggio Damiano De Tommaso-Giorgia Ascalone vincitore 2019 della International Rally Cup.

De Tommaso è anche Campione Italiano rally Junior 2018. Secondo nella IRCup, Alessandro Re (navigato da Fulvio Florean) partecipa al Monza Rally Show con una Polo GTI. Non avrà difficoltà sulla pista di Monza, il Campione Italiano di rally su asfalto e vicecampione italiano rally Andra Crugnola, in coppia con Marco Bergonzi, su Volkswagen Polo. Su i20 NG gareggia il vincitore dell’Abarth Rally Cup, Andrea Nucita (con Mattia Nicastri).

Conducono entrambi una Skoda Fabia, Luca Bottarelli (con Giuseppe Zagami) e la campionessa italiana Rachele Somaschini (con Chiara Lombardi). La coppia, nella vita e nei motori, Andrea Mabellini e Virginia Lenzi guidano invece una Hyundai i20.

Non mancheranno i piloti che si sono formati nelle gare di velocità e su pista. Tra di loro, Raffaele Marciello su Citroen C3, recente campione della FIA GT World Cup a Macao. Marciello, navigato da Alessandro Nolli Brianzi, ha corso in Formula 1, GP2 e F3 ed ora si dedica alle gare Gran Turismo. Marco Bonanomi, salito sul podio della 24 Ore di Le Mans, porta al Monza Rally Show una Skoda Fabia; al suo fianco, Luigi Pirollo.

Il campione di GP2 e ora commentatore di Sky Sport, Davide Valsecchi conduce una Skoda Fabia con l’aiuto della web star Denis Tarantello, per l’occasione navigatore d’eccezione. Ha molto successo sul web anche Luca Salvadori, ex biker di SBK e apprezzato youtuber che corre con il navigatore Alberto Vagaggini.

Tra gli equipaggi che partecipano al Monza Rally Show Historic, si segnalano nel 2° raggruppamento (1972-1975) “Walter Ben”-Patrizia Perosino su Lancia Stratos, nel 3° raggruppamento (1976-1981) l’ex F1 Alessandro Caffi navigato da Michele Caffi su Porsche 911, nel 4° raggruppamento periodo J1 (1982-1985) Lucio Da Zanche-Nicolò Imperio su Porsche 911 Sc/Rs e nel 4° raggruppamento periodo J2 (1986-1990) “Lucky”-Luigi Cazzaro su Lancia Delta

Dani Sordo e Andreas Mikkelsen al Monza Rally Show

Dani Sordo e Andreas Mikkelsen gareggeranno al Monza Rally Show. I due piloti del Hyundai Shell Mobis World Rally Team prenderanno parte all’evento rallistico che si terrà dal 6 all’8 dicembre al Monza Eni Circuit, guidando delle i20 R5. I driver del mondiale rally affronteranno dunque otto Prove Speciali nel Tempio della Velocità con l’assistenza della casa madre Hyundai Motorsport, concorrendo nell’unica classe di vetture ammessa quest’anno alla vittoria assoluta del rally monzese.

Dani Sordo torna nel Belpaese dopo la vittoria a giugno del Rally Italia Sardegna 2019. Lo spagnolo è ormai un veterano del Monza Rally Show. Ha infatti partecipato a quattro edizioni (2010, 2011, 2013 e 2016), vincendo nel 2010 e 2013 sia il rally di Monza sia il Masters’ Show, la gara spettacolo finale uno contro uno sul rettilineo dell’autodromo.

Spiega Sordo: “È la mia quinta partenza al Monza Rally Show, ma quest’anno sarà speciale perché guiderò una Hyundai i20 R5 e non sono mai stato a Monza con una R5 prima d’ora. Per me sarà un weekend di festa con la squadra. Cercheremo di vincere ovviamente, ma quello di Monza è sempre stato un evento molto ludico al termine dell’anno. Ho un po’ di esperienza con la R5 dopo averla già condotta, in questa stagione, in alcuni rally in Portogallo, Spagna e Argentina. È una vettura molto piacevole da guidare. È naturamente un’auto differente dalla WRC, ma si comporta ancora egregiamente e si possono segnare dei buoni tempi”.

Andreas Mikkelsen è invece alla sua seconda partecipazione al Monza Rally Show. Nel 2017 si alternò infatti alla guida con Thierry Neuville, vincendo il Masters’ Show di quell’anno. Anche il norvegese, classe 1989, è salito sul podio del Rally Italia Sardegna 2019, arrivando terzo.

Dichiara Mikkelsen: “Al Monza Rally Show guiderò per la prima volta in gara una Hyundai i20 R5. Ho fatto in passato alcuni test con la vettura che mi hanno restituito delle buone sensazioni, visto che ho potuto guidarla come volevo. Il rally monzese è sempre un fine settimana divertente e di relax. Ho partecipato due anni fa condividendo un’auto con Thierry Neuville, ma quest’anno, con un normale navigatore, potrò concentrarmi su me stesso e mostrare di cosa è capace la vettura. Sono sicuro che sarà una gara competitiva, soprattutto correndo contro Dani. Penso che ci divertiremo entrambi, e normalmente quando ti diverti guidando un’auto, il passo è sempre buono”.

Sordo e Mikkelsen saranno i rappresentanti a Monza del team Hyundai Motorsport che chiude in positivo una stagione rallistica grazie al recente titolo iridato nel mondiale costruttori. Alla guida della scuderia che ha raggiunto per la prima volta nella sua storia la vetta della classifica costruttori, c’è l’italiano Andrea Adamo che coglie l’occasione del Monza Rally Show per invitare tutti i fan della casa coreana a incontrare alcuni dei piloti vincenti del team.

Spiega il Team Director: “Il Monza Rally Show è diventato un evento molto popolare nel corso degli anni tra i piloti e gli appassionati. Sono felice di avere in gara Dani e Andreas, in rappresentanza del nostro team vincitore del campionato, alla guida della Hyundai i20 R5 nella classe regina del weekend. Ovviamente faranno del loro meglio per inscenare uno spettacolo per il pubblico, vincere la gara e mostrare le prestazioni dell’auto, ma sarà anche una buona occasione per gli appassionati in autodromo di festeggiare il nostro titolo costruttori nel WRC con alcuni dei membri del team che hanno reso possibile questa traguardo!”.

Il Monza Rally Show, con Dani Sordo e Andreas Mikkelsen, si conferma dunque un evento capace di attirare i maggiori piloti della scena rallistica internazionale e coniugare competizione sportiva e spettacolo. L’evento partirà venerdì 6 dicembre alle 13.30 con la Grid Exhibition, l’esposizione delle vetture iscritte alla gara nella pitlane del Monza Eni Circuit. In giornata si correranno le prime due Prove Speciali. Sabato 7 dicembre sono in programma quattro PS mentre domenica 8 dicembre i concorrenti concluderanno la competizione con le ultime due Prove Speciali. Nel pomeriggio di domenica, a partire dalle 13, lungo il rettifilo principale del circuito si susseguiranno gli scontri di coppia del Masters’ Show.