Lucio Da Zanche, Rally Sanremo Storico 2021

Lucio Da Zanche ci crede e vince il Sanremo Storico

Lucio Da Zanche e Daniele De Luis ci hanno creduto fino in fondo con la loro Porsche 911 gruppo B, preparata dal team Pentacar e hanno vinto il 36° Sanremo Rallye Storico, primo appuntamento del Campionato Italiano Rally Auto Storichee e il primo del FIA European Historic Rally Championship .

Gli applausi dunque sono tutti per il pilota valtellinese che si di fatto ha dominato la gara e si è preso tutto: gara, 4° raggruppamento e il primo round dell’europeo. Da Zanche ha comandato dallo start all’arrivo piazzando 10 scratch totali su 14 in programma. Una gara super che si aggiudica la sua quarta vittoria nell’Albo del Sanremo (2011,2012, 2018 e 2021) nonostante all’arrivo Da Zanche abbia confessato di essere preoccupato per un problema al cambio nella prima tappa.

Ci va davvero vicino Matteo Musti, sorpresa di questa gara. Il pilota di Voghera con la sua Porsche 911 in coppia con Claudio Biglieri, si è saputo mettere in evidenza correndo una bella gara sempre rimanendo sempre sulla scia di Da Zanche. Qualche errore nel primo giorno non gli ha permesso di lottare per la vetta del podio ma il risultato è comunque notevole ottenendo uno scratch, il 2°Raggruppamento e chiudendo secondo assoluto a 23’’ dal primo.

Terza piazza meritata per Matteo Luise e Fabrizio Handel con la Subaru Legacy. Una gara in salita per il pilota di Adria tornato sulla vettura dopo cinque anni dall’ultima apparizione sulla Legacy, di Balletti Motorsport. Sorride anche Andrea “Zippo” Zivian, tra i protagonisti di questa gara con la Audi Quattro navigato da Denis Piceno che cnclude quarto assoluto.

Seguono in classifica le Porsche 911 affidate alle cure di Davide Negri e Marco Bertinotti navigato da Andrea Rondi si sono rispettivamente occupati la quinta e sesta posizione dopo aver lottato nelle prove. In particolare Negri, copilota Roberto Coppa per, ha spinto nel tratto finale ma non ha mai risolto i problemi di potenza che aveva riscontrato già nella prima tappa.

In questa seconda giornata, fuori dai giochi quasi subito, il più atteso di tutti Luigi “Lucky”Battistolli, con Fabrizia Pons, con la sua Lancia Delta Integrale 16V Gruppo A di 4°Raggruppamento che toccando un muretto ha rotto una sospensione che l’ha costretto ad abbandonare la corsa.

Proseguendo con la classifica finale assoluta dello Storico termina settimo assoluto Angelo Lombardo, navigato come sempre da Ratnayake. Un po’ di amaro in bocca per il pilota di Cefalù, sulla Porsche 911 Rsc di 4°Raggruppamento curata dal Team Guagliardo, autore di due scratch sulla prova di “Semoigo”, ma rallentato nella due giorni di gara prima da una sospensione poi da qualche errore sul finale.

Ottavo assoluto, l’equipaggio spagnolo formato da Daniel Alonso Villaron e Alejandro Lopez Fernandez con la loro Ford Sierra Cosworth 4X4. , mentre completano la top ten assoluta il novarese Dino Vicario sulla Ford Escort MKII, il migliore tra le Gruppo 2 e Maurizio Pagella con Maurizio Pagella con Roberto Brea su 911 Carrera Rs.

Gli asfalti del Sanremo sono stati teatro di battaglie anche nel 1°Raggruppamento dove a spuntarla è stato il campione in carica Antonio Parisi con Giuseppe D’Angelo che ha approfittato dei problemi che hanno ritardato il suo principale avversario Nicola Salin con Davide Protta su Porsche 911 S, altra 911 S. Il prossimo round del CIRAS 2021 adesso si disputerà sugli asfalti della Targa Florio HIstoric Rally in programma per il 7-8 maggio.

Sentite all’arrivo

“Zippo” – Quarta presenza al Sanremo ed è andato meglio di quello che pensavamo perché l’Audi Quattro non è la macchina migliore per questo tipo di strade, strade strette e tortuose. Abbiamo tenuto comunque un buon passo e prendere punti per il campionato europeo era quello che ci interessava.

Negri – “Siamo partiti bene per cercare di tenere un bel passo ma abbiamo avuto problemi di motore che ci siamo portati fino alla fine. Contenti comunque di essere stati davanti a Bertinotti nella lotta per il campionato. La gara è sempre bellissima, dura e difficile, non permette errori, ma sempre un gran gara. Per me una delle migliori”

Bertinotti – “E’ andata molto bene. Ieri abbiamo avuto un problema per la rottura di un bilanciere con il motore che, sue due prove, girava solo a cinque cilindri. Sono soddisfatto del recupero fatto e poi questa è una gara che amo molto perché non c’è una prova che non mi piace e poi il Sanremo è un mito”.

Da Zanche – “Una gara bellissima e abbiamo avuto sempre la situazione sotto controllo. La macchina è sempre stata perfetta nonostante un problemino al cambio con la seconda che grattava e ha richiesto un’attenzione maggiore del solito”.

Luise – “Sono molto soddisfatto della prestazione, mia e della macchina All’inizio non me lo aspettavo ma ho travato subito il passo dei migliori. E’ andato tutto per il verso giusto e sono molto contento”.

Musti – “E’ andata molto bene perché nella prima tappa abbiamo perso troppo tempo nelle prime due speciali e, mancando da parecchio tempo da queste gare, dovevo riprendere un giusto ritmo. Ritrovato il passo ci siamo giocati tutte le prove sul filo dei decimi ma il risultato finale non può che lasciarci soddisfatti. Un grazie a tutti i ragazzi del team e al motorista che è mio padre”.

Alonso – “E’ la terza volta al Sanremo, Sono molto contento di tornate in Spagna con un secondo posto di raggruppamento anche in ottica campionato europeo”.

CLASSIFICA ASSOLUTA 36. SANREMO RALLY STORICO – DAY 2: 1. Da Zanche-De Luis (Porsche 911 Sc Rs) in 1:29’52.1; 2. Musti-Biglieri (Porsche 911 Rsr) a 20.7; 3. Luise-Handel (Subaru Legacy) a 1’57.3; 4. ‘Zippo’-Piceno (Audi Quattro) a 2’11.9; 5. Negri-Coppa (Porsche 911) a 2’18.6; 6. Bertinotti-Rondi (Porsche 911 Rsr) a 2’53.1; 7. Alonso Villaron-Lopez Fernandez (Ford Sierra Cosworth 4X4) a 4’57.1; 8. Vicario-Bondesan (Ford Escort Rs1800) a 6’48.1; 9. Pagella-Brea (Porsche 911 Carrera Rs) a 7’36.1; 10. Sordi-Belfiore (Porsche 911 Sc Rs) a 7’48.6.

4° Raggruppamento: Da Zanche- De Luis (Porsche 911 Sc Rs)in 1:29’52.1 Porsche 911 Sc Rs; 2. Luise- Handel (Subaru Legacy) +1’57.3;3. Alonso Villaron- Lopez Fernandez(Ford Sierra Cosworth 4X4)+4’57.1

3°Raggruppamento: 1. ‘Zippo’- Piceno (Audi Quattro)in 1:32’04.0;2. Delle- Regis (Fiat Ritmo 75)+11’55.6; 3. Gandolfo- Torterolo (Fiat 127)+13’40.9

2°Raggruppamento: 1. Musti- Biglieri (Porsche 911 Rsr) in 1:30’12.8; 2.  Negri- Coppa (Porsche 911)  +1’57.9; 3. Bertinotti- Rondi (Porsche 911 Rsr)          +2’32.4     

1°Raggruppamento: 1. Parisi- D’Angelo (Porsche 911 S)in 1:48’34.9 ; 2. Salin-Protta (Porsche 911 S) + 3’36.8; 3. Bianco  – Casazza (Porsche 911) +5’17.5