Ott Tanak: ''Se c'è qualcosa di più bello voglio vederlo''

Ott Tanak: ”Se a Monza c’è qualcosa di più bello voglio vederlo”

“Le condizioni che abbiamo affrontato nella prima giornata dell’Aci Rally Monza sono state uniche e tra le più dure dell’anno. Guidare su asfalto con alcuni tratti di fango è difficile nel migliore dei casi non si può immaginare quanto sia impegnativo”. A dirlo non è uno qualunque, bensì Ott Tanak, campione del mondo rally in carica e in corsa (per la matematica) per aggiudicarsi il secondo titolo consecutivo. E si riferisce al rally a Monza.

“Abbiamo dovuto leggere la strada da soli, capirla, interpretarla, concentrandoci sulla superficie per capire dove sarebbe stato il grip. Devi essere al 100% per trovare il limite perché se spingi troppo, c’è sempre una curva che può fregarti. Ce l’abbiamo fatta e abbiamo concluso la giornata senza problemi”, ha spiegato Ott Tanak alla fine del Day 1 del rally monzese.

“C’era molta pioggia e si andava facilmente in aquaplaning, quindi è stato tutt’altro che facile. Durante la giornata ho riscontrato dei miglioramenti. Ogni tanto il feeling con la macchina è stato piacevole. Le prove speciali del Bergamasco potrebbero essere ancora più difficili, ma se c’è qualcosa di più interessante di quello che abbiamo visto oggi, voglio vederlo”.