WRC, PS2-3 Monza: Sordo comanda, Greensmith sbatte

WRC, PS2-3 Monza: Sordo comanda, Greensmith sbatte

Dopo il primo tris di prove in autodromo, in cui è inclusa la PS1 del giovedì, in testa al Rally di Monza iridato e innevato in testa c’è Dani Sordo, che rifila ben 4″6 ad Esapekka Lappi. Il finlandese, buon gustaio, sembra gradire il concetto di scivola molto. Al terzo posto assoluto troviamo la Yaris WRC numero 17 di Sebastien Ogier, che deve pensare a vincere dimenticandosi del numero che ha sulle portiere.

Quarta posizione per l’altro “uomo delle nevi”, il giovane Kalle Rovanpera, che al contrario di come si potrebbe immaginare uno “jeti” o un “vichingo”, è glabro e sorridente e corre con il numero 69. Elfyn Evans chiude la top five a 10″3 dalla vetta e con oltre 4″ secondi di vantaggio sul freddo estone della Hyundai Motorsport, pressato a sua volta dal finlanedese Teemu Suninen che gli è a soli 0″4 di distacco. Seguono Mikkelsen (a 16″8), Veiby (a 20″) e Greensmith (a 22″5).

Così la PS2 del Rally di Monza

Ottimo inizio da parte di Dani Sordo che viene fuori dall’insidiosa apertura di giornata con gli sfidanti al titolo Ogier, Neuville e Tänak, leader del rally, che hanno avuto vari problemi, tra cui qualche testacoda. Teemu Suninen ha avuto un buon tempo intermedio nell’apertura, ma è stato costretto a rallentare nella seconda metà della PS quando il motore della sua Fiesta ha iniziato a fare strani rumori. 

CLASSIFICA DOPO PS2

POS.DRIVERTEMPO
1.Sordo13min29,7sec
2.Lappi+ 4.6sec
3.Ogier+ 7.1sec
4.Rovanperä+ 7,9 sec
5.Evans+ 10,3 sec
6.Tänak+ 15,1 sec

Sebastien Ogier ha corso in queste condizioni
Sebastien Ogier ha corso in queste condizioni

Cosa è accaduto sulla PS3

C’è stato un piccolo ritardo per il via della PS3, che inizia dalle stradine di servizio e poi svoltare sull’iconica sopraelevata del vecchio ovale ad alta velocità, con numerose chicane e un tratto erboso. Un misto di asfalto liscio sul circuito principale e strade sterrate sconnesse all’interno della pista portano sul rettilineo dei box per un ultimo nastro di asfalto, prima che la tappa termini nelle stradine interne.

Esapekka Lappi è il più veloce. Ha scelto di utilizzare pneumatici da neve sulla sua Fiesta e questa decisione ha dato i suoi frutti. “Un grande rischio: dobbiamo vedere quanto si usurano le gomme, ma sembra che funzionare!”. Dani Sordo: 7″9 e scivola al terzo posto in prova, ma resta leader. “Non conosco il mio tempo. È stato molto più difficile, e alcuni punti erano molto più scivolosi. OK, siamo sopravvissuti senza problemi”.

Greensmeth sbatte con la Fiesta al chilometro 5,7 km. Suninen ha un problema tecnico sulla sua Fiesta: “Difficile. Abbiamo cercato di fare del nostro meglio nel parco assistenza e dobbiamo vedere se possiamo continuare il rally. Il motore è rotto…”. Rovanpera è un po’ più dietro rispetto a quanto lui stesso avrebbe voluto, ma sarà solo felice di farcela indenne.

Per Tanak qualche leggero danno estetico alla parte anteriore sinistra della sua i20 quando arriva alla fine della tappa. “Ho tagliato una chicane, ma va bene”. Neuville spinge forte per compensare la sua piccola escursione “a funghi” sulla PS2. Ogier è arrabbiato. Non riusciva a vedere nulla. Ha corso con i vetri appannati.