Paolo Andreucci, Rally San Martino di Castrozza 2011

Rally San Martino 2011: festa per Andreucci, Cunico e Campedelli

Secondi che vanno e secondi che vengono. Quel 17 settembre 2011, dieci anni fa, non si risparmiano, Paolo Andreucci e Luca Rossetti, nelle cinque prove speciali della frazione conclusiva dell’ultimo appuntamento della serie Tricolore, il Rally San Martino di Castrozza. Forse giocano, ma lo fanno troppo bene e, perciò, meritano comunque i complimenti di appassionati e addetti ai lavori.

Così, la Peugeot 207 Super 2000, con dentro Paolo Andreucci ed Anna Andreussi, vince anche il 31° Rallye Internazionale San Martino di Castrozza e Primiero, ultima prova del Campionato Italiano Rally 2011, consegna definitivamente ad Ucci-Ussi il sesto titolo in carriera, oltre che settimo successo stagionale su otto gare disputate.

Il friulano con l’Abarth Punto firma i primi tre tratti della giornata e si avvicina al toscano con la Peugeot 207. Abbastanza da convincerlo a rimboccarsi un po’ le maniche e aggiungere altre due perline alla sua collana di successi parziali. Al secondo posto chiude, dunque, la Abarth Grande Punto dei due friulani Luca Rossetti e Matteo Chiarcossi che sono rimasti in lotta per la vittoria fino all’ultima prova speciale, dovendosi poi arrendere per soli 4”7.

“Abbiamo terminato con una vittoria – ragionava a fine gara Paolo Andreucci –. Si è trattato di un campionato straordinario per me, per Anna e per la Peugeot. Il punteggio, il numero dei successi possono trarre in inganno. E’ stata dura dall’inizio alla fine ed i miei avversari sono sempre stati molto bravi”.

Luca Rossetti, Rally San Martino di Castrozza 2011
Luca Rossetti, Rally San Martino di Castrozza 2011

Terzo importantissimo posto per il vicentino Franco Cunico, insieme a Rudy Pollet su una Peugeot 207 Super 2000. Con questo risultato Cunico si aggiudica il Trofeo Csai Indipendenti, riservato ai piloti privati, e per i migliori piazzamenti anche il terzo posto nella classifica assoluta della serie, nei confronti di Alessandro Perico qui solamente quinto alle spalle anche del ligure Alessio Pisi. Ma non solo. Il San Martino di Castrozza, che Cunico adora, è la sua trecentesima gara, festeggiata quindi sul podio e col titolo.

“E’ il mio dodicesimo titolo – spiegava quasi commosso ma sempre col sorriso Franco Cunico – ed è quello più sofferto perché ottenuto con tanta grinta ma anche con tanta esperienza. E’ stato un campionato bello e combattuto, molto difficile per noi privati”.

Simone Campedelli, Rally San Martino 2011
Simone Campedelli, Rally San Martino 2011

La corsa ha assegnato il Campionato Italiano Rally Junior. Il Tricolore è andato al romagnolo Simone Campedelli che, con la sua DS3 dl Citroen Team Italia, ha vinto in gara e ha conquistato il prestigioso titolo riservato ai piloti più giovani. Al termine di una stagione straordinaria che ha visto lui, il suo navigatore Danilo Fappani e la Citroen, conquistare anche la Coppa Csai 2RM, il romagnolo ha alla fine prevalso sul siciliano Andrea Nucita, Renault, qui ritiratosi per problemi al motore.

Se Campedelli ha sofferto per vincere, a soffrire di più è stato Andrea Crugnola che ha un po’ appannato una prestazione finalmente ad alto livello tagliando una gomma nel terzultimo impegno cronometrato.

“E’ un risultato straordinario per me e per il team – erano le parole di Simone Campedelli – che premia la grande professionalità di Citroen e la volontà di lottare fino in fondo per un risultato che sembrava ad un certo momento della stagione irraggiungibile. Non va infatti dimenticato che siamo partiti con una gara di ritardo rispetto ai nostri avversari. Devo ringraziare tutti a partire da Citroen che ha creduto in me, per proseguire con la Procar e con Andrea Crugnola, grande professionista e compagno di squadra leale”.

La Mitsubishi Castrol Evo Cup premiava Antonio Pascale, in coppia con Tiziana Biondi, mentre per quanto riguarda il Trofeo Clio R3 Top, monomarca di casa Renault, successo meritato in gara per Andrea Carella e nella classifica generale per Ivan Ferrarotti, pilota di Castlenuovo Monti in provincia di Reggio Emilia.

Così la prima tappa

Paolo Andreucci ed Anna Andreussi sulla Peugeot 207 Super 2000 hanno chiuso al comando la prima tappa del 31° Rallye Internazionale San Martino di Castrozza e Primiero, ultima prova del Campionato Italiano Rally. Il toscano dopo avere lottato nella prima parte della tappa soprattutto con il veronese Umberto Scandola, al comando con la sua Ford Fiesta Super 2000 fino alla quarta prova, e con il friulano Luca Rossetti, Abarth Grande Punto Super 2000, ha poi attaccato decisamente nel secondo giro dove il solo Rossetti è riuscito a mantenere il passo.

Problemi tecnici hanno infatti arrestato la corsa di Umberto Scandola e rallentato pesantemente quella di Perico. A trarre vantaggio da questi problemi sono stati il ligure Alessio Pisi e il vicentino Franco Cunico, entrambi su Peugeot, che hanno chiuso oggi al terzo e quarto posto dell’assoluta. Cunico è ancora in gioco per la conquista del Trofeo Indipendenti.

La prima tappa potrebbe è stata decisiva per l’assegnazione del Campionato Italiano Junior. La sfortuna che ha accompagnato Andrea Nucita, Renault Clio R3C, in questa ultima parte della serie Tricolore, ha toccato infatti l’apice proprio qui a San Martino. Prima un problema elettrico e poi un principio di incendio hanno definitivamente arrestato la corsa del siciliano dando via libera a Simone Campedelli ed alla sua Citroen DS3. Il romagnolo, che ora è dietro al compagno di colori, il lombardo Andrea Crugnola, dovrà però assolutamente vincere il gruppo e la classe per aggiudicarsi il titolo.

Classifica 31° Rally San Martino di Castrozza e Primiero

1. Andreucci – Andreussi ( Peugeot 207 Super 2000) in 1h 11’25” 3 ; 2 Rossetti- Chiarcossi (Abarth Grande Punto Super 2000) a 4”7 ; 3. Cunico – Pollet ( Peugeto 207 Super 2000) a 2’56”8; 4. Pisi – Florean (Peugeto 207 Super 2000) a 2’59”2; 5. Perico –Carrara (Peugeot 207 Super 2000) a 3’49”3; 6. Campedelli – Fappani ( Citroen DS3 R3T) a 4’51”9 ; 7 .Taddei – Gaspari ( Peugeot 207 Super 2000) a 5’47”4; 8. Bresolin – Zortea (Peugeto 207 Super 2000) a 5’49”3 ; 9. Crugnola – Monetti (Citroen Ds3 ) a 2’12”5 ; 9. Carella – Riolfo (Renault Clio R3C) a 5’50”7; 10. Ferrarotti – Fenoli (Renault Clio R3C) a 6’08”9

Classifiche Campionato Italiano Rally 2011

  • Conduttori: 1. Andreucci, punti 175 ( 193) ; 2. Rossetti 106; 3 Cunico e Perico 78; 5. Scandola 63.
  • Costruttori: 1. Peugeot, 313; 2. Abarth 110; 3. Ford, 75; 4. Citroen 47; 5. Renault 35; 6. Skoda 17.
  • Campionato Italiano Rally Junior: 1. Campedelli 193; 2. Nucita 192 ; 3. Signor 168; 4. Carella 136 ;5. Andolfi, 77.
  • Campionato Italiano Rally Produzione: 1. Gianfico 130; 2. Angrisani 93 ; 3. Vallario 76; 4. Pascale 61.
  • Trofeo Indipendenti: 1. Cunico 64; 2. Scandola 61; 3. Perico 57; 4. Pisi 53.
  • Campionato Femminile: 1. Penserini 39; 2. Zupanc 35; Mainiero 18.