Rally Targa Florio, sicurezza innanzitutto: ma quale?

Commissario per l’AC Palermo? Rally Targa Florio in pericolo

Rally Targa Florio sempre più a rischio e questa volta i problemi non sono legati alla sicurezza, come nel caso del Rally Bellunese. Molti di voi ricorderanno che qualche anno fa ci fu un interessamento da parte di Aci verso il Rally Targa Florio, poi un tira e molla con la Regione Siciliana, che ad un certo punto alzò la voce e decise che avrebbe acquistato il marchio facendolo diventare a tutti gli effetti siciliano. Tutto risolto? Ma manco per sbaglio. La Regione tarda l’acquisto della gara e intanto il Ministero vigilante sull’Aci chiede il commissariamento dell’ente palermitano. E ora che succede? Che frana tutto…

Il Comitato Esecutivo dell’Aci, nella riunione del 23 marzo 2022, è stato costretto a recepire la richiesta di commissariamento arrivata dal Ministero dei Beni Culturali nei confronti dell’Ac Palermo. Quindi, adesso c’è da seguire un iter burocratico che, inizialmente, sarà molto silenzioso. Un’istruttoria e si sceglierà un commissario straordinario, che di solito viene indicato da Aci e che a Palermo sarà il terzo a partire dal 1994. Quindi verrà sciolto il consiglio direttivo, che altrimenti sarebbe decaduto nel 2025.

La seconda fase diventa la più dolorosa, perché se eventuali debiti fossero eccessivi e non ci fossero sufficienti fondi per ripianarli, verrebbe presa l’estrema decisione di chiudere definitivamente l’Ac Palermo, fondato nel 1913 da Vincenzo Florio. La rivista Sicilia Motori parla di un debito stimato tra i 6,5 e i 9 milioni di euro, ma non c’è nessuna fonte ufficiale che confermi questo dato e che si esponga a parlare di debito.

Ma al di là di ciò che potrebbe accadere all’Ac Palermo, non bisogna dimenticare che in mezzo c’è il Rally Targa Florio, terza prova del Campionato Italiano Rally Assoluto Sparco a calendario tra il 5 maggio e l’8 maggio prossimi. L’auspicio è che la gara si possa disputare regolarmente, ma prima del rally, tra il 23 e il 26 aprile è attesa la pubblicazione della delibera di Aci verso l’Ac Palermo. Ci rincuora il fatto che, essendo Aci la federazione sportiva, qualunque cosa accada farà in modo di sostenere questa (ultima?) edizione del Rally Targa Florio.

La storia del Rally Targa Florio, infatti, racconta che durante l’edizione 1994, la settantottesima, proprio alla vigilia delle verifiche tecniche e sportive, mentre tutti gli equipaggi e i team erano giunti in Sicilia da diverse regioni d’Italia e anche dall’estero, siccome mancava il legale rappresentante dell’Automobile Club Palermo appena commissariato, la gara fu rinviata e tutti dovettero fare ritorno a casa. Qualcuno tornò a disputare il rally a novembre, molti altri no. La storia continua…

Nelle migliori edicole

RS e oltre aprile 2022