CIAR, Rally Sanremo: Crugnola-Ometto non temono la notte

La prima tappa del 69° Rally di Sanremo si è chiusa con la disputa del secondo passaggio sulle prove di Vignai e Bignone, corsesi in notturna e con l’ausilio dei fari supplementari. Anche con il calar della sera a farla da mattatore è stato Andrea Crugnola, navigato da Pietro Ometto, al volante della Citroen C3 Rally2 della F.P.F Sport. Il varesino ha continuato a spingere forte sull’acceleratore, aggiudicandosi entrambi i passaggi e portando il suo vantaggio su Giandomenico Basso a 7″6.

Per il pilota della Citroen solo un piccolo inconveniente allo start della PS di “Bignone 2” a causa di un guasto al semaforo dei crono, cosa che non gli ha permesso di completare correttamente la procedura di partenza, percorrendo i primi 200 m della prova in modalità trasferimento. A parte questo per lui è stata sicuramente una tappa da incorniciare, con quattro migliori tempi sulle cinque prove in programma, oltre ai 3 punti extra agguantati sulla Power Stage.

Come detto, in seconda posizione troviamo Giandomenico Basso, in coppia con Lorenzo Granai, al volante della Hyundai I20 Rally2 della Friulmotor, seguito da vicino (appena un decimo !) dalla Skoda Fabia Rally2 Evo di un più che positivo Damiano De Tommaso. Il varesotto sugli asfalti liguri sta dimostrando che le belle cose fatte vedere nel precedente appuntamento del Ciocco non sono state frutto del caso ed ora per la lotta allo scudetto bisognerà fare i conti anche con lui.

Quarto posto per la Skoda Fabia Rally2 Evo di Fabio Andolfi, affiancato da Manuel Fenoli. Il ligure ha un ritardo dalla vetta di 14″6, ma deve guardarsi le spalle dal ritorno dell’irlandese Craig Breen, il quale si trova ad appena 2″4 in quinta posizione. Dopo i primi cinque i distacchi iniziano a farsi già pesanti, visto che Stefano Albertini occupa la sesta posizione con un ritardo di 32″6 da Crugnola. Per il bresciano non è stato un inizio di gara esaltante, in parte dovuto ad alcune scelte di set-up che non gli hanno permesso di spingere come vorrebbe.

Alle sue spalle troviamo Giacomo Scattolon e Giovanni Bernacchini, al volante della Skoda Fabia Rally2 Evo, mentre in ottava posizione c’è la Volkswagen Polo di “Pedro“, navigato per l’occasione dall’esperto Fulvio Florean. Chiudono i primi dieci Alessio Profeta (Skoda Fabia) e Simone Miele (Skoda Fabia). Tra i ritiri illustrati da segnalare quello di Mads Ostberg a causa di alcuni problemi al motore della sua Citroen C3 Rally2.

Per quanto riguarda il Campionato Italiano Due Ruote Motrici al comando c’è Luca Bottarelli (Peugeot 208), il quale precede di 22″0 Gianandrea Pisani (Peugeot 208) e di 59″7 Daniele Campanaro (Ford Fiesta).

La gara ripartirà nella giornata di domani con la PS di Passo Teglia alle ore 10:32.