,

A fuoco l’auto: salvo Loeb per miracolo, ferito meccanico

Loeb salvo dopo incendio

Sebastien Loeb, campione del mondo rally per nove volte, non parteciperà all’Abu Dhabi Desert Challenge (gara di preparazione alla Dakar 2022). E con lui non parteciperà anche Nani Roma, vincitore di due Dakar, con il quale compone il team Prodrive Brx. Non solo. Non ci sarà nemmeno il debutto con la nuovissima Hunter T1+, la vettura rinnovata e in configurazione Fia 2022.

Lo ha annunciato la stessa Brx: “Lunedì 1 novembre, durante i nostri test a Dubai, il team è stato vittima di un brutto incendio durante un rifornimento e uno dei nostri tecnici è rimasto seriamente ustionato. Assistito immediatamente dallo staff medico è stato poi trasportato in un centro per grandi ustionati a Dubai dove è attualmente ricoverato”.

Il team Prodrive Brx del nove volte campione del mondo di rally, Sebastien Loeb, si trovava nel Paese Arabo per una gara di preparazione all’edizione 2022 della Dakar. Una nuvola di fuoco ha investito la vettura Hunter T1+ durante un’operazione di rifornimento carburante. Auto in fiamme, piloti in salvo ma un meccanico è rimasto gravemente ustionato.

Sebastien Loeb e Nani Roma: entrambi sono riusciti ad abbandonare l’abitacolo avvolto dalle fiamme mentre il meccanico che effettuava il rifornimento di benzina non ce l’ha fatta ad allontanarsi ed è rimasto travolto. È vivo ma in gravi condizioni, ricoverato nel centro per grandi ustionati a Dubai.

Da qui la decisione, unanime, di ritirarsi: “Non ce la siamo sentita di venire a correre. Non ci sembrava il caso perché vogliamo rimanere vicino al nostro tecnico e alla sua famiglia”, ha detto uno dei responsabili del team. Il rogo ha colpito proprio il mezzo di Loeb e Fabien Lurquin (chiamato a sostituire Daniel Elena dopo il clamoroso divorzio dal team): la polizia locale sta indagando sulle cause.

Alcuni testimoni hanno raccontato che durante un rifornimento, dalla pompa della benzina è uscito un getto che ha colpito la vettura e la persona che stava effettuando il rabbocco del serbatoio. Una scintilla, di cui ancora non è chiara la provenienza, ha innescato l’incendio che è stato immediato e brutale.

Loeb è riuscito a mettersi subito in salvo e anche il suo copilota. Ma non il meccanico, investito dal getto e coinvolto nell’incendio. “In un attimo la macchina ha preso fuoco e le fiamme si sono propagate velocemente tutto intorno”, una delle testimonianze.

Nelle migliori edicole

Copertina RS e oltre novembre 2021