Toyota GR Yaris H2

Toyota prepara le GR Yaris e le Corolla H2 per il WRC 2025

Più volte ci siamo chiesti, da irriducibili romantici: ma come mai Toyota ha accettato di partecipare al ciclo del WRC 2022-2024 che prevede la transizione ad un ancor non meglio definito ibrido che, per ora, seguirà lo schema endotermico elettrico, se il suo presidente Akio Toyoda si professa contrario all’elettrico? Ecco, la risposta ci è piovuta oggi sulla scrivania. Sapevamo già e avevamo pubblicato nel corso del 2021 sulla nostra rivista un articolo in cui spiegavamo che Toyota è contraria all’elettrico perché lavora all’idrogeno.

Ecco, però, che tutto ad un tratto prende forma la Toyota GR Yaris H2. Ad idrogeno. Così, magari, nel 2025 la WRC/Rally1 sarà pronta, ben sviluppata, sicura e competitiva. E siccome c’è un reale dubbio su quelle che saranno le dimensioni scelte per le vetture che evolveranno le Rally1, va avanti anche lo sviluppo della Corolla ad idrogeno, che si è anche vista girare su un circuito in Giappone.

Ora, obiettivamente,questa mossa a sorpresa di Toyota, che ha presentato un prototipo della GR Yaris a idrogeno al Salone di Bruxelles, dove è stata svelata anche la Corolla Cross e, per la prima volta in Europa, le nuove GR86 e l’elettrica BZ4X, è un chiaro segnale di come potrebbero evolvere le auto da rally nel prossimo futuro.

Lo stesso powertrain ibrido, che usa l’idrogeno come carburante, ora è stato montato sulla GR Yaris a idrogeno, su uno schema del tutto simile alla nuova Mirai che è già arrivata alla seconda generazione con la sua tecnologia rivoluzionaria. A differenza di quest’ultima, però, GR Yaris a idrogeno non sfrutta la reazione chimica nelle celle a combustibile per generare energia.

La GR Yaris e la Corolla, entrambe alimentate ad idrogeno, adottano un motore turbo G16E-GTS da 1,6 litri a 3 cilindri in linea, lo stesso che viene equipaggiato sulla GR Yaris, ma con alimentazione del carburante modificata e sistema di iniezione adattato all’impiego dell’idrogeno.

Qualcosa di diverso rispetto ai 261 CV della versione benzina che ha fatto letteralmente impazzire gli appassionati, ma comunque molto interessante. Non sono stati rilasciati dati sulla potenza del motore a idrogeno ma è sicuro che chimicamente l’idrogeno brucia a una velocità maggiore rispetto alla benzina tradizionale.