La finale di Monza s'ha da fare e forse con Valentino

La finale di Monza s’ha da fare e forse con Valentino

Gli organizzatori del Rally di Monza hanno annunciato ufficialmente le sedici prove speciali che struttureranno la finale del WRC 2020 dal 3 al 6 dicembre, confermando che la gara si farà. L’orientamento federale è quello che il Mondiale Rally si deve chiudere a Monza. Punto e basta. Tre giorni di azione nell’autodromo di Monza, affettuosamente chiamato il Tempio della Velocità e al momento parcheggio per le ambulanze della Brianza con a bordo pazienti malati non gravi in attesa di destinazione, di cui due nelle veloci PS dell’autodromo e una sulle strade delle colline del Bergamasco.

Il Rally di Monza sarà la prova del WRC più strana di sempre, non solo del 2020. Mai nella storia un rally così ibrido nel massimo campionato. Molto compatto con 241,37 chilometri di prove speciali, quasi il 50% del percorso complessivo che è pari a 505,38 chilometri. Il Rally di Monza, che appare per la prima volta nel WRC ma che è già confermato come riserva del 2021, è un’aggiunta tardiva, una toppa, al calendario funestato dal Covid-19. I giochi si apriranno giovedì pomeriggio con il test di velocità che alzerà il sipario Monza King of Show di 2,02 chilometri. Non si hanno informazioni se alla data della gara le ambulanze dell’emergenza Covid-19 a Monza, che è la “nuova Codogno”, saranno ancora in autodromo.

La prima giornata di venerdì comprende cinque prove speciali sul circuito del parco vicino a Milano. Due passaggi mattutini per la prova A di 13,29 km saranno seguiti da una doppia PS B di 16,04 km. La tappa si chiude con la PS Gran Premio C di 10,33 km di sera. Un parco assistenza di 15 minuti segue ciascuna delle quattro PS di apertura, con un’assistenza regolare di 45 minuti alla fine della giornata. La distanza competitiva è di 68,99 km.

Sabato si va in direzione nord-est per la tappa più lunga della manifestazione sulle strade a ridosso del Lago di Como, a nord di Bergamo. Le prove speciali che comprendono Selvino (26,39 km), Gerosa (11,31 km) e Costa Valle Imagna (22,13 km) sono inframezzate dal PA a Monza. Una ripetizione del test del Gran Premio C di venerdì, di nuovo al buio, porta il conteggio della giornata a 129,99 km di gara.

Valentino Rossi viene ancora nominato dal “totoscommesse” come un possibile partecipante al Rally di Monza. La PS Gran Premio viene affrontata per la terza volta domenica mattina, prima di un doppio passaggio sulla PS D di 15,02 km di Monza. La seconda manche formerà la Power Stage e confermerà la destinazione dei titoli iridati Piloti e Costruttori. Il tutto per un totale di 40,37 km. Tra gare così corte e anche in autodromo, l’auspicio è che si possa essere tutti vaccinati prima dell’inizio della stagione 2021 per tonare a vivere dei rally normali…