,

Toyota e il test in Croazia in ottica regolamento 2025

Elfyn Evans

Elfyn Evans ha guidato una vettura Toyota Rally1 dotata di un alettone posteriore più piccolo, simile a quanto previsto per il campionato del prossimo anno.

Durante i test del Rally di Croazia, Evans ha guidato una vettura Toyota Rally1 dotata di uno spoiler posteriore più piccolo, simile a quanto previsto per il campionato del prossimo anno. Inoltre, le prese d’aria dell’unità ibrida erano bloccate. Evans non è rimasto particolarmente colpito dalla nuova vettura e ha espresso chiaramente i suoi sentimenti.

“Non è particolarmente emozionante”, ha detto dopo i test. A febbraio la FIA ha proposto modifiche radicali al WRC, ma i costruttori non sono rimasti soddisfatti di queste proposte. Ora, è opinione diffusa che la FIA stia attualmente lavorando a un compromesso per le regole tecniche della stagione 2025. Si prevede che questo compromesso sarà comunicato alle parti interessate prima della riunione del World Motor Sport Council di giugno.

Il direttore Andrew Wheatley ha fornito ai media maggiori dettagli sulle modifiche alle regole proposte per il 2025. “All’inizio del processo quinquennale del Rally1, era molto chiaro che l’elemento ibrido fosse un contratto triennale, e questo è ciò che abbiamo con (il fornitore) Compact Dynamics, ma non stiamo cambiando il concetto di Rally1”, ha detto Wheatley ad Autosport. “L’unica discussione che stiamo avendo riguardo al cambiamento del Rally1 è quella di modificare l’ala posteriore. Vogliamo togliere un aereo dell’ala posteriore, manterremo l’aereo superiore”, ha continuato Wheatley.

La FIA prevede di ridurre la potenza delle vetture Rally1 attraverso soluzioni aerodinamiche e la rimozione delle unità ibride. L’obiettivo è che le auto del Rally2 assomiglino maggiormente alle auto del Rally1 in futuro. “Le modifiche riguardano metà dello spoiler, la rimozione dell’unità ibrida e la compensazione della differenza di peso, il che significa un limitatore più piccolo in modo tale da annullare il rapporto peso/potenza”, ha spiegato Wheatley. La riduzione della potenza ha suscitato critiche tra i produttori. Le attuali auto del Rally1 sono piuttosto impressionanti in termini di suono e potenza, e si teme che le modifiche pianificate ridurranno significativamente la potenza e lo spettacolo delle auto di prima classe.