Tifoso paraplegico di Hyundai in Portogallo

La forza della passione: quando Ott Tanak vale tutto

I rally sono un serbatoio di storie più uniche che rare. Passione, tifo, solidarietà spesso contribuiscono a creare situazioni irripetibili. Carpe diem. Ed è veramente questione di un attimo, anzi di minuti, per poter raccontare e documentare al pubblico cosa si fa pur di assistere insieme a qualche ora di traversi sulla terra portoghese. Appunto: passione, tifo, solidarietà.

In Italia e in Portogallo, ma anche in Spagna, i fan della specialità rallystica non si pongono limiti pur di assistere ad una prova speciale o ad un test. Men che meno se in ballo c’è qualche da guardare il proprio idolo del Mondiale Rally che fa su e giù e in ogni curva mitraglia pietre e pietruzze per qualche ora, allietando l’animo e i timpani col rombo di una WRC Plus a tutta. Riempie di orgoglio poterlo dire: i rally sono diventati in linea di massima uno sport senza barriere.

Ott Tanak, test Portogallo del 16 aprile 2021
Ott Tanak, test Portogallo del 16 aprile 2021

Il 16 e 17 aprile 2021 si sono svolti i test di Ott Tanak, Thierry Neuville e Dani Sordo a Luílhas/Fafe in Portogallo. Questi test sono preparatori al passaggio, ormai prossimo, del WRC dall’asfalto alla terra. La voce dei test di Hyundai Motorsport si era sparsa nei giorni precedenti e ad un certo punto, nonostante il caldo e le difficoltà logistiche per raggiungere il luogo del test (il team manager di Hyundai non sceglie quasi mai posti facilmente raggiungibili), è comparso sulla collinetta che sovrasta il percorso un fan speciale di Ott Tanak.

Il tifoso portoghese di Hyundai
Il tifoso paraplegico di Hyundai ai test in Portogallo

Il ragazzo che vedete in foto sulla carrozzina, ovviamente grazie all’aiuto dei suoi amici, appassionati come lui, non si è fatto problemi a farsi portare a poche centinaia di metri dal test. Non sappiamo se poi è riuscito ad arrivare fino al parco assistenza e a scattarsi le foto di rito col suo idolo, Ott Tanak, ma ci auguriamo di sì. Proprio perché la passione è affetto e non va mai respinta, ferita o umiliata.

Queste foto sono destinate a diventare virali e per far sì che potessero arrivare ai destinatari gli amici della Brevies Rallye School hanno fatto anche un post su Twitter in cui hanno taggato Ott Tanak, Thierry Neuville e Dani Sordo e in cui hanno ribadito il significato di queste immagini: rispetto!