WRC: Audi Quattro A1, il ricordo del mito

WRC: Audi Quattro A1, il ricordo del mito

L’Audi Quattro, una siglia che fa venire la pelle d’oca ai piloti e agli appassionati, potrebbe tornare al World Rally Championship in versione Audi Quattro A1 ma con motore Peugeot in un nuovo progetto coadiuvato da Mattias Ekström. Il nuovo team EKS JC di Ekström sta sviluppando la Quattro A1 con specifiche Rally2-Kit, vettura progettata e costruita secondo i regolamenti FIA che potrebbe correre nelle categorie di supporto WRC2 e WRC3.

La Rally Technic, azienda sudafricana che ha collaborato a fondo nel progetto, ha confermato che l’auto sarebbe idonea per le competizioni del World Rally Championship. “Quando è stata lanciata la nuova generazione di Audi A1 – afferma Ekstrom -, sapevamo di voler costruire qualcosa da essa. E poiché tutti conoscono la mia passione per i rally, è diventato subito chiaro che avremo costruito un’auto da rally”.

La Quattro A1 ha un motore turbo da 1,6 litri che eroga 263 CV ed è abbinato a un cambio sequenziale a cinque velocità. La trazione è integrale. “La macchina è pronta. È rimasto solo il lavoro di configurazione. Dobbiamo fare alcuni chilometri di prova e raccogliere le informazioni. Non c’è una vera data fissa per questo, ma è abbastanza chiaro che vedremo l’auto in alcune competizioni in primavera  o in estate. Per ora, questa vettura è solo per il nostro uso personale, ma quando saremo soddisfatti delle sue prestazioni, la offriremo ad altri concorrenti e team”, ha detto Ekström.

Lo svedese è stato a lungo associato ad Audi nel motorsport, vincendo anche il titolo WorldRX nel 2016 ed è arrivando secondo nelle due stagioni successive. Nello scorso weekend ha corso invece all’Arctic Rally Finland, giungendo quinto nel WRC3 con una Skoda Fabia Rally2 EVO. Joel Christoffersson, team manager di EKS JC, ha detto che i test inizieranno su neve e ghiaia prima di passare all’asfalto. 

“L’ex campione FIA Junior WRC Emil Bergkvist sarà il nostro pilota di sviluppo e inizieremo le nostre sessioni di test prossimamente. Abbiamo anche in programma di partecipare ad alcuni rally locali o internazionali nella stagione 2021”, ha spiegato Joel. Entusiasta del progetto anche il direttore generale di Rally Technic Chris Coertsee: “Il kit FIA Rally2 offre un equilibrio prezzo-prestazioni unico per i team, ma in questo caso è anche combinato con un marchio leggendario e un glorioso come Audi”.

Audi e la sua Quattro abbandonarono il WRC come squadra ufficiale nel 1987 dopo aver ottenuto 24 vittorie su 58 rally. La Quattro è il simbolo dei rally e, molto probabilmente, una delle vetture più iconiche e memorabili di sempre. Vedere una macchina del Marchio nei rally è sempre un piacere e uno spettacolo, ma purtroppo per il momento non si parla del ritorno del Costruttore nel WRC.