Articoli

Suzuki Rally Cup: Rivia in testa al monomarca

Nella lotta nella Suzuki Rally Cup, al Due Valli, il successo è andato ad Andrea Scalzotto insieme a Nicola Rutigliano. Il vicentino alla sua seconda vittoria consecutiva a Verona, ha sfruttato bene la conoscenza della gara realizzando i migliori crono in cinque delle nove prove speciali in programma, di queste anche le due power stage di “Cà del Diaolo 1” e Porcara 1” e chiudendo con il tempo complessivo di 1:23’59.

Dietro Scalzotto, a 21’’8, termina una bella prova Roberto Pellè. Il trentino insieme a Giulia Luraschi ha fatto suo il secondo giro di sfide cronometrate, vincendo due prove, rimontando dalla sesta posizione ed è rimasto nelle posizioni alte fino alla fine aggiudicandosi la gara tra le Racing Start. A conquistare il terzo gradino del podio a Verona dunque un altro rientro atteso del Suzuki Rally Cup: Ivan Cominelli. Lo svizzero insieme a Igor Leone Fieni ha così centrato l’obiettivo di cogliere punti importanti nella classifica del Trofeo.

La sfortuna ha colpito invece sin dalle prime battute di questa prova della Suzuki Rally Cup Nicola Schileo. Il padovano arrivato a Verona da leadership e affiancato da Gianguido Furnari pronti e via è rimasto coinvolto in un’uscita di strada che ne ha compromesso la corsa. Ad approfittarne su tutti è stato Simone Rivia. Il parmense insieme a Andrea Dresti, sulla Swift in versione Turbo ha saputo amministrare la propria corsa portando a casa i punti utili per scavalcare Schileo nella classifica del trofeo. Ora Rivia comanda il trofeo con 38 punti seguito dagli avversari appaiati Scalzotto e Schileo a 31.

Guardando ancora alla gara prestazioni da evidenziare quelle degli Under Mattia Zanin con Fabio Pizzol e Igor Iani affiancato da Nicola Puliani, rispettivamente quinto e sesto assoluto. Entrambi i giovani del trofeo hanno saputo interpretare le prove e mettere in pratica grandi capacità di guida sui fondi fangosi del Due Valli, segnando anche gli scratch nelle ultime prove speciali della gara. Conclude la trasferta veronese in settima posizione il siciliano Giorgio Fichera con Alessandro Mazzocchi secondo nella classifica Racing Start. A seguire nella classifica delle vetture Swift R1 tutte dotate di pneumatici Toyo Tires sono Simone Calcagno, con Alessandro Parodi su Swift in versione Boosterjet e Marco Longo navigato da Franceschini. Più distante chiude Christian Mantoet insieme a Stefano Beltramello seguito dall’altro Under del trofeo Giovanni Pelosi con Alessio Spezzani.

La Suzuki Rally Cup registra al Due Valli due ritiri per lo svizzero Lorenzo Albertolli con Valentina Bucksch, ed Alessandro Forneris navigato da Vincenzo Torricelli.

Sugli asfalti scaligeri, sempre in casa Suzuki, non ha deluso le aspettative Simone Goldoni insieme ad Eric Macori che nonostante le difficoltà è riuscito a portare fino al traguardo la sua Swift Hybrid Sport, trasparente ai fini della classifica di trofeo terminando in sesta posizione tra le vetture R1 e ancora in lotta per il Campionato Italiano R1.

CLASSIFICA SUZUKI RALLY CUP: Rivia Simone 38pt; Schileo Nicola – Scalzotto Andrea 31; Fichera Giorgio 29; 3. Cominelli   Ivan 28; Pelle’ Roberto 24; Mantoet Cristian 17; Calcagno 16 – Iani Igor 16; Zanin Mattia 10; Martinelli Stefano 9; Longo Marco 5; Vallino Claudio-Albertolli Lorenzo-Pelosi Giovanni 3.

Sebastian Dallapiccola: sorpresa 2019 e conferma 2020 a RIT

Giovani rallysti crescono. Conoscete il ragazzo nella foto? Lo vedrete alla finale di Rally Italia Talent ad ottobre, grazie all’impegno di Renzo Magnani ideatore, fondatore e coordinatore di Rally Italia Talent, e di Massimo Nalli, presidente di Suzuki Italia che sostiene l’iniziativa.

Il giovanissimo debuttante si chiama Sebastian Dallapiccola e ha appena sedici anni. È di Baselga di Piné, in provincia di Trento. Sebastian ha esordito e ha sorpreso per i tempi e per la determinazione, nell’edizione 2019 di Rally Italia Talent, ha compiuto gli anni a maggio ed è stato la conferma del 2020.

Riparte la Suzuki Rally Cup: sei gare nel 2020

La passione di Suzuki per il motorsport si dimostra più forte di qualsiasi avversità: riparte la Suzuki Rally Cup 2020. Anche in una stagione agonistica ridotta a causa dell’emergenza Covid-19 e del conseguente lockdown, Suzuki è pronta ad animare il mondo delle corse, annunciando la tredicesima edizione del trofeo monomarca.

Quest’anno il celebre trofeo monomarca si articolerà su sei gare concentrate tra i primi di agosto e l’inizio di novembre, nelle quali i piloti saranno chiamati a superare i loro limiti, nel rispetto del regolamento e degli altri concorrenti. Questo impegno e i valori che lo ispirano sono gli stessi che Suzuki porta in qualsiasi competizione e vuole diffondere anche tra le nuove generazioni di appassionati.

Ad armi pari

L’avvincente lotta tra i protagonisti della Suzuki Rally Cup si svolgerà ad armi pari. I concorrenti potranno schierarsi al via con quattro tipologie di auto, affidabili e competitive:

  • Suzuki Swift Sport 1600 Fiche n°0038 allestite con le specifiche del Gruppo R1
  • Suzuki Swift BoosterJet 1.0 Fiche n° 0042 allestite con le specifiche del Gruppo R1
  • Suzuki BoosterJet 1.0 (Swift/Baleno) con le specifiche Racing Start
  • Suzuki BoosterJet 1.0 (Swift/Baleno) allestite con le specifiche R1 nazionale

Con la loro leggerezza, la loro sensibilità alle regolazioni e un comportamento esaltante su ogni percorso queste vetture assicurano un grande gusto al volante e rappresentano la palestra ideale per sviluppare le capacità di guida.

Un pieno di emozioni

Con questi presupposti è certo che la Suzuki Rally Cup regalerà nel 2020 un grande spettacolo e tante emozioni ad ogni appuntamento. Le sei prove in calendario si svolgeranno in concomitanza con alcuni tra i più blasonati e probanti rally del panorama italiano. I partecipanti al monomarca Suzuki potranno dunque cimentarsi su tracciati di alto livello, preparati con cura e con una grande attenzione al tema sicurezza da organizzazioni molto professionali.

Suzuki Rally Cup 2020

  • 1 e 2 agosto – 14° Rally di Alba
  • 21 e 22 agosto – 43° Rally Il Ciocco e Valle del Serchio
  • 12 e 13 settembre – 104a Targa Florio
  • 3 e 4 ottobre – 67° Rallye Sanremo
  • 23 e 24 ottobre – 38° Rally 2 Valli
  • 6 e 7 novembre – 39° Rally Trofeo ACI Como

Un ricco montepremi

La Suzuki Rally Cup 2020 mette in palio importanti premi in denaro e assegnerà tanti riconoscimenti a tutti coloro che si distingueranno nelle molte categorie previste dal regolamento. In generale, per definire le classifiche finali della Suzuki Rally Cup 2020 i piloti potranno scartare il peggiore risultato ma non quello dell’ultima prova. La tabella che segue mostra i principali premi in Euro previsti per la classifica piloti, che saranno assegnati a coloro che prenderanno parte ad almeno quattro prove:

PosizioneAssolutaRS (Racing Start)R1 Turbo
110.0009.0009.000
26.0006.0006.000
34.0003.0003.000
43.0002.0002.000
52.000  
61.000  


La Suzuki Rally Cup 2020 prevede, inoltre, 3.000 Euro di premio per il primo classificato tra i piloti Under 25 e 1.000 Euro per quello che svetterà invece tra gli Over 50. Sempre 1.000 Euro saranno attribuiti anche al primo tra i navigatori e al concessionario cui si appoggerà il vincitore della graduatoria assoluta per l’acquisto dei ricambi, su cui tra l’altro la Casa riconosce uno sconto del 20% a tutti i partecipanti. I premi riservati ai vincitori delle classifiche R1 Turbo, RS, Under 25 e Over 50 sono cumulabili con quelli della classifica assoluta.

Un trofeo per tutti

La Suzuki Rally Cup è un monomarca coinvolgente, divertente e dai costi accessibili, l’ideale per chi voglia affrontare competizioni di rango senza sostenere spese rilevanti. Per questa edizione la quota d’iscrizione ammonta a 500 Euro + IVA per coloro che avevano già preso parte alle precedenti edizioni e a 1.000 Euro + IVA per i nuovi iscritti.

Nel primo caso il concorrente ha diritto a ricevere un kit di adesivi da applicare all’auto, due giubbotti personalizzati Suzuki, due polo sempre personalizzate, una tuta da meccanico e due cappellini Toyo, che è il fornitore unico delle gomme della Cup. Nel secondo caso al pacchetto si aggiunge una tuta ignifuga HRX con logo Suzuki. L’iscrizione al trofeo è invece gratuita per i navigatori, che possono anche acquistare la citata tuta ignifuga ad un prezzo agevolato.