Jacopo Trevisani, Peugeot 208 Rally 4

Jacopo Trevisani si ripresenta al Rally della Val d’Orcia

C’è un legame quasi affettivo, ormai, tra Jacopo Trevisani e il Rally della Val d’Orcia (RaceEmotion Photography) che va in scena questo fine settimana a Radicofani, splendido borgo in provincia di Siena. Nel 2013 fu teatro d’esordio in sella a una Fiat 600 Sporting assieme ad Andrea Marchesini, primi di Classe A0 con sorriso smagliante. Ora quello stesso palcoscenico si ripropone al medesimo equipaggio, ma con una ruggente Peugeot 208 Rally 4 GF Racing gommata Pirelli, assaggiata senza fortuna un mese fa al Rally Valle del Tevere, terminato subito nella prima prova speciale per cedimento di un semiasse.

In mezzo 5 cinque partecipazioni con 2 ritiri (2015 e 2020), 2 volte secondo di Classe R2B (2016 e 2017), il 4. posto assoluto (2019) guidando una tantum la Hyundai i20 R5 Friulmotor. “Sono al mio settimo Val d’Orcia – precisa il driver bresciano – e il quinto con Andrea al mio fianco. Sembra strano, ma è ancora una gara test perché abbiamo bisogno di capire a fondo come gira questa nuova Rally4. Un mese fa siamo riusciti a fare appena qualche chilometro, troppo poco per entrare in sintonia con una vettura davvero performante, difficile da interpretare se non hai messo tutto a posto, gomme e regolazioni di setup”.

Su strade piuttosto conosciute, il portacolori di HP Sport ha dunque l’obiettivo di affinare l’intesa con la 208 evoluta, “un altro mezzo rispetto alla versione R2, decisamente più veloce e grintoso”, dando uno sguardo al cronometro “per vedere, senza stress, dove siamo rispetto ai nostri avversari”. Il Val d’Orcia 2021, penultima prova del Raceday Rally Terra 2020/2021, prevede sabato le verifiche dei concorrenti e lo shake down, domenica la gara con le prove speciali di San Casciano dei Bagni (6,58 km) e Piancastagnaio (11,05 km, terzo passaggio accorciato a 6,47) da ripetere tre volte.