Val Tiberina a rischio, Raceday a Gianmarco Donetto?

Gianmarco Donetto e quel sogno di Raceday Rally Terra

Il pilota carmagnolese è in testa alla serie sterrata e in caso di mancata disputa della gara aretina ne diventerebbe il vincitore. Nel frattempo RaceDay Terra ha comunicato che distribuirà i premi ai piloti già matematicamente vincitori entro fine mese. Il primo a esserne sorpreso è stato lui.

“Sinceramente sapevo di essere al comando del Raceday Rally Terra, ma non so ancora nulla del fatto che il Val Tiberina sia stato annullato. Ho sentito parecchie voci in proposito, anche da persone ben introdotte nell’ambiente, ma la notizia ufficiale non mi è stata comunicata. Se fosse vero, il titolo del Raceday Rally Terra 2019/2020 sarebbe mio” dice Gianmarco Donetto (nella foto di Elio Magnano) leader e ufficioso vincitore della serie invernale su terra. E ovviamente, c’è da augurarsi che il Val Tiberina si svolga ad agosto, come chiarisce l’organizzatore.

Sarebbe una bella soddisfazione per il ventinovenne pilota carmagnolese, che dopo due anni di assenza è tornato a calcare le strade bianche, quelle da lui preferite in occasione del Rally delle Marche nel novembre scorso. “Mi ero fermato a fine della stagione 2016/2017 dopo il Rally Adriatico, per la nascita di mia figlia Ginevra, avvenuta nel mese di novembre precedente. Una decisione che avevo preso serenamente, perché volevo dedicarmi a tempo pieno a lei e alla famiglia e di cui sono molto felice”, spiega Gianmarco Donetto.

Dal maggio del 2017 al novembre 2019, quando è rientrato in Raceday Rally Terra sempre a Cingoli, la voglia di polvere e derapate non è mai venuta meno. “Inizialmente seguivo le gare su Internet, mi informavo, guardavo foto e filmati. Il problema era che più andavo avanti più la voglia di rimettere il casco in testa era forte e cominciava a farmi male” ricorda ora il portacolori della scuderia Eurospeed. Il passare dei giorni, però, fa anche crescere la piccola Ginevra e a novembre dell’anno scorso Gianmarco Donetto sente che è arrivato il momento di ripartire.

“Nella mia carriera ho corso soprattutto sulla terra, e da quel punto volevo ripartire. Ho riallacciato i contatti con la struttura di Colombi, con cui ho corso in passato e ho chiamato al mio fianco come navigatore Eneo Giatti direttore sportivo di RB Motor Sport di Udine, con la quale ho corso prima dello stop – prosegue Gianmarco Donetto -. Era scontato che ripartissi dal Raceday Rally Terra, un campionato che conosco bene, in gare che conosco bene, anche se le prove sono cambiate. Mi piace l’ambiente del RaceDay, che trovo a misura di amicizia, oltre che essere un campionato perfettamente organizzato” sottolinea Donetto Jr.

Il ritorno in gara poteva essere traumatico, o addirittura una delusione. “Temevo che lo strato di ruggine fosse molto più spesso. Fin dalla prima prova del Rally delle Marche ho ritrovato il mio passo, con molta calma e serenità. Senza voler eccedere o strafare, come spesso mi accadeva nel passato. Avevo bisogno di tornare in vettura, anche se in questo periodo ho fatto qualche piazzalata e mi sono tenuto costantemente in allenamento sui kart. Facendoci addirittura salire Ginevra su un kart per bambini piccoli”.

Soddisfatto della sua annata agonistica, che potrebbe portargli il secondo alloro dopo il successo fra gli Under 25 di quattro anni fa, Gianmarco Donetto si prepara alle gare future. “Sicuramente non rimarrò fermo altri due anni. Ginevra sta crescendo e mi posso muovere meglio. Quest’anno, alle gare, è venuta solo la mia compagna perché sono un padre apprensivo e preferivo che la bimba rimanesse a casa. Ma ora che è più grandicella, può affrontare anche le mie trasferte agonistiche. E sarà bella averla con me nei giorni di gara”.

Importante sottolineare che non c’è alcuna ufficialità su un eventuale annullamento della gara, ma diverse voci, confermate anche dallo stesso pilota, si fanno più insistenti e, considerato il periodo, non ci sarebbe da stupirsi. L’organizzatore del Rally Val Tiberina 2020, Gregory Matusali, nega tassativamente che la gara (prevista originariamente il 20, 21, 22 marzo scorso e rinviata per l’emergenza epidemiologica) sia a rischio annullamento. Al contrario, rilancia annunciandola nel mese di agosto. L’auspicio, ovviamente, è che il Val Tiberina si disputi e che lo stesso Donetto possa giocarsi al meglio la corsa al titolo nell’ultimo appuntamento di Raceday Rally Terra.