Articoli

Raceday: il Rally Valtiberina premia Alessandro Bettega

Il 14° Rally Città di Arezzo Crete Senesi e Valtiberina è stata l’ultima gara di questa dodicesima stagione del Challenge Raceday Rally Terra, che ha premiato quest’anno Alessandro Bettega. Non ci poteva essere cornice migliore per concludere questa difficile stagione, su prove speciali spettacolari, che avevano visto le gesta dei campioni del passato del Campionato del Mondo Rally.

La gara si è svolta in due giornate (sabato 8 e domenica 9 agosto) ed è stata subito battaglia tra i 38 equipaggi partiti, dei quali 23 sono giunti alla fine. Lo sloveno Novak ha preso il comando della classifica Raceday vincendo 3 delle 7 prove speciali in programma, gli altri vincitori delle prove sono stati Maselli/Piceno su Hyundai i20 che hanno vinto la terza PS; Nicolò Marchioro/Marchetti su Skoda Fabia R5 Evo, che hanno vinto la quarta e la quinta PS e vincitori delle due ultime PS Alessandro Bettega/Cargnelutti su Skoda Fabia R5.

Nell’ultimo tratto cronometrato Nicolò Marchioro ha preso il comando della gara vincendo la particolare classifica Raceday, seguito da Alessandro Bettega e da Novak. Nonostante il caldo e la tecnicità delle prove in programma tutto si è svolto al meglio e i partecipanti hanno battagliato per tutto il rally.

Vincitori principali del Challenge 2020

Alessandro Bettega che era già in buona posizione in classifica prima di questa gara, nonostante una penalità è riuscito però nelle ultime due prove a recuperare il tempo perduto e vincendo la Power Stage Raceday (l’ultima prova della gara) ha raccolto i punti necessari per vincere la stagione, anche perché Gianmarco Donetto, leader prima dell’ultimo appuntamento ha lasciato la gara alla fine della prima giornata.

Secondo gradino del podio Raceday per un costante Christian Marchioro/Dall’Olmo su Skoda Fabia R5, che non ha mai mollato ed è riuscito a conquistare un’ottima seconda posizione nel Challenge. Terzo Gianmarco Donetto/Giatti su Skoda Fabia R5, nonostante il ritiro, ma forte dei punti accumulati nelle gare precedenti.

Alex Raschi/Selva (Peugeot 208 VTI R2) erano già in testa tra le 2 Ruote Motrici e con questa gara hanno riaffermato la loro leadership oltre a vincere il Raceday Peugeot Competition. Per la classifica Under 23 è stata la veloce e attenta Tamara Molinaro, navigata da Ciucci su Citroen C3 R5 ad aggiudicarsela. Così come si è aggiudicata anche la classifica Femminile. La classifica Under 28 è stata vinta da Bucci/Barbieri (Renault Clio Sport R3).

Rachele Somaschini a caccia del titolo del Raceday Rally Terra

Estate intensa per la giovane pilota di Cusano Milanino che, dopo aver partecipato al Rally del Casentino e al Rally di Roma Capitale durante il mese di luglio, sarà al via dell’ultima tappa del Raceday Rally Terra, il Rally Città di Arezzo – Crete Senesi Valtiberina che si disputerà dal 7 al 9 agosto.

La classifica della Coppa Femminile vede al comando la portacolori dell’RS Team SSD, con un leggero vantaggio di quattro lunghezze su Michela Lorigola e di dodici punti su Tamara Molinaro che aveva disertato il primo appuntamento della serie terraiola.

Sui rinomati sterrati del Rally Città di Arezzo – Crete Senesi Valtiberina, Rachele ricompone il duo navigatrice-vettura che le aveva permesso di conquistare il titolo femminile del Campionato Italiano Rally 2019. Sarà infatti la toscana Chiara Lombardi la voce narrante del fine settimana aretino, alla quale si aggiunge anche il ritorno sulla Citroen DS3 R3T, dopo la breve parentesi europea sulla Peugeot 208 Rally4. Come da consuetudine, la vettura francese sarà gestita dalla Sportec Engineering e gommata Pirelli.

La gara organizzata da Valtiberina Motorsport sarà inoltre il primo appuntamento del Campionato Italiano Rally Terra 2020. Il Rally Città di Arezzo – Crete Senesi Valtiberina prenderà nel pomeriggio di sabato 8 agosto ed i centotredici concorrenti al via dovranno affrontare il doppio passaggio sulle prove “San Martino in Grania” e “Monte S. Marie”. Dopo una meritata pausa notturna, il rally proseguirà nella giornata di domenica con il triplo passaggio sulla rinomate “Alpe di Poti” per poi concludere sul palco di Ponte a Chiani alle ore 16:00. I chilometri di gara saranno 405,73 di cui 70 cronometrati interamente su fondo sterrato.

CIRT, il Rally della Valtiberina 2020 ad inizio agosto

Rimodulato, da parte di Aci Sport, il calendario sportivo nazionale ed ecco che il 14° Rally Città di Arezzo-Crete Senesi e Valtiberina 2020, trova la sua collocazione definitiva. L’evento organizzato da Valtiberina Motorsport, fermato lo scorso marzo a causa dell’emergenza epidemiologica da Covid-19, ha dunque la certezza di venire svolto nella seconda parte della stagione, per la precisione l’8 e 9 agosto.

La nuova data e la nuova rivisitazione federale dei calendari porterà al Rally della Valtiberina 2020 due blasoni “tricolori” in più, quello dell’essere la prima prova del Campionato Italiano Rally Terra (CIRT) ed anche quella del Campionato Italiano Cross Country Rally. Due grandi argomenti in più, per la gara già Finalissima del Challenge Raceday Rally Terra , che già era “tricolore” con il Campionato Italiano Rally Terra Autostoriche ed aveva oltre modo di proporsi in uno scenario internazionale come prima prova del Tour European Rally (TER), che sicuramente avrà da regalare momenti di adrenalina e spettacolo.

Già lo scorso marzo il Rally della Valtiberina 2020 ebbe a ricevere ampi apprezzamenti da parte dei piloti, che nei primi giorni di adesioni aperte avevano risposto in maniera decisa e “calda” alla chiamata di Valtiberina Motorsport ed anche adesso, pur con il percorso che sarà rivisto rispetto al progetto di origine, il fermento è tanto e sicuramente le tante validità proposte “rischiano” di far avere al rally un ruolo decisamente centrale nella stagione, quanto a interesse tecnico e sportivo. Un tracciato ridisegnato in parte ma mantenendo le Prove Speciali simbolo della Gara, dovendo seguire le prescrizioni federali, con tre prove speciali da ripetere, confermando l’abbracciare la provincia aretina e le crete senesi, per mantenere fede alla promessa fatta di cercare di regalare sensazioni “mondiali”.

A breve tempo verranno diffuse ulteriori notizie sulla logistica dell’evento e sul programma di svolgimento. L’edizione 2019 venne vinta da Marchioro-Marchetti con la Skoda Fabia R5, mentre la gara storica fu appannaggio di Romagna-Lamonato, con una Lancia Delta 16V.