BRX Prodrive Hunter T1+

Arriva Hunter T1+ e Prodrive sogna il successo alla Dakar

Lo scopo principale del nuovo regolamento è bilanciare le prestazioni tra due e quattro ruote motrici, queste ultime molto più suscettibili alle forature con ruote più piccole. Lo scorso gennaio alla Dakar, i piloti Toyota e Prodrive avevano accumulato un numero incalcolabile di forature. A partire dal prossimo settembre, quindi, la Hunter correrà con pneumatici più grandi, maggiore escursione delle sospensioni e una carreggiata più ampia.

Gli pneumatici da 37″ su cerchi da 17″, sostituiscono gli attuali pneumatici da 32″ su cerchi da 16″, con escursione delle sospensioni aumentata da 280 mm a 350 mm e larghezza della scocca aumentata da 2 m a 2,3 m. Nel comunicato stampa di presentazione di questo “nuovo” Hunter, Prodrive ha menzionato numerose modifiche al livello delle sospensioni e della carrozzeria per adeguarsi con precisione a questo regolamento.

Prodrive ha apportato anche una modifica ai cilindri di bordo per renderli più robusti, più leggeri ma anche più efficienti. Il direttore del team BRX Gus Betteli ha dichiarato: “Siamo molto felici che gli organizzatori abbiano corretto la disparità di regolamento tra i buggy e le auto a trazione integrale T1. Le gomme più grandi avevano un vantaggio su terreni accidentati”.

“Abbiamo imparato molto dal nostro debutto quest’anno e abbiamo messo tutto il nostro know how per migliorare la nostra vettura e crediamo che il nostro nuovo Hunter T1+ sia un significativo passo avanti nello sviluppo del mezzo e nella ricerca costante di tecnologie all’avanguardia. Non vediamo l’ora di tornare in Arabia Saudita a gennaio, dove cercheremo di lottare per la vittoria”.