CRZ 1, Rubinetto: Pinzano più forte della pioggia

Il 28° Rally del Rubinetto, ultimo appuntamento della Coppa Rally di Zona 1 a coefficiente 1,5, va in archivio con la splendida affermazione di Corrado Pinzano, in coppia con Marco Zegna, al volante della Volkswagen Polo R5. Il biellese ha dimostrato fin dal via di trovarsi a proprio agio in una gara condizionata dalle avverse condizioni meteo, con pioggia e nebbia a farla da padrone, le quali non hanno rallentato la marcia trionfale del pilota della New Driver’s Team, il quale è stato abile a non incappare in errori e a gestire il vantaggio che aveva saputo costruire sui propri rivali. Inoltre, si tratta di un successo che gli permette di festeggiare al meglio il traguardo delle 100 gare disputate in carriera.

Tra coloro che hanno cercato di insidiare la leadership di Pinzano ci sono sicuramente Davide Caffoni (Skoda Fabia), in coppia con Massimo Minazzi, e Simone Miele (Citroen DS3 WRC), navigato da Mario Cerutti. L’ossolano, secondo al traguardo, ha mantenuto sempre un ottimo ritmo nel corso della gara, seppur senza mai vincere una speciale, spuntandola per nove decimi sulla potente World Rally Car di Miele. Quest’ultimo ha sicuramente pagato a caro prezzo i secondi persi sulla PS1 del Mottarone a causa di una fitta nebbia, anche se è riuscito a riscattarsi vincendo i due passaggi sulla PS di Colma, non riuscendo però a ricucire il gap che lo separava dal pilota di Montecrestese.

Quarta posizione per la Skoda Fabia dei fratelli Ivan e Monica Carmellino, mentre alle loro spalle hanno terminato Massimo Lombardi ed Erika Bologna, al volante della Volkswagen Polo. A seguire, al sesto e settimo posto, troviamo le Skoda Fabia di Fabrizio Margaroli e Silvano Patera, mentre l’ottava posizione è finita nelle mani di un superlativo Federico Romagnoli, navigato da Lisa Bollito, con la Toyota Yaris GR R1T. Ha dimostrazione che la classe non è acqua, il quinto tempo assoluto fatto registrare sul Mottarone. Chiudono i primi dieci Massimo Marasso (Skoda Fabia) e Jacopo Araldo (Skoda Fabia).

Infine, tra i ritirati c’è anche Andrea Crugnola, navigato da Pietro Ometto, con la Hyundai I20 R5 (GB Motors) a causa di un guasto di natura elettrica quando occupava la quarta posizione.