Lancia ECV2

A Villa d’Este incanta la Lancia ECV2

Nello splendido palcoscenico di Villa d’Este, a Como, è andata in scena la seconda edizione di “Fuori Concorso”. Nella sezione dedicata alle auto da corsa, ha fatto sensazione l’unica Lancia ECV2 (Experimental Vehicle) al mondo, portata in esclusiva da FCA Heritage.

Il prototipo della Lancia ECV2, evoluzione della Lancia Experimental Composite Vehicle, è un esemplare unico e si distingue per un look meno estremo e per il sistema di dosaggio della sovralimentazione ottimizzato per i bassi regimi in funzione della gestione dei due turbocompressori. Il prototipo del 1988 fu preparato per studiare l’introduzione nelle competizioni del mondiale rally di nuovi materiali compositi, da utilizzare nella costruzione della scocca e per la realizzazione di alcuni dettagli come l’albero di trasmissione e i cerchi.

Vennero quindi utilizzati pannelli in fibra di carbonio, strutture alveolari e schiume rigide ottenendo una “cura dimagrante” di oltre il 20% di peso rispetto alla base di partenza della Delta S4, di cui si riuscì a mantenere invariata la rigidità torsionale. La ECV2 è dotata di un motore 4 cilindri da 1.759 cc capace di una potenza di 600 Cv a 8.000 giri, grazie a un sistema di doppio turbo compressore con intercooler e al controllo modulare della pressione che rappresentava un’esclusiva tecnica inedita. Il prototipo era in grado di raggiungere i 220 km/h di velocità massima e di scattare da 0 a 200 km/h in soli 9 secondi.

“Prendere parte a queste manifestazioni è per noi un punto d’onore perché vogliamo diffondere la conoscenza del patrimonio storico e tecnologico dei nostri marchi nel modo più capillare possibile – sottolinea Roberto Giolito – E siamo fermamente convinti che supportare queste iniziative, anche mettendo a disposizione le nostre vetture storiche, contribuisca alla notorietà del progetto che stiamo perseguendo con costanza da oltre cinque anni. E proprio dalla collezione di Heritage di Stellantis proviene il prototipo da competizione Lancia ECV2 esposto al “Fuori Concorso”, un esemplare unico mai sceso in gara, per via di un cambiamento nel regolamento del mondiale rally, che ancora oggi affascina per l’adozione di soluzioni tecnologiche innovative finalizzate al raggiungimento delle massime prestazioni. Dunque, alla prestigiosa kermesse la Lancia ECV2 porta con sé i valori del Made in Italy riguardo a tecnologia e sportività”.

Il Fuori Concorso è stato anticipato dalla preview nel quadrilatero della moda di Milano dove Larusmiani, main partner dell’evento, ha messo in vetrina la concept car BMW E25 Turbo del 1972. Prodotto per le infauste Olimpiadi di Monaco, uno dei due soli esemplari esistenti è stato prestato dal Museo BMW di Monaco. Il Fuori Concorso è un gioiellino della car culture che si ripeterà il prossimo maggio, a tema monomarca, sempre a Villa Grumello e Villa Sucota, tra Como e Cernobbio. Agli altri appassionati, coraggio: mancano sotto otto mesi alla prossima edizione del Concorso d’Eleganza di Villa d’Este. Ci si potrà rifare gli occhi con gli interessi.