Progetto Giovani

Aci Sport rivoluziona il Progetto Giovani: più formazione

Il 2022 può rappresentare l’anno di svolta per i rally italiani. Sta per partire un nuovo programma all’interno del Progetto Giovani di ACI, progettato in sinergia dalle diverse Commissioni ACI Sport di Settore e sviluppato attraverso la Scuola Federale ACI Sport “Michele Alboreto”, con l’intenzione di rilanciare le prospettive dei piloti italiani nelle discipline su strada e fuoristrada, in particolare nel mondo dei rally. Il primo passo in questa direzione porta il nome di “Stage Off-Road ACI Sport”, che debutterà nel weekend del 19 e 20 marzo prossimi presso la Maggiora Off Road Arena.

Raffaele Giammaria, Direttore della Scuola Federale ACI Sport e Presidente della Commissione Karting ACI Sport: “è il primo step di un percorso che andrà a replicare per i rally quanto viene già fatto dalla Scuola Federale per la Velocità in Circuito. Lo Stage è la prima di una serie di novità per gettare le basi di un programma di formazione a più ampio raggio. Tra il karting e i campionati rally c’è una forbice troppo ampia, naturalmente dovuta anche ai regolamenti. Vogliamo colmare questo gap con un percorso che passa attraverso l’off-road. L’obiettivo finale è quello di riportare un pilota italiano a concorrere per il Mondiale Rally. Sicuramente ci sarà bisogno di far coincidere tanti diversi fattori, ma come Federazione abbiamo il dovere di investire sui nostri ragazzi. Per farlo dobbiamo lavorare con loro sin da subito, per porre le migliori basi possibili”.

Per i talentuosi piloti, spesso provenienti dal karting, che vorranno intraprendere la strada rallistica il passaggio verrà effettuato al volante dei Side by Side, sul fondo a scarsa aderenza. Per questo primo Stage Off-Road la Scuola Federale ACI Sport potrà avvalersi della partnership con Yamaha Motor Europe, che metterà a disposizione i Yamaha YXZ 1000R, mezzi approvati FIA già protagonisti sul territorio nazionale nel Campionato Italiano Side by Side Vehicles. Immancabile, anche in questo caso, l’affiancamento di Pirelli per la fornitura degli pneumatici e il supporto durante l’attività stessa. Gli allievi sono stati selezionati direttamente dall’Università dell’Automobilismo e a questo primo appuntamento parteciperanno in quattro, tutti di età compresa tra i 18 e i 16 anni: Marco Butti (marzo 2005, Como), Luigi Coluccio (luglio 2003, Maglie), Sebastian Dallapiccola (maggio 2004, Trento) e Jean Claude Vallino (dicembre 2004, Torino).

Gian Carlo Minardi, Presidente Commissione Velocità in Circuito ACI Sport: “la Scuola Federale è cresciuta tanto in questi anni, sia nel numero che nella qualità delle diverse attività, e ha portato tanti piloti a competere ad alti livelli nei campionati in pista. Credo sia doveroso iniziare a lavorare con i giovani a 360° sullo sport automobilistico, quindi anche nelle discipline dei rally, fuoristrada, slalom, salita e le altre. Grazie a questa importante collaborazione con Yamaha, inizieremo come Federazione a fare delle considerazioni sui giovani che potranno crescere attraverso queste nuove attività, prima di affacciarsi ai rally nel prossimo futuro. Tutti insieme con gli altri vertici delle Commissioni ACI Sport abbiamo scelto questa strategia che la Scuola Federale sta iniziando a portare avanti partendo da questo Stage”.

Daniele Settimo, Presidente della Commissione Rally ACI Sport: “l’inizio di questo nuovo progetto federale studiato per i giovani nel settore rally è sicuramente un passo importante per la specialità. Ma non si tratta di un percorso isolato, piuttosto è un nuovo strumento che si unisce a tutto ciò che ACI Sport ha già fatto e continua a fare nelle diverse serie titolate rally. La creazione dei montepremi dedicati agli Under 25, il programma nel CIAR Junior, oppure l’ACI Team Italia sono solo alcuni esempi di come la Federazione cerca di stimolare il settore rally. Attraverso questo Stage potremo anticipare i tempi ed abbassare l’età di coinvolgimento dei nostri talenti. Quindi avremo più elementi per valutarli e poi, eventualmente, accompagnarli nella loro carriera sportiva”.

Gianluca Marotta, Presidente Commissione Off Road & Cross Country Rally ACI Sport: “un nuovo iter interdisciplinare con ben tre commissioni tecnico/consultive coinvolte, trova spazio nella federazione ACI Sport, riservato alla formazione dei Giovani conduttori. Con l’ovvio e certo coordinamento di Raffaele Giammaria, Direttore della Scuola Federale “Michele Alboreto”, avrà inizio un nuovo iter formativo a partire dal prossimo week end del 18/19 Marzo, presso il Circuito Off Road di Maggiora, per coloro che essendo stati selezionati dalla Scuola e dalle Commissioni Velocità in Circuito, Rally ed Off Road, andranno ad effettuare un primo test su superfici a bassa aderenza. Un’iniziativa auspicata e condivisa con Giancarlo Minardi, Daniele Alfio Settimo, la Scuola, la DSA ed ACI Sport Spa nella persona di Marco Rogano, che in maniera risolutiva e rapida ha portato in definizione operativa il progetto. Un nuovo step inedito che, ne sono certo, aprirà per i nostri giovani nuovi orizzonti e nuovi obiettivi per l’affinamento delle loro abilità tecniche di guida”.

Il programma del 1° Stage Off-Road della Scuola Federale ACI Sport “Michele Alboreto” si svilupperà nelle giornate di sabato 19 e domenica 20 marzo presso la Maggiora Off-Road Arena, all’Autodromo Pragiarolo in provincia di Novara. La Scuola sarà presente con il suo staff coordinato dal Direttore Raffaele Giammaria, composto dagli Istruttori Federali Alessandro Bettega e Piero Longhi e dagli specialisti della sezione Ricerca e Formazione Glenda Cappello e Lucio Tonello. A supporto dello staff federale sarà presente Amerigo Ventura, pilota plurititolato nella serie tricolore SSV, come riferimento di Quaddy per la gestione tecnica dei mezzi.