WRC, Pirelli riprende i test di sviluppo pneumatici per le Rally1

WRC, Pirelli riprende i test di sviluppo pneumatici per le Rally1

Pirelli ha confermato che inizierà già da inizio del mese di luglio 2020 a testare pneumatici per auto da rally con specifiche Rally1 da utilizzare per il ritorno nel Campionato Mondiale Rally 2021. L’azienda italiana era stata confermata come unico fornitore di pneumatici WRC per tutte le auto Rally1 e Rally2 dal 2021 al 2024 alla fine dell’anno scorso. All’inizio del 2020, Mario Isola ha delineato l’impatto del coronavirus sul lavoro di sviluppo – ma un allentamento delle norme di blocco consente di riprendere i lavori sulle gomme che verranno montate su le vetture del Mondiale Rally già dal MonteCarlo, a gennaio 2021.

Terenzio Testoni, direttore delle attività rally di Pirelli, sull’attività dei test Pirelli sugli pneumatici per le vetture dalla futura Rally1 ha detto: “Siamo in contatto con la FIA per confermare il formato finale dei test per il 2021 ed esattamente come li faremo, ma siamo sulla buona strada per riprendere nel prima metà di luglio. Questo ci dà il tempo di cui abbiamo bisogno per preparare i nostri pneumatici WRC1, che verranno utilizzati dalle auto Rally1, precedentemente note come WRC, per il prossimo anno e raggiungere gli obiettivi di omologazione. Dovremmo essere in grado di rivelare presto altri dettagli”

Yves Matton ha spiegato: “Abbiamo ricevuto il nuovo piano test da Pirelli. Di sicuro hanno dovuto cambiare alcune cose nel loro approccio per il 2021. Ma la loro proposta si basa ancora sul programma di controllo pneumatici 2021 e con una nuova sequenza temporale per i test, sono ancora in grado di fornire le gomme per il prossimo anno per i Costruttori e per tutte le auto. Non è la prima volta che Pirelli si trova nel WRC. È la prima volta che gareggiano con questa nuova generazione di automobili, ma hanno e sanno ciò di cui hanno bisogno”.