Toyota Yaris Rally1 test

Toyota: test ibridi in Sardegna con la Yaris Rally1

Primi test 2022 su fondo sterrato per Toyota Gazoo Racing, che ha scelto gli sterrati dell’Oristanese e della Gallura per proseguire i lavori di sviluppo della Yaris Rally1. Queste giornate non sono dedicate agli pneumatici, bensì alla componente ibrida che come abbiamo visto recentemente è molto problematica e ha richiesto un adattamento dei regolamenti per sopperire alla sua inaffidabilità.

Il team Toyota Gazoo Racing cerca di capire come funzione e che tipo di problemi potrebbe dare sulla terra e con il caldo la tecnologia di Compact Dynamics. Meglio prevenire che curare, dopo quanto visto al MonteCarlo e in Svezia. Alcune regolazioni hanno messo in evidenza un forte affaticamento dell’auto. Poi, giovedì ci sono stati problemi meccanici e anche di reperibilità del pezzo.

I test sono stati aperti dal vincitore del Rally di Svezia e attuale leader del WRC Kalle Rovanpera nella giornata di martedì, come da lui stesso mostrato in varie storie sui social e proseguiti il giorno successivo con il gallese Elfyn Evans, incappato in una toccata con conseguente danno (ruota staccata) sul finale di giornata. I test dei due principal driver del team nipponico (nelle foto Morittu/Cocco) si sono svolti sugli sterrati tra Barbagia Mandrolisai e Barigadu.

Completamente differente la location scelta per i test di Esapekka Lappi e del nipponico Takamoto Katsuta che stanno svolgendo e svolgeranno le prove nelle strade del Nord Gallura.