Pirelli impegnata contro il coronavirus: Mario Isola un esempio

Pirelli impegnata contro il coronavirus: Mario Isola un esempio

Pirelli si è messa a disposizione nella lotta contro la pandemia di Covid-19. L’azienda milanese ha avviato una raccolta fondi occupandosi della distribuzione di materiale medico, inclusi ventilatori, mascherine e camici in questo momento di difficoltà.

Pirelli ha inoltre interrotto la produzione del suo famoso calendario (per la seconda volta nella sua storia), scegliendo di donare i 100.000 euro stanziati per la sua realizzazione nella lotta al coronavirus, aggiungendolo alla somma che in totale arriva ad un milione di euro.

Tutti i dipendenti di Pirelli si sono poi messi a disposizione per svolgere volontariato, come ad esempio Mario Isola, che oltre a condurre vetture da rally per divertimento ha guidato anche ambulanze per 30 anni.

“Il Motorsport adesso di ferma, ma Pirelli no e continueremo a lavorare ancor più intensamente – spiega Isola – Non solo per i nostri impegni abituali, ma anche per dare una mano in questa sfida che dobbiamo affrontare tutti assieme. Dal mio punto di vista, ho scelto di continuare a guidare le ambulanze, cosa che faccio quando posso solitamente. Con il coronavirus la gente si ammala più frequentemente e ogni volontario diventa importante, per cui anche io ho deciso di dedicare maggior tempo a questo ruolo”.