Martin Holmes, addio al giornalista purosangue

Martin Holmes, addio al giornalista purosangue

Il mondo dei rally si è svegliato senza Martin Holmes giovedì 11 giugno 2020, ma è stato scelto di darne notizia solo quattro giorni più tardi in rispetto della sua famiglia. Il decano dei giornalisti di rally (mitici gli striscioni “Welcome Martin Holmes Rallying” che si vedevano nelle hall degli alberghi dove alloggiava lui e i suoi collaboratori giornalisti e fotoreporter), firma autorevole e apprezzata in tutto il mondo, ha perso la battaglia contro il cancro, poco dopo il suo ottantesimo compleanno. È una perdita enorme per i rally, a cui era legato da ormai 61 anni.

Nato ad Ashtead, nel Surrey, Martin Holmes si era poi laureato anche in giurisprudenza, ma realizzò prima il suo sogno di diventare navigatore rally professionista e giornalista inviato permanente nel WRC dal 1974. Il miglior cronista in assoluto nella disciplina. Le sue passioni – aeroplani, mappe, ingegneria e viaggi – trovarono appagamento nello sport che amava, i rally, e nel lavoro che faceva, il cronista di razza.

Si è fatto conoscere mentre studiava legge all’Università di Southampton. Martin Holmes ha seguito il suo primo rally nel 1959 a Isetta, dove ha anche ottenuto la sua prima vittoria. Martin Holmes divenne membro del Sutton and Cheam Motor Club nei primi anni Sessanta, una “mecca” nel sud di Londra per gli appassionati di rally. E lì si innamorò perdutamente di questo sport.

Era prolifico nello scrivere i suoi articoli, ma faceva in modo che il suo club, intanto diventato “Martin Holmes Fan Club” fosse invitato nei rally di tutto il mondo. Fu con la rivista del club, Spotlight, che Martin Holmes divenne giornalista e poi, ad un certo punto, anche direttore ed editore. Martin Holmes pubblicava di rally ogni settimana su Motoring News, su Autosport e su RallyMag.

Come autore, Martin ha scritto molti libri. Il suo primo libro Rally Navigation (1975 e 1997) è stato seguito nel 1978 da Ralllyng e l’anno successivo è stato pubblicato il World Rallying 1, un annuario del World Rally Championship. La serie si è conclusa con World Rallying 33, che copre la stagione 2010. L’ultimo libro di Martin Holmes, The Great British Rally: RAC to Rally GB è stato scritto insieme a Graham Robson (pubblicato alla fine del 2019) .

Martin sapeva di conoscere i rally, sapeva dove cercare, poneva le domande giuste e credeva nel rapporto di fiducia tra il pilota e il giornalista. Non si stancava mai di ripetere: “Non puoi mai avere un rapporto con qualcuno che ti ha mentito”.

Negli ultimi anni, la sua famiglia e i suoi problemi di salute hanno limitato i suoi spostamenti, ma la pensione non era parola presente nel suo vocabolario. Internet, World Rally Radio, WRC + AllLive hanno consentito che Martin, da casa tua nel Surrey, potesse continuare ad informare su ciò che stava accadendo in tutto il mondo. L’ultimo rally WRC a cui ha partecipato, il suo 520° evento, è stato il Deutschland 2019. Martin ha vissuto a Woking, dopo il suo matrimonio con Sally, che è morta nel 2017. Holmes lascia un figlio e tre nipoti.