Giandomenico Basso, Proton Satria S2000

Il programma Mondiale della Proton con la Satria S2000

Nei giorni prima di Natale, quando si attende la magia dell’uomo vestito di rosso e con la barba lunga e le renne, solitamente arrivano sempre belle notizie, spesso in grado di fare sognare e di stuzzicare le fantasie dei tifosi. Ma si sa, sognare è gratis, impegnarsi nel WRC non lo è mai stato. Neppure per sbaglio. Però, il 21 dicembre 2011, quando mancavano tre giorni e qualche ora al Santo Natale, la Proton svelò la sua ambizione: partecipare al Campionato del Mondo Rally con la Satria S2000. Qualcuno sghignazzava, qualcuno la prendeva sul serio.

Tutto ad un tratto la Proton aveva trovato il budget e aveva annunciato che non solo avrebbe disputato il Campionato Asia Pacifico con Alister McRae, fresco campione 2011. Nel 2012 la squadra malese guidata da Chris Mellors sarebbe stata della partita anche nel Mondiale S2000 a battersi con i principali Costruttori al via della Super2000 e a MonteCarlo, gara d’apertura della stagione 2012, i due piloti iscritti sarebbero stati PG Andersson e il nostro Giandomenico Basso.

“È una bella notizia poter disputare due campionati importanti, con due Satria Neo – diceva Mellors – La difesa del nostro titolo nell’Asia Pacifico è ovviamente di fondamentale importanza per noi, ma di competere con la Super 2000 nel Campionato del Mondo Rally è il nostro modo per dimostrare il nostro livello competitivo. Ma ora siamo completamente concentrati sul MonteCarlo per PG e Giandomenico”.

E in effetti a MonteCarlo corsero davvero. Però, Basso, che aveva un programma di ben sette gare, ebbe un incidente sulla PS1 e si fermò, mentre ad Andersson capitò un principio di incendio alla vettura sulla PS16 e dovette alzare bandiera bianca anche lui.