CIWRC, Rally del Salento: ”Pede” indisturbato al comando

Luca Pedersoli e la sua Citroën DS3 WRC sono fin qui i padroni indiscussi di questo 53° Rally del Salento . Il bresciano anche sul secondo giro delle prove di Palombara, Ciolo e Specchia ha continuato a fare la “voce grossa”, mettendo a segno altri tre pesanti scratch che gli permetto di amministrare con tranquillità il vantaggio costruito sul Andrea Carella.

Il piacentino, al volante della Skoda Fabia R5 Evo, continua con un passo regolare e veloce. Vista l’impossibilità di andare a caccia di Pedersoli e con un ampio vantaggio sui suoi immediati inseguitori, sarà importante non commettere errori per portare a casa un secondo posto fondamentale in ottica campionato.

Da segnalare un colpo di scena pesantissimo, ovvero il ritiro di Luca Rossetti con la Hyundai I20 R5, a causa di un’uscita di strada nel secondo passaggio della prova di Specchia. Un vero peccato vista la gran gara che stava facendo, dove è stato l’unico in grado di avvicinarsi ai tempi fatti segnare dal due volte campione italiano WRC.

Bella la lotta per la terza posizione tra Alessandro Gino (Skoda Fabia) e Claudio Arzà (Citroën C3), separati da soli 6″0. Sarà interessante vedere se lo spezzino nelle ultime due prove riuscirà a strappare la posizione detenuta al momento dal piemontese della Skoda. In quinta e sesta posizione troviamo le due Skoda Fabia di Carmine Tribuzio e Ivan Ferrarotti, mentre è già risalito in settima posizione Simone Miele con la Citroën DS3 WRC dopo la foratura patita sul primo passaggio della prova di Specchia. Chiudono i primi dieci Luigi Bruccoleri (Volkswagen Polo), Stefano Liburdi (Skoda Fabia) e Alessio De Santis con la Peugeot 207 S2000.

Copertina RS e oltre maggio 2021