Caffoni-Minazzi, RallyLana 2021

CIRA, RallyLana col botto: in 119 al via

Il RallyLana torna nelle serie Tricolore dopo diverse annate di assenza e lo fa col botto, portando a casa ben 119 iscritti. Numeri record in questo 2022 per il rinnovato Campionato Italiano Rally Asfalto, giunto al suo giro di boa.

Tanti i nomi di assoluto rilievo al via della gara biellese, uno su tutti quello del romagnolo Simone Campedelli, reduce da uno splendido secondo assoluto al recente Roma Capitale e vincitore dei primi due round del tricolore asfalto. Non sarà comunque un compito facile quello del driver MRF, tanti gli avversari di primissimo livello che proveranno a contrastarlo, da Corrado Fontana al via con la Hyundai i20 WRC all’idolo di casa Corrado Pinzano, dal vincitore del CRZ 2021 Elwis Chentre al vincitore dell’edizione scorsa Davide Caffoni, al sempre combattivo Marco Signor.

Saranno 17 le vetture Rally2 al via della gara, un numero in leggero calo rispetto al precedente appuntamento al Marca Trevigiana dove le vetture R5 erano 23. Ma non solo Rally2, grandi battaglie sono attese anche nelle classi minori con un folto manipolo di piloti al via con le vetture a due ruote motrici, tanti i nomi importanti al via da Emanuele Rosso (Renault Clio Rally4) a Mattia Pizio (Peugeot 208 Rally4), passando per Riccardo Pederzani (Renault Clio rally4) e Gianluca Saresera (Peugeot 208 Rally4). Grande spettacolo è atteso anche dagli specialisti delle vetture Super1600 con Luca Frare, Massimo Lombardi e Massimo Fradelizio pronti a sfruttare a pieno la potenza della loro Clio per inserirsi nella lotta per la vittoria tra le 2WD. l’altro primattore biellese Omar Bergo (Clio Maxi).

Aprirà il rally il fascino notturno della leggendaria salita al Santuario di Oropa sommata alle insidie della precedente Tracciolino per una speciale d’apertura da 23,5 km simbolicamente intitolata alla Città di Biella, ai suoi appassionati, ai suoi proattivi imprenditori e collaborative forze dell’ordine e autorità. Il giorno seguente tris di prove da ripetersi per due volte, si parte con la Bielmonte (Km 10.40), per proseguire con la Ailoche (Km 11.5) e chiusura con la prova più lunga di giornata la Curino (Km 13.15).