Crugnola-Ometto, Sanremo 2022

Crugnola-Ometto al comando dopo la PS8, toccata di De Tommaso

Scratch di Andrea Crugnola e Pietro Elia Ometto, Citroen C3 Rally2, con 5’16 si portano a casa l’ultima prova della mattinata, la SS8 “Semoigo”. 5 adesso gli scratch per i due, su 8 prove finora percorse. Secondi in prova Stefano Albertini e Danilo Fappani, su Skoda Fabia Evo Rally2, a + 1.2. Terza piazza Andolfi-Fenoli, Skoda Fabia Rally2, a +5.2. Quarto miglior tempo in prova a Giacomo Scattolon e Giovanni Bernacchini, Skoda Fabia Rally2, che chiudono a +6.9.

Damiano De Tommaso e Giorgia Ascalone, toccano in prova sull’anteriore destra, proseguono la prova, ma la vettura si gira in curva poco più avanti. Una spallata da brividi sul muretto a strapiombo. Il duo su Skoda Fabia porta comunque a termine la prova e salva il salvabile: 22 i secondi pagati al leader. Adesso il team potrà lavorare in assistenza prima del secondo giro, nel pomeriggio, che segnerà la conclusione del Rallye Sanremo.

La testa della classifica dopo la prova vede De Tommaso scalare di una posizione:

  1. Crugnola-Ometto con 1:00’01.6
  2. Andolfi-Fenoli a +19.1
  3. De Tommaso-Ascalone a +34
Damiano De Tommaso, Sanremo 2022
Damiano De Tommaso, Rallye Sanremo 2022

Sulla PS7 scratch di De Tommaso

SS7, Langan, 19 i kilometri del tratto. Basso, dopo la toccata alla posteriore destra nella prova precedente, non entra in prova. Problemi meccanici poi per la Ford Fiesta Rally2 di Craig Breen e John Rowan, fermi in prova. Lo scratch va a Damiano De Tommaso e Giorgia Ascalone con 13’04.1. La loro Skoda Fabia accusava problemi di pressione a un’anteriore, un cambio veloce prima di entrare in prova fa gioco al giovane pilota di Varese, non perde la concentrazione e segna il miglior tempo sul tratto più lungo del Rallye Sanremo.

Andrea Crugnola, altro pilota varesino, navigato da Pietro Elia Ometto, arriva a +0.4 con la Citroen C3, secondo miglior tempo sul tratto cronometrato. Terzo tempo a Fabio Andolfi e Manuel Fenoli, Skoda Fabia. La testa della classifica dopo la prova speciale 7, Langan, vede primeggiare Crugnola-Ometto con 54’45.6; poi De Tommaso-Ascalone a 12 secondi; terza piazza Andolfi-Fenoli a 13.9 secondi.

Bene Andolfi sulla PS6, fuori Basso

SS6, Passo Teglia, 9.17km, è il tratto cronometrico che apre la seconda e ultima giornata di gara al 69° Rallye Sanremo. Il miglior crono a Fabio Andolfi e Manuel Fenoli, su Skoda Fabia Rally2, segnano lo scratch con 6’37.2

Andrea Crugnola e Pietro Elia Ometto, Citroen C3 Rally2, sono stati primi ad entrare in prova, affrontando la speciale montana sanremese, caratterizzata da passaggi stretti, ma molto veloci. Il pilota di Varese chiude la prova secondo a +3.4

Entra a seguire Giandomenico Basso, Campione in carica con Lorenzo Granai, su Hyundai i20N Rally2, più veloce al primo split, ma poi una toccata nello stretto sulla posteriore destra. “Per noi gara finita” è il commento a fine prova. Fuori dai giochi dunque uno dei principali competitor nella gara sanremese, con quasi 2 minuti e mezzo di gap scivola giù nella classifica. Il suo stop causa problemi anche alla Skoda Fabia Rally2 di Damiano De Tommaso e Giorgia Ascalone, terzi a partire.

I due partono bene nonostante alcuni problemi di pressione alle gomme, ma riprendono il pilota di Cavaso del Tomba e perdono secondi preziosi: “prima di partire ci siamo accorti di avere la gomma anteriore molto bassa di pressione, ho beccato anche Basso in prova, ha fatto il possibile per farmi passare, ma non ci stavamo.” Il duo tuttavia non è fuori dai giochi, non eccessivo il gap (+8.1). Mantengono la terza piazza nella classifica assoluta del Rallye Sanremo, ma l’equipaggio irlandese Breen-Rowan, guadagna secondi preziosi sul duo.

Buona la prova di Giacomo Scattolon, nonostante un assetto non ottimale: “troppo duro”, racconta allo stop il pilota, “avevo difficoltà a curvare”. La sua Skoda Fabia, condivisa con Giovanni Bernacchini si piazza terza in prova a +3.8.