Andrea Crugnola e Pietro Ometto, Rally Il Ciocco 2022

CIAR, Ciocco: Crugnola si conferma, De Tommaso stupisce

Una prima di Campionato che ha confermato le tendenze della vigilia: con un ristretto numero di piloti in grado di ambire al vertice (non titolo): Crugnola, Basso, De Tommaso, Albertini e Ciuffi. Il pilota Citroen mette in atto una mattanza, sulle note di Pietro Ometto: 9 prove su 12 sono sue, una va a Ciuffi-Gonella, una a De Tommaso-Ascalone e una a Basso-Granai. Il divario è la tanta esperienza di Crugnola sulle prove del Tricolore e in particolar modo sull’asfalto, che la stessa squadra Citroen ha sempre manifestamente preferito a quelle su terra.

Dopo dodici prove speciali, collocate su un percorso “classico” e sempre in grado di regalare emozioni, Andrea Crugnola e Pietro Elia Ometto su Citroen C3 Rally2 vincono l’edizione numero 45° del Rally Il Ciocco e Valle del Serchio. In posizione d’onore troviamo l’equipaggio Meteco Corse/Delta Rally composto da Damiano De Tommaso e Giorgia Ascalone, su Skoda Fabia R5, staccati di 31″1 ma con molta meno esperienza e di Crugnola-Ometto (che sono supportati, tra l’altro, da Citroen). A chiudere il podio ci pensa Giandomenico Basso con alle note Lorenzo Granai su Hyundai i20 Rally2 (che si mettono davanti ad Albertini togliendogli il podio da sotto i piedi), distanti 42″3 dal vincitore.

Stefano Albertini e Danilo Fappani su Skoda Fabia sono quarti a 45″3 davanti ai veloci Rudy Michelini e Michele Perna con la Volkswagen Polo GTI a 51″3. Quinti assoluti Giacomo Scattolon e Giovanni Bernacchini su Skoda Fabia sono sesti a 58″9. Solo settimo uno dei piloti più attesi della stagione, Fabio Andolfi, navigato da Manuel Fenoli su una nuova Skoda Fabia. Il pilota ligure accusa un distacco di 1’00″1. Tommaso Ciuffi e Nicolò Gonella sono ottavi a 1’23″4, ma loro puntano al Campionato Promozione, l’ex CIRA (un Campionato asfalto di un Campionato già tutto asfalto).

A chiudere la top 10 assoluta ci pensa Gianluca Tosi con a fianco Alessandro Del Barba su Skoda Fabia (che arrivano lunghi e devono fare manovra, perdendo qualche secondo), lontani a 1’45″3 dalla vetta, e comunque davanti ad Antonio Rusce e Giulia Paganoni, su Hyundai i20 Rally2, staccati di ben 2’04″5.

Attimi di fiato sospeso per Davide Nicelli che esce di strada con la Clio Rally5, ma è bravo a togliersi dai guai. Il pilota stradellino, infatti, riesce a ripartire dopo qualche minuto.

Dichiarazioni prima della PS12

  • Andrea Crugnola: “Tutto bene, cerchiamo di amministrare”
  • Damiano De Tommaso: “Non tanto bene, non so…”
  • Stefano Albertini: “Ho cercato di spingere più che potevo, la PS si è sporcata molto”
  • Gianluca Tosi: “Ho provato a cambiare guida, prima siamo andati forte, ora no, c’è sporco”
  • Giacomo Scattolon: “Si poteva fare meglio in discesa”
  • Giandomenico Basso: “Stiamo cercando di spingere, non è facile”
  • Rudy Michelini: “Stiamo mettendo a posto l’assetto, sono soddisfatto. Gara tirata”
  • Antonio Rusce: “Malissimo, abbiamo indurito le molle ma la vettura è inguidabile”
  • Fabio Andolfi: “Abbiamo fatto una piccola modifica, però devo ancora prenderci la mano”
  • Tommaso Ciuffi: “Ancora non benissimo, non ci siamo presi rischi anche perché andare a prendere gli altri è difficile”.
  • Alessio Profeta: “Abbiamo trovato la strada giusta, ma dobbiamo fare ulteriori modifiche”
  • Cristopher Lucchesi: “Secondo me stiamo migliorando tanto, adesso però si è sporcata la strada”
  • Andrea Mabellini “Ci siamo divertiti, la macchina va benissimo, anche le gomme”
  • Daniele Campanaro: “Abbastanza bene, abbiamo peggiorato di un secondo ma ci sta era molto sporco”
  • Stefano Santero: “Direi bene, molto bene”
  • Nicola Cazzaro: “Abbiamo il cambio che non cambia senza frizione”
  • Davide Nicelli: “Ho cercato di guidare il meglio possibile. Siamo qui in gara test per Sanremo, proviamo soluzioni”

Classifica assoluta CIAR: 1. Crugnola 1:20’35.7; 2. De Tommaso+31.1; 3. Basso+42.3; 4. Albertini+45.3; 5. Michelini+51.3; 6. Scattolon+58.9; 7. Andolfi +1:00.1; 8.Ciuffi+1.23.4; 9.Tosi+1:45.3; 10.Rusce+2:04.5.

Classifica CIAR 2 Ruote motrici: 1. Pisani in 1:26’07.1; 2. Mabellini+52.4; 3. Campanaro+1:48.1; 4. Santero+3.14.3; 5. Bottarelli+4.57.9; 6. Tiramani+5:24.4; 7.Cazzaro+7:15.7.

Classifica CIRP assoluta: 1.De Tommaso in 1:21’06.8; 2.Michelini+20.2; 3.Scattolon+27.8; 4.Andolfi+29.0; 5.Ciuffi+52.3; 6.Rusce+1.33.4; 7.Lucchesi+2.59.9; 8.Profeta+3.39.5; 9.Mabellini+5.52.7.
Suzuki Rally Cup: 1.Giordano 1:35’23.3; 2.Pellè+50.7; 3.Fichera+1.56.6; 4.Martinelli+4.38.7

Nelle migliori edicole

Copertina RS e oltre marzo 2022