Il CIAR al giro di boa dice Crugnola e Mabellini

Con l’effettuazione del Rally di Alba, il Campionato Italiano Assoluto Rally arriva al giro di boa, con Andrea Crugnola e Pietro Ometto leader nell’assoluta, mentre tra le due ruote motrici la leadership è detenuta dalla coppia formata da Andrea Mabellini e Virginia Lenzi.

Le prime quattro gare della serie tricolore, quest’anno tutta su asfalto ha visto schierarsi al via 283 equipaggi (95 in meno rispetto al 2021), ma al contempo ha visto aumentare il suo chilometraggio passando da una media (riferita alle prime quattro gare 2021) di 343.98 km all’attuale 434.44. Le prime quattro gare hanno visto tre differenti vincitori (teoricamente sarebbero quattro, ma Gryazin risulta trasparente ai fini statistici del CIAR): due i successi per Andrea Crugnola, tornato a correre con la Citroen C3 Rally2 dopo la parentesi poco fortunata in Hyundai dello scorso anno, mentre un successo a testa unisce Fabio Andolfi e Damiano De Tommaso.

Il varesino in coppia con Pietro Ometto ha firmato ben 24 scratch, vincendo più del 50% delle prove speciali disputate finora, con 10 successi di prova troviamo il ligure Fabio Andolfi (Skoda Fabia Rally2), seguito da Damiano De Tommaso con tre, da Giandomenico Basso a due e dal toscano Tommaso Ciuffi con una sola vittoria di prova. Però, il campione italiano in carica è la “delusione” (passateci il termine) per quanto riguarda i risultati di questo inizio di stagione, l’ex campione europeo fa una fatica mostruosa ad adattarsi alle caratteristiche della i20 Rally2. Si spera che la (breve) pausa estiva possa portare benefici e che al termine possa farci ritrovare il Basso che tutti noi conosciamo.

Dopo Alba la classifica generale recita così: Crugnola 87,5 punti; De Tommaso 69 punti; Andolfi 61 punti; Albertini e Basso 31 punti.

Tra le due ruote motrici al comando troviamo la coppia formata da Andrea Mabellini e Virginia Lenzi, che proseguono sugli asfalti italiani, il già ottimo lavoro intrapreso due stagioni orsono nell’ERC. L’equipaggio lombardo, al volante della Renault Clio Rally4 gommata Michelin ha vinto gli ultimi due appuntamenti in calendario, corsi in Sicilia e ad Alba e comanda la generale con un vantaggio di 24,5 su Fabio Farina (Peugeot 208 Rally4) e di 31.5 su Gianandrea Pisani (Peugeot 208 Rally4), vincitore dei primi due appuntamenti stagionali in Toscana (Ciocco) e Liguria (Sanremo).

Il driver toscano ha firmato ben 18 successi di prova, seguito a 10 dal driver Renault. Più staccato il resto del plotone con a quota sei il debuttante Stefano Santero, che si sta ben comportando al suo debutto assoluto sulle strade del massimo campionato tricolore.