Chentre Alba 2022

Chentre e Araldo dopo il Rally di Alba

“Missione compiuta!”, così Elwis Chentre e Fabio Grimaldi brindano ad un argento che vale oro. Gli alfieri del Team D’Ambra dopo aver fatto vendemmia a Il Grappolo scovano un “tartufo d’argento” sulle strade del 16° Rally di Alba. Seconda piazza assoluta a bordo della Skoda Fabia Rally2 Evo che regala però il pieno di punti nel Coppa Rally Aci Sport di Prima zona. Più veloci di loro sulle strade langarole c’è stata solo la Citroen C3 WRC Plus di Alessandro Gino.

“Non abbiamo corso rischi, veloci il giusto ragionando in ottica di campionato. Era facile farsi distrarre dalla voglia di dare tutto per provare ad inseguire Gino ma pure confrontarsi a distanza con gli equipaggi impegnati nell’Italiano. L’importante era dare un ulteriore scossone alla classifica CRZ e l’obiettivo è stato centrato”, commenta Chentre.

“Certo che si strizzava l’occhio alla vittoria assoluta, ma davanti a noi c’erano un’auto e cento cavalli. Per questo logico e sensato avere in primis uno sguardo più ampio nell’economia della stagione. Mettere un altro tassello pesante per il CRZ” gli fa eco Grimaldi, che in gara si è trovato a lambire le proprie vigne sulla collina di Cossano Belbo.

Il driver di Roisan ed il navigatore astigiano hanno fatto segnare il secondo crono in cinque delle sei speciali, lasciando solo la prima con un avvio guardingo per via del fondo reso viscido dal temporale. Alla fine è stato di 57″ il ritardo dai vincitori accusato dal duo portacolori della scuderia New Driver’s Team, ma pure un netto vantaggio di 39″3 su Araldo-Araspi, avversari in corsa e pure in campionato.

Punteggio massimo grazie al coefficiente maggiorato nel CRZ e pieno di punti per la classifica del R Trophy dove Chentre-Grimaldi confermano il primato nella Prima zona, così come nel Trofeo Pirelli nei quali concorre sempre l’equipaggio del Team D’Ambra. “Grazie agli amici e sponsor, sempre vicini ad ogni nostra uscita ed indispensabile sostegno in questa nostra stagione 2022” rimarcano Chentre e Grimaldi.

Parole di ringraziamento e condivisione l’equipaggio riserva pure agli uomini del team coordinati dal patron Mario D’Ambra. “Ottimo lavoro di squadra. Massima intesa anche fuori l’abitacolo per lavorare alla miglior messa a punto di un’auto che si conferma davvero performante in ogni condizione e situazione”. Ora Elwis Chentre e Fabio Grimaldi guardano già al prossimo appuntamento, ovvero il Rally Lana quarto atto del CRZ nonché prova valida per l’Italiano asfalto.

Quella sulle strade biellesi sarà la prossima uscita della Skoda Fabia Rally2 Evo tornata ora nella factory di Riva Presso Chieri (Torino). Ad accompagnare il Team D’Ambra nella Coppa Rally Aci Sport 2022 ci sono le aziende AB Impianti, Cemental, Biesse Forniture elettriche e Basso Meccanica Asti.

Araldo Alba 2022
Araldo Alba 2022

Parola di Jacopo Araldo, Meteco Corse

Obiettivo risultato raggiunto, ma non basta a Jacopo Araldo per essere pienamente soddisfatto della sua gara nel rally di casa. “Se ci limitiamo a guardare la classifica devo essere felice perché sono terzo assoluto dietro la muscolosa Citroën WRC di Alessandro Gino e un pilota del calibro di Elwis Chentre” afferma il pilota di Canelli, che con il secondo posto fra i partecipanti alla Coppa Rally di Prima Zona, sale al secondo posto della classifica assoluta della serie indetta da ACI Sport. “Mi sono mancati i riscontri cronometrici che avrei voluto io sulle prove e questo non mi piace. Sicuramente non per problemi della Fabia, che si è comportata benissimo, ma non siamo riusciti a sfruttarla al massimo” precisa.

La gara di Jacopo Araldo, affiancato da Daniele Araspi sulla Škoda Fabia Rally2 curata da Balbosca, è partita venerdì sera sulla prova di Santo Stefano Belbo nel migliore dei modi, quando l’equipaggio portacolori di Meteco Corse segna il secondo tempo assoluto dietro la WRC di Gino (poi vincitore di tutte le prove speciali) distanziando di quasi 3” Chentre. La situazione si capovolge nella successiva Castino, permettendo comunque ad Araldo-Araspi di andare al riposo notturno con 1”1 sul valdostano. Le prove di sabato, invece, vedono Jacopo Araldo costantemente in seconda posizione fra le vetture di Classe R5, e alla fine chiudere secondo di categoria, terzo assoluto, con oltre 40” di vantaggio sul più vicino inseguitore. “La prova che mi è riuscita meglio è stata la Santo Stefano, d’altronde passa sopra casa mia. Ho avuto un piccolo problema sulla San Grato. Ho toccato leggermente in scodata a un chilometro dal termine e la ruota si è riempita di fango. Per un attimo credevo di avere anche forato, fortunatamente non è successo nulla di tutto ciò” analizza in questo modo la sua gara Jacopo Araldo.

“Dopo la gara di Alba la situazione di classifica della Coppa Rally di Prima Zona è migliorata parecchio. Ora sono secondo assoluto e con buone prospettive di qualificarmi alla finale di Cassino. Se poi arrivasse anche la mia Hyundai potrei sperare di ottenere tempi migliori” confida il canellese, sempre proteso a migliorare le proprie performance.