Simone Miele al Rally del Rubinetto

Annega nel maltempo anche il Rally del Rubinetto 2020

Annega nel maltempo anche il Rally del Rubinetto 2020 per le stesse motivazioni che hanno indotto Sergio Maiga, organizzatore della gara sanremese valida per il Campionato Italiano, a cancellare il Rally di Sanremo 2020. Il meteo flagella il Nord Ovest con precipitazioni abbondanti e forti venti. La zona del Novarese è in emergenza piena. In alcuni posti manca anche la luce. Alcune strade non sono percorribili neppure a piedi.

Con queste motivazioni, più che valide, il Prefetto ha chiesto agli organizzatori della corsa piemontese di annullare o rinviare la loro competizione. Tutti i mezzi di soccorso sono e saranno impegnati in emergenze non legate allo sport e questo fa venire meno i presupposti per poter fare svolgere la gara come da programma. I fratelli Zagami, dopo aver valutato se annullare definitivamente la gara oppure se rinviarla a data da destinarsi, sperano di far disputare la gara in un’altra data.

In un comunicato stampa diramato dopo la nostra anticipazione si legge: “Il Rally del Rubinetto 2020 proverà ad andare in scena. È questo, in sintesi, il concetto espresso dagli organizzatori durante la conferenza stampa tenutasi alle ore 15 presso il centro +Sport di San Maurizio d’Opaglio, sede della corsa. Dopo aver deciso di non correre durante il presente fine settimana a causa dei grossi problemi causati dal maltempo, gli organizzatori della Pentathlon Motor Team e della scuderia New Turbomark hanno spiegato la ferma intenzione di riproporre il rally entro il prossimo mese”.

“Abbiamo già fatto richiesta agli organi federali per poter utilizzare un fine settimana che sia prima della finale nazionale di Como (6-7 novembre, ndr) – spiega Giuseppe Zagami di New Turbomark- perché sappiamo quanto il territorio sia fortemente legato a questa corsa. Gli incastri di calendario non concedono molti spazi visto che successivamente saremo impegnati anche con il Rally delle Valli Ossolane in programma i prossimi 14 e 15 novembre”.

Il Rally del Rubinetto 2020 si sarebbe dovuta correre sabato 3 e domani, domenica 4 ottobre con protagoniste le prove del Mottarone, Prelo e Città di Borgosesia. “Purtroppo la pioggia torrenziale delle ultime ore ha creato notevoli dissesti in tutto il Nord Ovest: basti pensare che anche il Rallye Sanremo è stato annullato. Il territorio della gara è stato colpito con violenza e le prove speciali, Prelo a parte, erano pressoché impraticabili – racconta Alessandro Battaglia, direttore di gara. Il Mottarone era inagibile per circa sette chilometri mentre la Borgosesia risultava difficile sia nei tratti di avvicinamento alla speciale che per una eventuale disputa in formato ridotto. I tecnici comunali hanno valutato la situazione e i dissesti idrogeologici erano tali da impedire qualsiasi ipotesi di natura sportiva. Il Prefetto, che ha sottolineato la situazione di emergenza, ha chiesto la nostra sensibilità e collaborazione nel lasciare libere le strade ancora accessibili per la viabilità ordinaria e per il passaggio dei mezzi di soccorso che anche domani dovranno intervenire per provare a ripristinare il tutto.”

“Una volta trovata l’intesa con Aci Sport – conclude Simone Soldà di Pentathlon Motor Team- ci metteremo al lavoro con le autorità locali alle quali dovremo richiedere disponibilità e permessi. Ringraziamo tutti coloro che hanno lavorato e che non hanno smesso di aiutarci: dal nostro staff agli Ufficiali di Gara, dai Commissari alle Forze dell’Ordine, dai cronometristi agli addetti ai soccorsi.”