Matteo Roggia

Un Rally Città di Bassano nel nome del padre per Matteo Roggia

Matteo Roggia con Daniele Ceccoli non potevano scegliere nessun’altra gara per condensare emozioni e suggestioni ancora ruggenti nel cuore. Ci sono storie che ritornano sempre, grappoli di combinazioni tra vissuti particolari. Loris Roggia, che fu l’ideatore del Rally di Bassano (1984), fu pure artefice della rinascita del Rally San Marino assieme a Germano Bollini, il quale lo convinse a forgiare un giovane pilota emergente, Daniele Ceccoli, al Tutta Terra Toscana (2002).

Nacque da lì una fervida intesa troncata dalla prematura scomparsa di Loris l’anno successivo al Rally del Salento. Grande è stata anche l’amicizia che ha unito Roggia ed Ercolani, con Massimo pilota sia di Loris che della moglie Cristina Larcher. La morte del forte pilota sammarinese nel 2009 non ha fatto altro che cementare i legami già profondi tra le famiglie di ognuno, con i rally sullo sfondo e Ceccoli come un parente acquisito da seguire alle gare rinfocolando passioni per derapate e controsterzo.

L’estate scorsa, quando Andrea e Matteo hanno confidato a Daniele il sogno di fare una gara assieme, lo “zio” ha subito tirato fuori per loro dal garage la Ford Sierra Cosworth da troppo tempo ferma. Giusto qualche settimana di preparazione e l’equipaggio “figli di” Ercolani-Roggia si è presentato al via del Rally Legend Stars con nessuna velleità di classifica, solo emozioni e tanto divertimento. Ma un anno dopo la fiammella nel petto brucia ancora e, con gioia, ma anche un po’ di ansia da parte di mamma Cristina, Roggia junior ha deciso di aderire alla proposta di Ceccoli per fare coppia al Bassano (foto gentilmente concesse dalla famiglia Roggia).