Positivo debutto di Kalle Rovanperä nella Porsche Carrera Cup

Il due volte campione del mondo WRC ha esordito sul circuito olandese di Zandvoort nel monomarca della casa di Stoccarda.

Il finlandese Kalle Rovanperä, campione del mondo WRC 2022 e 2023, ha fatto il suo esordio nella Porsche Carrera Cup Benelux con risultati più che positivi. In attesa di rivederlo in azione nel WRC, dove tornerà a gareggiare tra più di un mese in Lettonia, Rovanperä ha avuto l’opportunità di cimentarsi in una nuova sfida, questa volta su pista. Dopo aver saltato il primo evento della stagione a Spa in maggio, Rovanperä ha partecipato alla sua prima gara della Porsche Carrera Cup Benelux sul celebre circuito di Zandvoort, nei Paesi Bassi.

Gara 1: un quarto posto incoraggiante

Nella prima gara, il finlandese è partito dalla quarta posizione in griglia. Grazie a una performance solida e costante, ha mantenuto questa posizione fino alla fine, mancando il podio per un solo decimo di secondo. Un debutto convincente, che ha dimostrato le sue capacità di adattamento e la sua competitività anche in un contesto diverso dal rally.

Gara 2: difficoltà e adattamento

La seconda gara è stata più impegnativa per il pilota finlandese. Nonostante le difficoltà riscontrate con il setup della vettura, dopo aver provato diverse impostazioni rispetto al giorno precedente, Rovanperä è riuscito a ottenere comunque un altro piazzamento nei primi cinque. “Ho faticato molto con il setup della vettura dopo aver provato impostazioni diverse rispetto a ieri e il ritmo non era lo stesso. Non sono contento del risultato, ma nel complesso possiamo essere contenti del weekend di gara senza aver commesso errori”, ha dichiarato Rovanperä.

Sguardo al futuro: prossima fermata Imola

Guardando avanti, il pilota Toyota avrà l’opportunità di migliorare ulteriormente le sue prestazioni nel terzo round della Porsche Carrera Cup Benelux, che si terrà sul circuito di Imola in Italia tra un mese. La speranza è che, con l’esperienza acquisita a Zandvoort e un lavoro continuo sul setup della vettura, il pilota possa avvicinarsi ancora di più alle posizioni di vertice e, perché no, conquistare il podio.