Davide Nicelli con la Peugeot 208 R2

Peugeot Competition: 4 risultati per CIR, 3 per IRC

Mancano gli ultimi ritocchi ma il rinnovato regolamento del Peugeot Competition è praticamente fatto, con conferma di tutte le specialità inizialmente previste: CIR, IRC, Coppe di Zona e Raceday. Pur rivisto, il montepremi conferma l’assegnazione di premi di gara sia nel CIR che nel IRC, mentre fra i premi finali la stagione da ufficiale per il vincitore del CIR quest’anno verrà sostituita da un premio in denaro e pneumatici.

Ridotti anche i calendari. Nel 208 Top del CIR si passerà a quattro gare: la prima sarà a scelta del singolo pilota: Ciocco o Targa Florio. Le altre tre saranno per tutti: Sanremo, Due Valli e Tuscan Rewind. Nel 208 Pro del IRC tre gli appuntamenti del calendario (Casentino, Bassano e Appennino Reggiano). Sia nel CIR che nel IRC confermata la struttura dei punteggi annunciata a inizio anno: di gara, di power stage più il bonus corrispondente al numero di partecipanti.

Ma con il ridotto numero di gare non ci saranno scarti nel Peugeot Competition. Quanto al Regional Rally Club che coinvolge le Coppe di Zona, premi in pneumatici per il solo vincitore di ogni zona con almeno tre gare disputate e premio legato al Rally di Como per il primo classificato degli iscritti che conquistano il diritto alla finale.