Fabio Andolfi, Rally di Sanremo 2021

Fabio Andolfi: grande protagonista del Sanremo

Non solo Hyundai protagonista al Rally di Sanremo, ma anche Fabio Andolfi e MotorsportItalia. Se è vero che Hyundai Motorsport, con Breen e Crugnola, ha “rubato” la scena con la doppietta e con lo scambio di posizioni – prima e seconda – tra l’irlandese e l’italiano (frutto di un errore), è altrettanto vero che Fabio Andolfi è stato uno dei grandi protagonisti di questa edizione, tra l’altro affrontata con una vettura per nulla evoluta che ha dato filo da torcere agli ufficiali.

Una prestazione di sicuro spessore in una gara tosta, difficile, a tratti imprevedibile è riuscita a piazzare un altro podio con il terzo posto di Fabio Andolfi e Stefano Savoia. Un importante traguardo raggiunto dalla “vecchia” e sempre velocissima Skoda Fabia R5, che porta in alto il tricolore del progetto Aci Team Italia.

Andolfi, che pur essendo ligure non aveva alle spalle un bagaglio importante di esperienza in questa gara, è parso subito in grande forma. Dopo la power stage di apertura dove il peggioramento delle condizioni meteo ha consigliato tutti i piloti per un approccio guardingo, il savonese ha iniziato la lunga giornata di domenica con il coltello tra i denti, distinguendosi nel primo giro di prove con la sonora affermazione sulla PS2 e gli ottimi tempi di PS3 e PS4 che lo hanno visto chiudere in testa la prima parte di gara.

Nel secondo passaggio, complice la pioggia e ovviamente il cambiamento delle condizioni del fondo, Andolfi ha guidato con esperienza ed ha concretizzato sul traguardo di Sanremo un terzo posto che gli permette di lasciare la riviera ligure come secondo in classifica con 24 punti. “Sono contento – ha detto Fabio – questa mattina siamo partiti forte, il primo giro è andato bene, poi onestamente ho faticato un po’ specie nel secondo passaggio sulla Vignai, che si era un po’ sporcata, ma inizio a conoscere le Michelin sempre meglio e tutto il team è una garanzia. Abbiamo fatto un buon lavoro, le prove del Rallye Sanremo si sono confermate stupende, è la scuola del rallysmo italiano su asfalto. Difficili, tecniche, il meteo sempre pronto a metterci lo zampino. Abbiamo dati importanti da analizzare per prepararci al meglio in vista della Targa Florio”.