Stefano Strabello WRC

Esordio iridato per Stefano Strabello all’ACI Rally Monza

Per qualsiasi atleta vivere la massima serie della propria specialità equivale a toccare il cielo con un dito ed è proprio questa la sensazione che Stefano Strabello sta vivendo in queste giornate, quelle che precedono il suo primo ballo nel mondiale.

Dal 18 al 21 di Novembre l’Italia tornerà, per il secondo anno consecutivo, ad essere tappa conclusiva del FIA World Rally Championship, in occasione del WRC ACI Rally Monza, ed il pilota di Legnago sarà della partita, nell’intento di godersi un palcoscenico più che meritato.

“Grazie a tutti quelli che mi hanno fatto questo splendido regalo” – racconta Strabello – “e, primo fra tutti, voglio ringraziare mio padre Paolo perchè senza di lui non sarebbe stato possibile partecipare ad una gara del campionato del mondo. Credo che sia il sogno di tutti noi piloti, quello di correre almeno una volta nel mondiale, ed il prossimo fine settimana questo sarà possibile. Un sogno che diventa realtà. Grazie a tutti i nostri partners perchè hanno fatto uno sforzo ulteriore per permettermi di essere al via del Monza. È stata già una stagione indimenticabile per me, abbiamo vinto tanto quest’anno, ma questo è un regalo speciale.”

Squadra che vince non si cambia ed ecco rinnovata la fiducia a Baldon Rally, mettendo a disposizione una Peugeot 208 Rally 4 griffata Destra 4 Squadra Corse, e ad un Ivan Gasparotto che, grazie alla sua esperienza a destra, è stato pedina chiave dell’annata in corso.

“Correremo sempre con la 208 Rally 4 di Baldon Rally” – sottolinea Strabello – “ed avrò al mio fianco il buon Ivan. Spero di poter correre con lui anche il prossimo anno perchè, se ho portato al termine una stagione così positiva, tanto del merito è anche suo. Grazie di cuore anche al presidente della nostra scuderia, Ezio Soppa, perchè ha sempre creduto nel mio potenziale.”

Tre le giornate di gara previste, a partire da un Venerdì 19 Novembre, che si svilupperà sulla duplice tornata di “Gerosa” (11,09 km) e “Costa Valle Imagna” (22,17 km), spostandosi poi all’Autodromo Nazionale Monza e vivere i due passaggi sulla “Junior” (14,97 km), concludendo poi la prima frazione di gara con una “Grand Prix” (10,21 km) da affrontare in notturna.

Un format che si ripeterà anche al Sabato seguente, due i giri in sequenza su “San Fermo” (14,45 km) e “Selvino” (25,06 km) prima della doppia “Roggia” (14,85 km) in circuito.

Gran finale alla Domenica con sole tre prove speciali, partendo dalla ripetizione della “Grand Prix”, già vista al Venerdì e proseguendo con una “Serraglio” (14,43 km) da ripetere due volte.

“Il caso ha voluto che decidessimo di correre al Prealpi Orobiche ad inizio anno” – conclude Strabello – “e questo ci ha permesso di farci un’idea delle prove speciali che si correranno fuori dal circuito di Monza. Ho già corso in pista ma credo che il fondo misto, terra ed asfalto, in circuito sarà insidioso. La classifica? Non ci interessa ma cercheremo di arrivare sino alla fine.”