Elfyn Evans

Duello Ogier-Evans, grande Crugnola in WRC3

Il duello sul filo dei secondi tra Sébastien Ogier e Elfyn Evans è proseguito per tutta la mattinata con continui ribaltamenti in vetta, fino all’allungo (forse) decisivo del sette volte campione del mondo nel secondo giro di prove. Quando al termine della giornata mancano solamente le due prove-toboga dentro l’Autodromo, il francese comanda le operazioni con 5,2 secondi sul compagno di squadra Evans, che aveva iniziato la giornata da leader.

La battaglia è stata intensa per tutta la mattina, con Ogier che vince la San Fermo 1 è si porta la comando, ma subito dopo Evans effettua il controsorpasso vincendo il primo passaggio sulla lunga Selvino. Ma nelle ripetizioni delle prove esterne, il francese decide di mettere in mostra tutta la sua innata classe è va vincere entrambi i passaggi sopravanzando nuovamente il gallese e mettendo le mani sull’ottavo titolo iridato.

Alle spalle dei due alfieri Toyota, troviamo lo spagnolo Dani Sordo che si prende il terzo gradino del podio grazie ad un’errore di Thierry Neuville sulla Selvino 1. Il belga, attualmente quarto assoluto, urta in maniera violenta il guard-rail è lascia sul campo secondi preziosi, fortunatamente per la sua i20 WRC i danni solo solamente a livello estetico. Quinta posizione per Oliver Solberg, seguito in sesta posizione dal nipponico Takamoto Katsuta e in settima dal finlandese Teemu Suninen. In ottava posizione troviamo la Ford Fiesta WRC di Gus Greensmith, che precede un Kalle Rovanpera in versione conservativa, come da ordini del team. Completa la top10 il francese Yoann Rossel, che è anche il leader per quel che riguarda le vetture RC2 e il WRC3.

A proposito di WRC3, da sottolineare le grandi prestazioni fornite fin qui da Andrea Crugnola e Pietro Ometto, velocissimi con la loro Hyundai i20 Rally2 e autori di altri tre stupendi scratch. Buoni anche i riscontri cronometrici di Damiano De Tommaso e Giorgia Ascalone attualmente sedicesimi assoluti e quinti di WRC3.

Uscita di strada, invece per Stefano Albertini sul secondo passaggio della Selvino 2, l’equipaggio fortunatamente sta bene. Dopo l’interruzione della “Selvino 2” per questo incidente, i concorrenti sono tornati in autodromo a Monza per la breve zona tecnica di 15 minuti e per la meritata assistenza di 40 minuti, dove sostituiranno le ormai quasi inesistenti gomme con le quali hanno percorso tutte e quattro prove speciali della mattinata.