CRZ: cifre record per il Camunia Rally

La Coppa Rally di Zona 2, dopo il Rally dei Laghi e il Rally delle Palme/Sanremo Leggenda, ripartirà con il 7°Camunia Rally. La gara, grazie al gran lavoro svolto dalla New Turbomark di Beppe Zagami, farà ritorno sul palcoscenico nazionale dopo un anno di assenza a causa della pandemia da Covid-19 e potrà contare sulla presenza di ben 150 equipaggi. Sicuramente a mancare non sarà lo spettacolo, visto che dalla pedana di partenza di Breno prenderanno il via 23 vetture della classe R5, pronte a sfidarsi sulle splendide prove di Sisem, Valsaviore e Astrio.

La lotta per la vittoria si preannuncia bella ed incerta con molti piloti che sicuramente sapranno dire la loro, a cominciare da Andrea Mabellini, in coppia con Virginia Lenzi, fresco vincitore del Rally Prealpi Orobiche e Ilario Bondioni, il quale cercherà di bissare il successo ottenuto nel 2019. Da tenere d’occhio saranno anche Andrea Spataro, Claudio De Cecco, il veloce pilota ceco Erik Cais sulla Ford Fiesta, Omar Rainoldi e il bresciano Simone Niboli.

Si appresta ad essere molto combattuta anche la S2000, dove spicca la presenza di ben cinque Peugeot 207, mentre nella S1600 sarà lotta aspra tra le Renault Clio di Alessio Profeta, Massimo Fradelizio, Marco Gianesini, Alan Ronchi, Ivano Pasquini e Nicholas Cianfanelli. Non saranno da meno la R3C e la R2B con tanti pretendenti alla vittoria finale. Inoltre, ci sarà anche spazio per il trofeo monomarca BMW, denominato CFB2 Race Tech, e a contendersi il primato di classe ci saranno Valeriano Toscani, Augusto Croci, Andrea Costa, Alessandro Spiga, Daniele Ardigò e Paolo Roveda. Infine molto numerosa la N3, dove si daranno battaglia Alberto Marini e Bortolo Mendini, e la N2 con Manuel Ponchiardi tra i favoriti per la vittoria finale.