Incidente test Hyundai i20 Rally1

Compact Dynamics soddisfatta dell’ibridazione delle Rally1

Criticata a furor di popolo all’inizio dello scorso anno a causa di un ritardo nella consegna del kit ibrido per i primi test e per altre vicende, come lo stop immediato ai primi test e il ritiro delle batterie, l’azienda Compact Dynamics ha poi corretto il tiro inziale, consentendo a ciascuna squadra di macinare chilometri senza evidenti battute d’arresto. Ma d’altra parte, se è il motore endotermico a spingere, risulta difficile fermarsi per una batteria che, al momento, serve a percorrere poco più di 3,5 chilometri ogni 1.500.

A Monte-Carlo per quattro giorni sono stati comunque osservati diversi piccoli problemi, che hanno privato Thierry Neuville e Sébastien Loeb della potenza per una intera prova speciale. Intervistato dal sito ufficiale del campionato, Oliver Blamberger, amministratore delegato di Compact Dynamics, ha dichiarato di essere soddisfatto dopo questo debutto.

“La squadra ha lavorato molto duramente durante i momenti difficili con la pandemia – ha detto Blamberger -. Siamo stati molto impegnati durante l’estate e l’autunno, ma penso che questo primo evento dell’era ibrida sia stato un grande successo. Il feedback delle squadre è buono e sono felici. Abbiamo già visto temperature sotto lo zero e tutti i materiali funzionano come dovrebbero. È il motorsport. Se incontriamo problemi durante i primi rally, possiamo migliorare le cose in seguito”.

Essendo un Mondiale e non un Campionato di parrocchia, senza nulla togliere, sarebbe auspicabile che non ci fossero problemi durante i primi rally, per dover migliorare in seguito. Anche perché Compact Dynamics ha fatto una sola batteria uguale per tutti, non una batteria adatta alla tipologia di ogni vettura, altrimenti il WRC 2022 probabilmente lo avremmo visto partire nel 2025…

Il kit della batteria era stato molto criticato in termini di sicurezza, ma in realtà sembrerebbe aver già dimostrato di essere molto resistente, soprattutto durante l’impressionante uscita di strada di Thierry Neuville nel Tarn lo scorso dicembre. “Abbiamo assistito a gravi incidenti durante i test e durante il Rally di MonteCarlo, in particolare per la Hyundai di Thierry Neuville che è finita in un ruscello. La custodia della batteria è impermeabile e non abbiamo avuto problemi di nessun genere”.