CIAR: parlano i protagonisti prima del Rally 1000 Miglia

Parte la volata finale per il Campionato Italiano Assoluto Rally Sparco con l’iconico appuntamento del Rally 1000 Miglia, in arrivo nelle giornate di venerdì 26 e sabato 27 agosto. Per la quarantacinquesima edizione della gara in versione rallistica organizzata da AC Brescia, la freccia blu e rossa tornerà a far vibrare il centro di Brescia fino a Piazzale Arnaldo in occasione della cerimonia di premiazione finale.

Qualche traccia dell’amaro in bocca dopo la trasferta al Roma Capitale è sicuramente ancora presente. Dopo che il problema all’acceleratore della Citroen C3 Rally 2 aveva fatto scivolare Andrea Crugnola e Pietro Ometto nelle retrovie, il terzo gradino del podio finale conquistato grazie ad una gara di rincorsa ha comunque contenuto il danno. Ma, a ben guardare la classifica ed i tempi della prima tappa, l’occasione di poter allungare ci sarebbe stata tutta. Ed invece, al termine del quinto round corso in terra laziale, il margine sul principale degli inseguitori si è ridotto a 9,5 punti. Non molti da permettere di affrontare la 45a edizione del Rally 1000 Miglia a cuor leggero, non pochi da
dover essere costretti a partire rischiando su ogni curva.

“Pochi punti di vantaggio, è vero.” attacca Andrea. ”Bisogna per forza di cose fare un bel test perché anche il più piccolo dei dettagli sarà fondamentale per gareggiare al meglio. Siamo ovviamente molto motivati perché mancano solo due round ed è quindi necessario sfruttare al massimo tutto il pacchetto tecnico a nostra disposizione in modo da poterci giocare il campionato fino alla fine.”

Determinante saranno l’approccio psicologico e la serenità di montare in macchina con la necessaria carica e con la consapevolezza dei propri mezzi. Una conferma sul punto arriva anche da Cristian Marsic che, assieme a Luca Vicario, guida il progetto di supporto al pilota di Varese.

“Siamo a due gare dal termine ma è come se la stagione partisse oggi, perché abbiamo un leggero vantaggio ma non possiamo farci troppo affidamento. Brescia e Verona sono due bellissime gare, tecniche e selettive e vanno affrontate senza la paura di sbagliare ma senza dover per forza strafare. Abbiamo tutte le carte in regola per dire la nostra e lo abbiamo già ampiamente dimostrato”.

“Il nostro obiettivo è, ovviamente, quello di fare del nostro meglio” chiude Andrea. “Nel 2021, quando abbiamo conquistato il secondo posto, le prove di Brescia mi sono piaciute moltissimo, trovandomi da subito a mio agio. E’ evidente che quest’anno puntiamo alla vittoria!”.

Giandomenico Basso

Vacanze finite per i protagonisti del Campionato Italiano Assoluto Rally Sparco. Nell’ultimo week end di agosto si corre il 45° Rally 1000 Miglia, penultimo appuntamento della principale serie nazionale. Al via del Rally bresciano confermata la presenza dell’equipaggio di Hyundai Rally Team Italia composto da Giandomenico Basso e Lorenzo Granai, al volante di una i20 N Rally2, seguita da Friulmotor con il supporto tecnico di Hyundai Motorsport Customer Racing.

Il Pilota trevigiano punta a migliorare la sua quarta posizione in classifica generale, dopo gli ottimi riscontri cronometrici fatti segnare all’ultimo Rally di Roma Capitale. Il Campione italiano in carica ha più volte disputato il Rally 1000 Miglia, conquistando quattro vittorie e un totale di sei podi. Proprio su queste impegnative prove speciali vuole dimostrare le qualità della vettura, al suo primo anno completo di gare.

«Sono contento di tornare su queste strade che amo molto. Altrettanto curioso di verificare il lavoro di affinamento che abbiamo svolto sulla vettura assieme a Friulmotor e agli ingegneri di Hyundai Motorsport Customer Racing, con i quali siamo in contatto quotidianamente» ci tiene a sottolineare Giandomenico Basso. «Dopo alcune gare dove ho cercato di trovare il miglior equilibrio tra il mio stile di guida, la nuova vettura e i pneumatici Pirelli, penso di aver finalmente imboccato la strada giusta e siamo pronti a toglierci qualche bella soddisfazione. Nell’ultimo Rally di Roma sono riuscito a staccare degli ottimi tempi e partendo da questa base cercheremo di essere competitivi anche a Brescia. Le prove sono molto guidate, c’è un discreto grip e ho ben chiaro quello che ci servirà per lottare con i migliori: spero che finalmente giri tutto per il verso migliore. Ci stiamo impegnando molto in questa stagione di debutto con l’auto nuova e in questa fase finale del campionato vorrei ripagare tutto il team con degli ottimi risultati, per poi pensare all’immediato futuro».

Da un paio di stagioni il Rally 1000 Miglia è ritornato nel Campionato Italiano Assoluto, dopo che per molti anni questo appuntamento dalla lunga tradizione motoristica è stato valevole anche per la serie europea. La gara ha sempre riscosso un grande interesse da parte degli equipaggi e dagli appassionati tifosi locali. In questa 45esima edizione saranno al via 163 equipaggi. Tra questi 106 partecipanti alla gara principale, di cui ben 34 con vetture Rally2, la categoria regina in cui competono Basso e Granai, qui con il numero 4 sulle portiere.

Giacomo Scattolon

Giacomo Scattolon

Cercherà il risultato facendo leva sulle buone sensazioni destate in avvio di stagione, Giacomo Scattolon. Il pilota pavese, “terza forza” nel Campionato Italiano Rally Promozione, è atteso sull’asfalto del Rally 1000 Miglia, penultimo atto tricolore in programma nel fine settimana in provincia di Brescia. 

Al volante della Skoda Fabia Rally2 Evo – vettura messa a disposizione da Erreffe Rally Team ed equipaggiata con pneumatici Pirelli – il portacolori di ACI Team Italia cercherà di riscattare lo sfortunato ritiro che lo ha estromesso dal confronto nel precedente appuntamento di campionato, il Rally di Roma Capitale, archiviato anzitempo a causa di una “toccata” sulla quarta prova speciale. 

Ad affiancare l’alfiere della scuderia Movisport sarà ancora Giovanni Bernacchini, copilota divenuto costante delle sue ultime programmazioni sportive. Un connubio di intenti, quello che sta coinvolgendo Giacomo Scattolon, Giovanni Bernacchini ed Erreffe Rally Team, garante di assoluta affidabilità e consapevolezza di poter migliorare il già ottimo piazzamento nella classifica provvisoria espressa dal Tricolore Promozione. Un avvio di spessore, quello che ha contraddistinto la partecipazione del pilota vogherese sulle prove speciali capitoline, vanificato dal contatto della sua Skoda Fabia Rally2 Evo quando si trovava in lotta per le posizioni del podio “assoluto”.  

Rudy Michelini

É atteso ad un nuovo impegno tricolore, Rudy Michelini. Il pilota portacolori della scuderia Movisport, recente vincitore della Coppa Città di Lucca, sarà chiamato a confermare la bontà del feeling espresso al volante della Volkswagen Polo Rally2 sull’asfalto casalingo, cercando di concretizzare le medesime, buone sensazioni anche sulle strade del Rally 1000 Miglia, penultima manche del Campionato Italiano Assoluto Rally. L’appuntamento, in programma nel fine settimana in provincia di Brescia, lo vedrà nuovamente affiancato dal copilota Michele Perna, parte integrante di un impegno che chiamerà ancora in causa il team HK Racing – al centro di una nuova proposta in termini di regolazioni, rivelatesi congeniali alle caratteristiche del pilota – e Pirelli, marchio che equipaggerà la vettura.

Un percorso, quello di Rudy Michelini, interrotto dopo il Rally di Alba e pronto a riprendere con la partecipazione agli ultimi due appuntamenti della massima espressione rallistica nazionale, il Rally 1000 Miglia ed il Rally Due Valli. Un forfait, quello che lo ha visto assente al Rally di Roma Capitale, che non ha tuttavia compromesso una situazione di classifica che, attualmente, vede il driver lucchese in quinta posizione nella classifica dedicata al Campionato Italiano Rally Promozione.

Christopher Lucchesi

Dopo la pausa estiva, Lucchesi Jr. è pronto per riprendere il cammino nel campionato italiano assoluto rally (CIAR) con Titti Ghilardi alle note e il volante della fida Skoda Fabia Evo della GF Racing gommata Michelin tra le mani. Il giovane driver di Bagni di Lucca, carico e determinato nel week end sarà infatti al via del 45° Rally 1000 Miglia sesto appuntamento del massimo campionato nazionale con i colori della struttura laziale HP Sport.
Nel corso della pausa estiva Lucchesi jr. ha preparato al meglio l’impegnativa gara bresciana: “Una gara molto bella, anche se molto complessa, guidata, con tratti veloci e con altrettanti punti molto stretti, l’obiettivo è come sempre curare tutto nei minimi dettagli, prima e durante la gara, siamo fiduciosi di poter fare bene sulle strade bresciane puntando ad un risultato di prestigio”.
La gara prenderà il via venerdì 26 con lo shakedown ai Laghi di Sovenigo a partire dalle ore 8:00, il 1000 Miglia entrerà nel vivo alle 17:30 con la piesse “Valle Sabbia Dall’Era Valerio Srl” trasmessa in diretta TV. Sabato 27 si partirà molto presto dal Parco Assistenza di Montichiari per disputare le restanti otto prove speciali previste dal programma, quattro da ripetere per due volte: “Provaglio Valsabbia” la cui ultima parte sarà nuovamente in diretta streaming e su ACI Sport TV; quindi “Irma”, “Moerna” e la lunga “Pertiche” in una versione di oltre 26 chilometri. L’arrivo, sarà in piazzale Arnaldo a partire dalle 19:00 di sabato, dopo un riordino scenografico sotto al Castello di Brescia.

Davide Nicelli

Dopo una breve pausa estiva, che ha permesso al pilota pavese e al suo fido navigatore Pieri di recuperare forze fisiche e mentali, torna questo fine settimana il Campionato Italiano Assoluto Rally, con il sesto appuntamento, il 45° Rally 1000 Miglia, valido anche come quinta prova del tricolore junior. Durante il break il giovane equipaggio ha continuato a lavorare duro su alcuni aspetti, che dopo il recente Roma Capitale Nicelli diceva fosse necessario migliorare. Al 1000 Miglia saranno chiamati a disputare una gara da protagonisti, con l’obiettivo di provare a ritornare sul gradino più alto del podio per continuare a tener aperto il campionato e giocarci così il titolo all’ultimo appuntamento stagionale. Saranno al via con la loro solita Clio Rally 5 del team Motorsport Italia, gommata Pirelli, e supportati direttamente dalla federazione, ACI Team Italia e la Sport e Comunicazione.

Ascoltiamo le sue parole alla vigilia della gara: “La pausa estiva ci è servita per riposare e lavorare su alcune cose che andavano migliorate dopo Roma, non ho comunque mai smesso di allenarmi sia alla guida che fisicamente, per farmi trovare al top per questa seconda parte di stagione che sarà decisiva. La gara mi piace molto, alcune prove le conosco perchè le ho fatte lo scorso anno, alcune saranno nuove, le ricordo tecniche a tratti, guidate a tratti, veloci con a volte punti molto stretti, quindi non sarà semplice e tutto come sempre sarà reso più difficile dai nostri avversari che si stanno dimostrando davvero molto competitivi. Dovremo fare un ottimo lavoro a partire dalle ricognizioni, curare ogni dettaglio prima durante e dopo la gara, cercando di partire con il piede giusto dall’inizio: vietato fare qualunque errore soprattutto evitare quelli stupidi come quello della prima prova di Roma. Un anno fa qui abbiamo vinto il trofeo Renault Italia con una gara di anticipo, quest’anno sappiamo che sarà tutta un’altra storia perchè ogni campionato ogni gara è a sé, però siamo fiduciosi di poter fare bene anche quest’anno visto che abbiamo tutto per poterci provare. Grazie come sempre per questa opportunità che mi è stata data alla federazione, ACI Team Italia, Motorsport Italia, Renault, Pirelli, Sport e Comunicazione, Tiziano Pieri, sponsor, tutto il mio entourage e mio padre. Mi raccomando appassionati, amici e fans seguiteci e tifate per noi sia da casa che da bordo strada. Ci vediamo a Brescia.”

Michael Rendina

Non si ferma la stagione di apprendistato di classe per Michael Rendina, che dopo la positiva prestazione al Rally di Roma Capitale, tornerà in abitacolo il prossimo weekend al volante della Renault Clio Rally5 per il 45° Rally 1000 Miglia, penultimo appuntamento del Campionato Italiano Assoluto Rally Sparco 2022.

Il giovane pilota figlio d’arte, navigato da Mario Pizzuti, avrà occasione di misurarsi con una gara importante e dalla prestigiosa tradizione, quest’anno rivisitata in base ai nuovi regolamenti CIAR Sparco con oltre 120km di prove cronometrate e l’inserimento nel percorso di prove classiche con la “Irma” che non si disputava da diverse edizioni.

“Sono veramente molto contento di partecipare ad una gara così importante. È stata una sorpresa anche per me, l’ho scoperto nel giorno del mio compleanno, come regalo inaspettato. Arriviamo da una gara molto difficile come quella di Roma dove sicuramente abbiamo imparato molto, e la voglia di indossare nuovamente tuta e casco è davvero tanta. Ringrazio mio padre per questa sorpresa e tutto il team di Motorsport Italia per le opportunità che mi stanno fornendo. Poter contare sulla grande esperienza della squadra è un grande privilegio per la mia crescita come pilota. Sono veramente emozionato e non vedo l’ora di affrontare questa gara insieme a Mario Pizzuti, amico prima che navigatore”.

GR Yaris Rally Cup

Saranno le vallate della profonda provincia bresciana, tra il lago di Garda e l’Iseo, gli scenari della quarta prova della GR Yaris Rally Cup, nel contesto del 45° Rally 1000 Miglia, questo fine settimana, una delle competizioni su strada di più lunga tradizione in Europa.

Gara dal grande passato e dal nome iscritto al mito del motorsport, quella della “freccia rossa” è la penultima prova del Campionato Italiano Assoluto rally-Sparco e sarà un momento particolarmente delicato, “caldo” per le vicende del Trofeo. Sicuramente le iconiche prove speciali che il rally proporrà saranno uno stimolo in più per conoscere nuove ed esaltanti performance delle GR Yaris e dei loro interpreti.

Si arriva nel bresciano dopo tre perentori successi dei toscani di Pistoia Thomas Paperini e Simone Fruini, che proprio con l’appuntamento precedente a Roma in luglio hanno confermato la loro forza e messo una seria ipoteca sul titolo. Mancano ancora il “1000 Miglia” che sta per accendere i motori, mancano poi il “Città di Modena” ed il “Trofeo AC Como” entrambi ad ottobre, c’è tempo dunque ancora per vedere le classiche scintille, sia da Paperini/Fruini che certamente già in questa occasione vorranno ribadire la propria egemonia, ma anche con gli inseguitori che li hanno nel mirino.

La coppia pistoiese è nel target soprattutto dei finlandesi Manninen-Sillanpaa, secondi in classifica e per adesso i più decisi competitor dei leader. Al loro secondo anno di trofeo, del “leggere” e soprattutto metabolizzare velocemente le difficili strade italiane, i nordici hanno fatto la loro arma migliore e se da una parte tenteranno l’attacco al vertice, dall’altra dovranno guardarsi da chi giunge dietro, certamente deciso a farla da protagonista, al 1000 Miglia.

Il Rally di RomaCapitale, infatti,ha rivalutato ampiamente l’altro toscano Alex Ciardi, dopo un avvio stagionale a tinte grigie ed una veemente rimonta dalle retrovie, a di nuovo posto all’attenzione generale Angelo Pucci Grossi, in coppia con l’aretino Cardinali, che certamente vorrà rivincere la “under” per riprendere il tanto terreno perduto con il ritiro alla prima prova della Targa Florio. Si attende un nuovo spunto di vertice dal comasco Tommaso Paleari Henssler, in coppia con Bozzo, arretrati in classifica a Roma per due penalità ma visti veloci e determinati, ed il giovane veneto Jacopo Facco, assecondato da Doria, cercherà certamente l’allungo in testa alla classifica under 23, tallonato certamente da Menegaldo e Grossi.

Purtroppo non è stato ancora possibile il rientro di Marco Gianesini, sempre convalescente dall’incidente al Rally di Alba lo scorso giugno (il valtellinese è ancora quarto in classifica), mentre si saluta il gradito ritorno di Simone Rivia, già protagonista del Trofeo nel 2021, il quale ha provato la vettura con il cambio sequenziale con un’ottima performance al recente rally a Salsomaggiore Terme. Poi, l’altra novità della trasferta bresciana sarà il debutto del pavese Riccardo Canzian.