Meteco Corse schiera il Marquito Bulacia nel CIRT

Meteco Corse schiera Marquito Bulacia nel CIRT

Per uno straniero che sceglie di lasciare il CIRT, ce n’è un altro che sceglie di correrci. Questa volta ha il sangue caliente ed ha alle spalle qualcosa di concreto, vari titoli nazionali vinti in Bolivia e la partecipazione al WRC3 2019. Marquito Bulacia sarà al via del CIRT 2020, partendo già dal Rally San Marino. A schierarlo è la Meteco Corse, storica scuderia piemontese presieduta da Luciano Chiaramello, che già l’anno scorso aveva fatto correre Craig Breen al Rally di Sanremo e che negli anni Novanta ha scritto bellissime pagine della storia dei rally anche con le Delta, sulla Skoda Fabia R5 della Free Rally Service.

Nei corridoi della scuderia con sede a Collegno si dice che la Meteco sia ancora bella “Signora” cinquantenne, molto competitiva ma non più di “primo pelo”. Sarà vero, ma resta uno dei sodalizi più richiesti e longevi. La “Signora” ha fatto breccia in Marquito Bulacia, che in Italia aveva già corso nel 2018, proprio nel CIRT, da campione nazionale boliviano. Nel 2020, Bulacia avrebbe dovuto disputare di nuovo il WRC3, ma la revisione del calendario gare del Mondiale Rally, a causa dell’emergenza sanitaria, gli ha consentito di rivedere il programma e tornare sugli sterrati italiani e così sarà già schierato al San Marino.

L’unione Meteco Corse-Craig Breen al Rally di Sanremo ha portato bene, regalando una gara spettacolare e una vittoria nel CIR per la Meteco Corse. Un successo importante che mancava da tempo. Si vedrà quest’anno come andrà. I presupposti ci sono tutti e Bulacia e le Skoda Fabia R5 della Free Rally Service si sono già rivelate molto competitive.