Ronde Valli Imperiesi

La Ronde Valli Imperiesi a quota 115

E’ finalmente realtà la Ronde Valli Imperiesi, la cui decima edizione è stata presentata presso la Direzione della gara, sul Molo Lungo di Oneglia, alla presenza degli organizzatori della Scuderia Imperia Corse, di Simone Vassallo, Assessore allo Sport del Comune di Imperia, e di Angelo Dulbecco, Sindaco di Caravonica. Il rally si svolgerà, sabato e domenica e, con la sua disputa, chiuderà la stagione 2021 dei rally in Liguria. La manifestazione avrà luogo nel rispetto delle vigenti normative anti Covid.

Esaurite le operazioni preliminari della prima giornata, incluso uno Shakedown (prova delle vetture da gara) facoltativo, da svolgersi negli ultimi 2.65 km della PS, da Colle San Bartolomeo a Caravonica, dalle ore 10 alle ore 13.30, la 10^ Ronde Valli Imperiesi scatterà da Imperia – Calata G. B. Cuneo, Banchina Portuale di Oneglia – alle ore 07.01 di domenica 14 novembre dove si concluderà alle ore 15.43 con l’arrivo della prima vettura concorrente. La gara interesserà i territori dei Comuni di Imperia, Aurigo, Caravonica e Borgomaro e sarà articolata su un percorso di 208,69 km, 41,20 dei quali relativi alle prove speciali, un tratto – “Guardiabella”, da Aurigo a Caravonica – di 10,20 km che sarà ripetuto quattro volte.

Sarà tutta da seguire la 10^ Ronde Valli Imperiesi, che ha richiamato la bellezza di 115 adesioni, poco meno del massimo consentito. Sarà un’edizione “grandi firme” perché tra gli iscritti, oltre a parecchi equipaggi locali, che hanno accolto con entusiasmo il ritorno di questa gara sempre molto sentita ed apprezzata, ci sono diversi grossi nomi del rallysmo italiano. Al via 3 vetture WRC, pronte a giocarsi il successo finale: le Citroën DS3 di Simone Miele, fresco vincitore dell’International Rally Cup 2021, e Luca Pedersoli, campione italiano WRC 2019, e la Ford Fiesta dell’elvetico Paolo Sulmoni.

Ben 17, invece, le vetture della Classe R5 pronte a recitare il ruolo di outsider e di eventuali protagoniste: tra queste, le Skoda Fabia EVO del monegasco Elio Cortese, di Mauro Miele e del genovese Luigi Guardincerri, la Citroën DS3 dell’imperiese Vittorio Cha, quelle di due forti locali, Patrizia Sciascia (Vw Polo) e Sandro Sottile (Skoda Fabia), oltre alle Fabia di Jacopo Araldo, del francese Marco Cortese, di Simone Bertolotti e Sara Micheletti, che condividerà l’esperienza con Fabrizia Pons, ed alla Vw Polo di Alberto Biggi.

Una rapida occhiata all’elenco degli iscritti rivela, inoltre, la presenza di 6 vetture Super 1600, tra cui svetta la Clio di Luca Fidale, Presidente della locale Scuderia dei Fiori, 6 della Classe R2C, 14 della R2B, 9 della A7, 7 della N3 e 6 della A6, tra cui la 106 del sempre velocissimo locale Danilo Ameglio, pronto a cercare di ritagliarsi un posto nella “top ten” finale della gara. Completano il quadro delle Classi più numerose 10 vetture della A5 e 12 della N2. Con questi numeri e con il blasone di parecchi probabili protagonisti ci sarà da divertirsi anche seguendo le vetture minori.